Nilde Iotti
 
Dobbiamo rendere più umani i tempi del lavoro, gli orari delle città, il ritmo della vita. Dobbiamo far entrare nella politica l'esperienza quotidiana della vita, le piccole cose dell'esistenza, costringendo tutti - uomini politici, ministri, economisti, amministratori locali - a fare finalmente i conti con la vita concreta dalle donne.
   

Anche a Torrita di Siena uno spazio verde intitolato a Nilde Iotti

La cerimonia sabato 26 luglio alle 18.30.


&


Nilde Iotti: alcuni ricordi, di Loretta Giaroni

Per ricordare Nilde Iotti in occasione del centenario della sua nascita (1920-2020) e a seguito della ristampa del libro di Luisa Lama su Nilde Iotti desidero ripercorrere, attraverso vari scritti e mie considerazioni, alcune importanti vicende che riguardano Nilde, anche alla luce del rapporto che mi ha legato e ancora mi lega a lei.


&


I giardini di Pesaro in Via Colombo intitolati a Nilde Iotti

Grazie, Sindaco Matteo Ricci. Grazie Pesaro per aver intitolato i giardini del lungomare della vostra bella città a Nilde Iotti. Un luogo bello, di popolo, in cui trascorrono del tempo bello le persone della nostra vita quotidiana. Nilde Iotti ci ha insegnato il valore della politica popolare e del Noi (Livia Turco).

Il programma della cerimonia.


&


Da Nilde Iotti ad oggi. Donne e spazio politico

Se ne parla a Pesaro l'11 luglio con Livia Turco, 


&


Nilde Iotti spiegata ai giovani

Venerdì 26 giugno diretta facebook con Livia Turco e Paola Cianci su Esseblog.


&


Il 20 giugno 1979 Nilde Iotti veniva nominata presidente della Camera

“Grazie Nilde, ci hai insegnato ad avere sempre nella mente e nel cuore il Vangelo della Costituzione.In nome dei valori costituzionali oggi ci sentiamo impegnate a curare la nostra società ferita mettendo in campo tutta la forza delle donne.In nome dei valori costituzionali vogliamo e dobbiamo creare un onda d'urto della forza femminile per una società più umana e più giusta”. (Livia Turco).


&


Il 5 giugno la Cgil di Pesaro e Urbino per il centenario di Nilde Iotti

Convegno in diretta facebook promosso dalla Cgil della provincia marchigiana e dalla Fondazione Nilde Iotti.


&


In libreria la seconda edizione del libro di Luisa Lama su Nilde Iotti

Esce un questi giorni in libreria la seconda edizione di "Nilde Iotti. Una storia politica femminile", scritto da Luisa Lama. Questa nuova edizione contiene un prezioso arricchimento delle note che accompagnano il racconto ed una nuova introduzione di Livia Turco..


&


“Nilde Jotti. Madre costituente d’Italia e d’Europa”. Intervista a Livia Turco nel centenario della sua nascita, di Maria Teresa Rossi

“L’eleganza della politica, intesa come eleganza dell’animo, della parola, come disponibilità verso le persone e anche amore per la sua femminilità, l’idea della politica come bene comune, come attenzione alle persone più fragili, come costruzione di una politica popolare in cui tutte le persone fossero partecipi e consapevoli. E’ questa la sua grande eredità. Madre costituente della Repubblica, è stata una donna delle istituzioni”


&


Il mio ricordo di Nilde Iotti, di Eletta Bertani

Ho conosciuto Nilde per la prima volta non a Reggio Emilia, la nostra città, ma a Roma, dove sono stata inviata, ancora giovanissima, (avevo poco più di vent’anni) a seguire il lavoro delle ragazze alla FGCI Nazionale. Ho avuto così la fortuna, tra il 1961 e il 1962, di essere invitata alle riunioni della Sezione Femminile nazionale del PCI, della quale lei aveva da poco assunto la direzione. 


