Home | La Fondazione | Pubblicazioni | Iniziative | Rassegna stampa | Archivio Nilde Iotti  
   
   
 

La campagna per digitalizzare l’archivio storico di Noi Donne. Firma anche tu

 
 


Sostieni il progetto con un semplice click. Vai a questa pagina si può votare ben due volte: con il numero di cellulare e anche attraverso FB (che vale doppio!).

leggi...
 
     

La morte di Simone Veil

 
 


Mi ha fatto molto riflettere il fatto che sia Simone Veil, la prima Presidente del Parlamento Europeo eletto direttamente dai cittadini, sia Helmut Kohl, il Cancelliere della riunificazione, siano morti in giorni molto difficili per l’Unione europea, nei quali il sogno dell’Europa dei popoli sembrava svanire e più che di solidarietà e di progetti di pace si parlava di populismi e di chiusura dei confini e dei porti.



di Rosa Russo Jervolino

leggi...
 
     

Blessing Okoedion, il coraggio di una donna

 
 


Il 12 giugno la Fondazione Nilde Iotti e l’associazioneSlaves no more!hanno presentato il libro presso la Camera dei deputati. Un incontro molto partecipato nel quale alla toccante testimonianza di Blessing Okoedion hanno fatto da sponda persone da anni impegnate su questo fronte, sotto la sapiente regia di Gianni Anversa.

leggi...
 
     
 
  leggi...  
     

"A mano libera". Donne tra prigioni e libertà

 
 


“A mano libera” è un piccolo gioiello. Raccoglie pensieri e riflessioni di detenute e non detenute sul tema delle prigioni e della libertà.



“A mano libera” è il frutto del Laboratorio tenuto dal novembre 2016 al maggio 2017 nella Casa circondariale di Rebibbia da Tiziana Bartolini e Paola Ortensi per “Noi donne” e “Noi donne Tre Punto Zero. Ma in realtà il progetto è in piedi da tre anni.

leggi...
 
     

C'era una volta la Carta delle Donne. Il libro

a cura di Letizia Paolozzi e Alberto Leiss

 
 


Il libro si può ordinare presso IBS e Feltrinelli come librerie on line. Ma anche presso tutte le buone librerie di fiducia indipendenti. Si può trovare già disponibile a Roma alla Libreria Fahrenheit a Campo de’ Fiori e a Milano alla Libreria delle donne.


 


Si può ordinare in cartaceo o in pdf direttamente a Biblink scrivendo a info@biblink.it (si riceverà una risposta con tutte le spiegazioni) oppure sempre direttamente a Biblink seguendo le indicazioni presenti nel sito www.biblink.it. 

leggi...
 
     

Il coraggio della libertà. Storia di una donna uscita dall'inferno della tratta

 
 


Un libro di Blessing Okoedion, una giovane nigeriana vittima di tratta, che ha avuto il coraggio di ribellarsi ai suoi sfruttatori e di raccontare la sua storia. Perchè altre ragazze non facciano la sua fine.



Se ne parlerà a Roma, il prossimo 12 giugno alle 16.30 presso l'Auletta dei Gruppi parlamentrai alla Camera dei deputati.



 



La locandina.

leggi...
 
     

Rue Saint Honoré 249. Riflessioni sulle presidenziali francesi

di Marialba Pileggi

 
 


Le Presidenziali in Francia non sono elezioni come tutte le altre danno  senso persino all’astensione e rovesciano tutto come mostra il voto del 7 maggio. In questo laboratorio capace di inventare la teoria, le forme  e le pratiche come ho già scritto nel passato si trasforma e si rinnova la realtà non solo francese.

leggi...
 
     

Per non tornare al Buio. Il libro di Livia Turco a Genova

 
 

Livia Turco presenterà il suo libro "Per non tornare al buio. Dialoghi sull'aborto" lunedì 15 maggio alle ore 17.30 a Palazzo Ducale a Genova. Se ne parlerà con la giornalista Michela Bompiani di Repubblica, il ginecologo Sandro V. Viglino e il professor Nicla Vassallo, ordinario di Filosofia all'Università del capoluogo ligure.