&


“Alle origini della democrazia paritaria: Nilde Iotti”. Un seminario dell’Università di Napoli

L'iniziativa è promossa e organizzata dal Seminario Permanente Etica Bioetica Cittadinanza, attivo presso il Dipartimento di Scienze Sociali e coordinato da Emilia D'Antuono ed Enrica Amaturo, con la partecipazione della Fondazione Nilde Iotti e del CIRB (Centro Interuniversitario Ricerca Bioetica).

Il seminario si svolgerà presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II, il 19 maggio 2020, in live su Microsoft Teams e Twitch.


&


Nilde Iotti...un Cavaliere pieno di coraggio/sempre pronto a rimettersi in viaggio, di Elena Montecchi

Rispondo così, citando Gianni Rodari, a chi mi chiede chi era Nilde Iotti.


&


Nilde Iotti: il 10 aprile il centenario della nascita. Le iniziative della nostra Fondazione

Livia Turco, Presidente della Fondazione: «Nilde oggi si batterebbe per leggi su smart working, sostegno alle madri lavoratrici e lotta alla violenza di genere». Le iniziative della Fondazione per i 100 anni: Da Rosa Russo Iervolino a Franca Chiaramonte, le testimonianze del ricordo. Incontri nelle scuole, riedizione del libro dei Discorsi Parlamentari, scaricabile gratuitamente e intitolazioni di vie della città


&


I miei incontri con Nilde Iotti, di Angela Bottari

Da Nilde Iotti ho imparato molto. Innanzi tutto la pazienza nell’argomentare le proprie ragioni, la capacità all’ascolto, il rispetto per le opinioni altrui e insieme il non venire meno mai ai propri principie e alle proprie convinzioni profonde. Principalmente ho imparato il valore del saper resistere.


&


Mia sorella, Milli Marzoli e Nilde Iotti, di Lella Marzoli

Fierezza e dignità, coerenza politica e dolcezza materna: queste sono le doti grandi che Milli vedeva in Nilde e naturalmente cercava di assorbire (Milli così drastica, a volte di una durezza che non contemplava repliche).


&


“Nilde Iotti: quella donna emancipata”, di Patrizia Caporossi

La sua biografia si è sempre arricchita di scelte personali, anche private e privatissime, che, in certi ambienti politici della stessa sinistra italiana, hanno fatto scalpore e, alla fine, modificato costume e mentalità.


&


Livia Turco alla Conferenza Donne Democratiche della Toscana dedicata a Nilde Iotti

"Oggi Nilde Iotti e le atre donne che come lei hanno vissuto la drammaticità della Guerra ci solleciterebbero ad affontare la nostra emergenza assumendoci le nostre responsabilità per costruire un nuovo pensiero, nuove politiche per costruire un mondo nuovo e un nuovo umanesimo che abbia al centro il valore della vita le a dignità della persona".


&


Mattarella: “Nilde Iotti, personalità tra le più autorevoli e rappresentative della Repubblica”

Emblematicamente la sua storia personale è intrecciata con quella del movimento per i diritti della donna. L’emancipazione e la liberazione femminile hanno segnato la seconda metà del secolo scorso e contribuito in modo decisivo allo sviluppo della nostra società: Nilde Iotti ne divenne anche un simbolo divenendo, prima donna nella storia repubblicana, Presidente della Camera.


&


Una sala del Consiglio regionale della Toscana sarà intitolata a Nilde Iotti


Il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani accoglie la proposta della consigliera Alessandra Nardini


&


Lo sguardo di una donna forte e la passione di noi “giovani compagne”, di Livia Turco

Era il maggio del 1974. In piazza San Carlo a Torino si teneva la chiusura della campagna elettale del referendum sulla legge sul divorzio con il comizio di Nilde Iotti. Segretario del PCI torinese era Iginio Ariemma, un comunista speciale, dirigente politico ed intellettuale, che ci ha lasciato pochi mesi fa dopo una dura malattia consegnandoci un suo ultimo bellissimo libro “Perché sono stato Comunista”.


&


Nilde...regale e disponibile. Da lei ho imparato molto. Sono fortunata ad averla conosciuta di Franca Chiaromonte

La Camera ha rappresentato, almeno per me, un po’ una famiglia: ogni mattina Nilde mi chiamava – “vieni qua”- per vedere come ero vestita e le scarpe che portavo. Molto spesso mi rimproverava: “Perché hai delle scarpe così brutte?” oppure “Ti sei messa un vestito indecente”. 
La moda trasandata, le gonne a fiorellini, gli zoccoli non le andavano giù. Ma allora quest’idea che il partito fosse una sorta di famiglia funzionava e aveva le sue regole...


&


Quando Iotti lasciò la presidenza della Camera, di Anna Finocchiaro

Non si dice mai che, esaurito il mandato presidenziale, ha continuato ad essere ed a comportarsi da parlamentare “semplice”. Sempre puntuale alle sedute d’Aula, non si è risparmiata. Io la ricordo seduta ad attendere a sedute lunghissime, votando fino a tarda sera, senza un segno di stanchezza, senza un segno di impazienza.


&


Nilde Iotti a Milano e in Lombardia, di Barbara Pollastrini

Ho conosciuto Nilde quando ero giovane segretaria di Milano e poi della Federazione. Abbiamo voluto e avuto l’onore che fosse la capolista alle elezioni politiche più volte. Lei, attaccatissima alla sua terra e allora Presidente della Camera, amava la mia città e la sua modernità. La voleva conoscere nei vari risvolti della cultura, delle fabbriche, dell’arte, dei comuni attorno, dei suoi coetanei partigiani. 


&


Cento anni dalla nascita di Nilde Iotti ma è ancora tra noi, di Fiorenza Taricone


&


Nilde Iotti, una donna senza tempo, di Grazia Labate

Ho ancora il suo splendido foulard, lo conservo tra le mie cose più care, nella carta velina, ed ogni tanto quando Ester mia figlia, viene a frugare nella mia cassapanca, lo prende e mi dice mamma “ma quanto tempo è che non lo metti” ed io la guardo e le dico “non sciuparlo, quello me lo ha regalato Nilde Iotti, la prima donna Presidente della Camera dei Deputati.


&


Quel giorno che Nilde Iotti mi salvò da un “processo” ingiusto, di Rosa Russo Jervolino

Fu organizzata una forte e diffusa campagna stampa a sostegno della richiesta di “processare” la Jervolino. Aperta la riunione i Presidenti Fanfani e Iotti dettero a me la parola per fare il punto della situazione...Sono ormai passati tanti anni e quindi non è facile cogliere l’importanza politica del comportamento della Iotti che fu di una correttezza estrema e che costituisce e che costituisce un’ulteriore prova della sua correttezza istituzionale.


&


Nilde Iotti, il volto della Repubblica, di Pietro Folena

Per la mia generazione Nilde Iotti ha incarnato il senso dello Stato. La capacità della parte, e di una donna di parte -e Nilde era donna di parte- di trasformarsi in rappresentante di tutti. Lì, in quei passaggi, la lotta per l’egemonia è stata vincente per il grande filone storico-politico del comunismo italiano.


&


Una vacanza con Nilde Iotti, di Angela Francese

Un’altra volta, durante un pranzo alla Maddalena, chiacchierando, abbiamo ricordato Togliatti. A quel punto, Nilde ha preso la borsa, ha sfilato il suo portafoglio, l’ha aperto e ci ha mostrato una foto di Togliatti, esclamando con amore “ era bello vero?”...


&


La prima volta che ho incontrato Nilde Iotti, di Romana Bianchi

La prima volta virtuale e poi tante prime volte: la prima volta in cui ho votato una  donna Presidente della Camera, la prima volta di una donna autorevole che ci insegnava ad essere libere, la prima volta di una dirigente politica che ci manifestava consenso e dissenso, senza compiacimenti o scomuniche. 


&


Il mio incontro (unico) con Nilde Iotti, di Alessandra Tazza

Ero all’ingresso del grande centro congressi e lei arrivò. Mi precipitai ad accoglierla. Non nascondo che ero un po’ intimidita, la sua figura destava qualche soggezione. La prima donna Presidente della Camera, la signora che con la sua naturale e austera eleganza sapeva farsi rispettare da tutti, una persona che aveva attraversato passaggi cruciali della nostra storia.


&


Nilde Iotti a Potenza, di Anna Maria Riviello

La sua persona all’epoca appariva un po’ distaccata e molto compresa nel ruolo. Nascondeva in realtà un temperamento vivacissimo, forti convinzioni e uno sguardo davvero rivoluzionario, risalente agli anni della sua prima esperienza politica, coraggiosa staffetta partigiana.. 


&


A Nilde, elogio della donna e dell’equilibrio, di Anna Maria Castelli

Era calma, solenne, sicura e anche molto dolce. Se potessi rivivere quel momento d’intimità, con l’esperienza di oggi, avrei un mondo di cose da chiederle, che allora non ebbi il coraggio di dire e rimasero chiuse nel mio cuore. 


&


Il debutto di Nilde Iotti alla Costituente. “Stesso trattamento economico tra uomini donne? Non vedo perché non debba avvenire”, di Graziella Falconi

8 ottobre 1946, Umberto Merlin, della Democrazia cristiana, avvocato di fama, assai scettico, interviene per sostenere che con tutta la generosità possibile non si può accettare lo stesso trattamento economico tra uomini e donne, del resto, dice “questo non avviene mai”. È a questo punto che si alza la giovane deputata Nilde Iotti, ventiseienne emiliana, comunista. E’ la prima volta che interviene tra i 49 maschi, di molti più anni di età e tutti di comprovata autorevolezza politica e professionale che formano la Prima Sottocommissione, dove le donne sono soltanto due: lei e Angela Gotelli, democristiana...


&


A tutte le donne che ogni giorno aprono una strada nuova nella storia. Il video del Dipartimento Pari Opportunità

"Perché una donna che riesce, riesce per tutte le altre". Così su facebook il Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio che, tra le figure di donne italiane che hanno dato il loro imprinting alla crescita e sviluppo del Paese, ricorda anche Nilde Iotti.
 


&


Cittadinanza e diritti. In memoria di Nilde Iotti di Pasquale Iorio

Il 10 aprile di quest’anno ricorre il 100° della nascita di Nilede Iotti, una delle donne protagoniste della vita politica e della storia del nostro Paese, che attivamente partecipò alle lotte contro il fascismo ed alla Costituzione democratica. Per questi motivi come rete delle Piazze del Sapere/Aislo Campania – in collaborazione con altre associazioni come Toponomastica Femminile, Istituto della Storia del Risorgimento ed Auser Caserta – abbiamo deciso di dedicarle un incontro pubblico a Caserta nella libreria Pacifico.


&


L'insediamento del Comitato per il centenario della nascita di Nilde Iotti. Il verbale

Livia Turco: "La discussione di oggi, le vostre proposte sono importanti per la definizione del programma. Sarà importante ciò che tutti e tutte insieme in un gioco di squadra riusciremo a realizzare per diffondere il messaggio di una grande donna, di una grande protagonista politica del nostro Paese". 


&


“Una donna per le donne”, incontro con Vittoria Franco per il centenario di Nilde Iotti

Promosso dal Gruppo Vivi Castiglion Fibocchi, venerdì 6 marzo alla Sala del Giglio a Castiglion Fibocchi in provincia di Arezzo.


&


“Amore e politica nella vita di Nilde Iotti”, il libro di Chiara Raganelli

Presentazione del volume all'Archivio centrale UDI a Roma. Sarà presente l'autrice

 

Il programma 


&


Montopoli in Val d'Arno dedica una piazza a Nilde Iotti

L'iniziativa in programma il 15 marzo nel comune toscano. Presenti il sindaco di Montopoli Giovanni Capecchi e la Consigliera regionale Alessandra Nardini.

 

Il programma.


&


La neo presidente del Pd, Valentina Cuppi, rende omaggio a Nilde Iotti

"Le mie rose da Presidente per omaggiare una grande donna. A Nilde Iotti. Partigiana, madre costituente, insegnante, prima donna Presidente della Camera. Perché la lotta per i diritti delle donne e per un'Italia migliore è il suo esempio e la nostra strada".

 

Livia Turco a Valentina Cuppi: "Grazie presidente ..sei una speranza per tutte noi..auguri di buon lavoro!"


&


Viaggiando in treno, in seconda classe...

Oggi, viaggiando nella seconda classe di un treno regionale diretto ad Arezzo per la presentazione del libro sulle leggi delle donne ho avuto conferma dai sorrisi e dalla conversazione con alcuni giovani che quella lezione e' più che mai attuale..


&


L'Italia ha ancora bisogno della forza innovativa delle donne

Proiezione del cortometraggio "La bella politica" alla libreria Feltrinelli di Arezzo. Interverrà la presidente della Fondazione NIlde Iotti, Livia Turco


&


Centenario Nilde Iotti. Il convegno al liceo Albertelli a Roma

Si è svolto, venerdì 14 febbraio al Liceo Albertelli a Roma, l’evento “NILDE IOTTI 100 (1920 – 2020)” per il Centenario della nascita. Evento co-organizzato da ANPI sezione Esquilino Monti Celio, dalla Fondazione Nilde Iotti e dalla dirigenza scolastica del Liceo Classico Pilo Albertelli.


&


La proposta delle Lega delle Autonomie Locali: “Una via o una piazza a Nilde Iotti in tutti i Comuni italiani”

La proposta l'ha lanciata su facebook il presidente di ALI, Matteo Ricci, che è anche Vicepresidente nazionale ANCI e sindaco di Pesaro, dalla sua pagina facebook: "Obiettivo, promuovere la conoscenza di una delle donne più importanti della nostra storia, proprio quest’anno che ricorre il centenario della sua nascita".


&


Insediato il Comitato per il centenario della nascita di Nilde Iotti

Porteremo il messaggio di Nilde Iotti neĺle scuole, tra i giovani, nei territori, nelle università, in tutti i luoghi di incontro delle persone, nelle periferie. Vogliamo affermare con l'esempio di Nilde Iotti i valori della democrazia, della giustizia sociale, della lotta contro le diseguaglianze, l'impegno per la libertà e la dignità femminile.


&


Una madre della Costituzione, una signora della politica

Sabato 25 gennaio a Santa Croce sull'Arno Livia Turco al convegno dell'Anpi sulla figura di Nilde Iotti a 20 anni dalla sua morte e 100 anni dalla nascita


&


“Cosa ho imparato da Nilde Iotti?”. Parte la campagna per il centenario della nascita di Agnese Malatesta

“Cosa ho imparato da Nilde Iotti?”, è l’emblematica domanda scelta per una campagna che accompagnerà le iniziative in programma nel 2020 per celebrare il centenario della nascita di questa eccezionale donna di Stato, avvenuta il 10 aprile 1920 a Reggio Emilia.


&


Cenni: “Nilde Iotti, le due dimensioni strategiche del suo impegno: per le donne e per i valori costituzionali”

Pubblichiamo l'intervento integrale svolto in Aula in aula alla Camera dall'on. Susanna Cenni per il gruppo del Partito Democratico in occasione della commemorazione per la ricorrenza dei 20 anni dalla scomparsa di Nilde Iotti.


&


Spadoni: “Nilde Iotti è stata una donna che ha saputo essere se stessa nonostante tutto e tutti”

Pubblichiamo l'intervento integrale svolto in Aula dalla vice presidente della Camera Maria Edera Spadoni durante la commemorazione di Nilde Iotti lo scorso 4 dicembre.


&


“Cosa ho imparato da Nilde Iotti”

In occasione del ventesimo anniversario della scomparsa di Nilde Iotti (4 dicembre 2019) e per avviare le celebrazioni del centenario della nascita (10 aprile 2020), la Fondazione Nilde Iotti promuove un incontro per ricordare la personalità, il pensiero e l’azione di questa nostra Madre della Repubblica.

Appuntamento a Roma, l'11 dicembre alle 18.00 a Roma in Via Merulana 121.


&


“Gli anni con la presidente Iotti”. Parla Giorgio Frasca Polara

L'intervista su ytali. di Guido Moltedo a uno dei più stretti collaboratori di Nilde Iotti. Il segreto di Nilde Iotti? "Il segreto, se così si può chiamare, stava nella sua personalità e nella sua storia. Una personalità costituita da molteplici elementi: il rigore, il forte impegno politico, la disponibilità straordinaria ad ascoltare tutti, il fiuto impressionante nel cogliere il nucleo nascosto degli eventi e, non ultima dote, la serenità ovunque e comunque".


&


Quando Iotti disse no a Cossiga di Giorgio Frasca Polara

...Fatto sta che di lì a poco giunse alle orecchie dei più stretti collaboratori di Iotti l’indiscrezione che Cossiga, allora nel pieno del suo picconaggio dal Quirinale, intendeva offrire alla presidente della Camera il seggio di senatrice a vita. Breve consultazione con chi le aveva riferito la voce, ma in realtà Nilde aveva già deciso. Prima dunque che l’indiscrezione trapelasse, come in effetti avvenne, prese un biglietto e scrisse a Cossiga una frase sola, due righe appena: “Qui sono stata chiamata ripetutamente dai colleghi, e qui resto per rispettarne la volontà”...


&


Nilde Iotti vista con gli occhi di oggi di Tiziana Noce (intervento al Convegno del 20 giugno 2019)

Guardare a Nilde Iotti con gli occhi di oggi per chi si occupa di storia politica delle donne è un compito facile. Se il mondo, il contesto, i principi, il vissuto di Iotti appartengono a un passato assai diverso dal nostro presente, è altrettanto vero che molte delle istanze politiche che Iotti ha affrontato nel corso della sua attività, seppure mutate nelle forme, sono ancora davanti a noi nella sostanza: la costruzione della pace, di una democrazia inclusiva e di una società solidale, la difesa del lavoro, la riduzione delle diseguaglianze, la necessità del dialogo come presidio di civiltà.


&


Ricordo di Nilde Iotti di Marisa Rodano (intervento al Convegno del 20 giugno 2019)

Mi si chiede un ricordo su Nilde Jotti. Quando penso a Nilde, penso all’amica con la quale ci scambiavamo le ricette di cucina – era un’ottima cuoca – o con la quale   andavamo a cercare le stoffe con cui farci confezionare gli abiti.  Penso alla dirigente dell’UDI che a carnevale arrivava alle riunioni della Segreteria con un cestino di frappe da lei confezionate.
Oppure alle passeggiate con lei e Togliatti in Valle d’Aosta e al garbo con cui calmava l’ansietà di Togliatti quando mio figlio Giaime e la loro figlia adottiva Marisa, che erano andati a giocare al fiume, tardavano a tornare a casa.


&


Il  riformismo di Nilde Iotti di Livia Turco (il Sole 24 ore)

Dall’inizio del suo mandato da Presidente,  il 20 giugno 1979, fino a quando lasciò l’Aula di Montecitorio nel 1993,il suo cimento è stato quello di fare vivere i valori della Costituzione attraverso la messa in campo di un azione riformatrice per rendere il Parlamento e le istituzioni capaci di svolgere quella funzione centrale di rappresentanza, di guida,  di indirizzo e di governo necessari al Paese. 


FONDAZIONE NILDE IOTTI

Via Flaminia 53 (sesto piano)
00196 - Roma
email: info@fondazionenildeiotti.it
telefono: +39.06.86.20.57.85