 


 

leggi...
 
     

Le madri fondatrici dell'Europa. Incontro a Roma

 
 


Sabato 6 maggio si è svolto l'incontro su “Le madri fondatrici dell’Europa”. Con Maria Pia di Nonno – dottoranda e autrice di una ricerca che è diventata libro e mostra itinerante sulle donne che hanno fatto l'Europa e alla presenza della Vice-Presidente della fondazione Nilde  Iotti la dott.ssa Francesca Russo, si sono oncontrate le associazioni e i mondi femminili per celebrare, in occasione dei 60 anni dai Trattati di Roma, la figura di Maria De Unterrichter madre costituente eletta nel collegio Potenza/Matera e fondatrice del CIF.

leggi...
 
     

“Chi è chi”. Siamo tutti travestiti. Un video di Nicla Vassalo e Gianni Ansaldo

 
 


“Chi è. Who is”, è un video poco standard e ricco di persone autorevoli, che lavorano per l’interno anno con serietà e impegno, senza alcun narcisismo, sulla tematica. Girato per la giornata internazionale del 17 maggio contro l'omofobia, la bifobia e la transfobia, ha richiesto fatica e lavoro a tutte e tutti coloro che vi partecipano. 

leggi...
 
     

Femminismi e Islam in Marocco. Attiviste laiche, teologhe, predicatrici. Il nuovo libro di Sara Borrello

di Vaifra Palanca

 
 

“In memoria di Giulio Regeni”. E’ questa la dedica del libro di Sara Borrillo, frutto di una ricerca sul campo in Marocco, partecipata, come si dice in termini sociologici, durata ben 5 anni, che ci restituisce con rigore analitico, ma anche con semplicità narrativa, il dinamismo dei movimenti delle donne in un paese complesso e orientato a una moderata modernizzazione.
leggi...
 
     
 
  leggi...  
     

Aborto. Turco: “Si apra un tavolo di confronto tra medici obiettori e non obiettori”

 
 


“Su questo tema non possiamo permetterci polemiche politiche e scontri ideologici, anche perché si rischia di oscurare il successo della legge 194 grazie alla quale stiamo assistendo a un drastico calo degli aborti”. L’ex ministro della salute lancia un messaggio al ministro Lorenzin in occasione della presentazione suo libro “Per non tornare al buio” nella sede della Camera a Palazzo San Macuto 

leggi...
 
     

C'era una volta la Carta delle Donne

 
 


Il Pci, il femminismo, la cri della politica. Presentazione del libro di Letizia Paolozzi e Alberto Leis il 5 maggio a Roma.



 



Il programma.

leggi...
 
     

Donne che hanno fatto l’Europa

 
 


Un volume edito dal Senato della Repubblica. Le donne cui è dedicato il presente volume hanno investito gran parte della loro esistenza nella costruzione di un’Europa unita e in pace, l’Europa del pensiero, delle idee, della visione e della realtà.



 



Scarica il volume.

leggi...
 
     

Nilde  Iotti e l’Europa

di Rita Palanza

 
 

Nel ruolo di Nilde Iotti in relazione alla costruzione europea si rintracciano gli elementi più importanti che hanno caratterizzato la sua figura nella politica e nelle istituzioni. 


Così come nelle vicende nazionali, anche in quelle europee la Iotti ha dimostrato doti di realismo e di equilibrio, di legame con le proprie radici ideali e politiche, insieme a capacità di cambiamento e di innovazione. Ella è stata capace di intuire e anticipare, insieme a pochi altri, le linee di analisi e gli indirizzi di azione europeisti a cui il suo partito, il Partito comunista italiano, sarebbe giunto solo a distanza di tempo. 
leggi...
 
     

Ricordo di Bice Foà Chiaromonte

 
 


Nata a Napoli nel 1930, Bice, apparteneva ad una grande, ramificata, numerosa famiglia ebraica, testimone di una parabola che la vede in prima fila nelle battaglie risorgimentali, nella difesa della Patria durante le due guerre mondiali, colpita e sparpagliata per il mondo dalle leggi razziali, in prima fila nell’antifascismo e nella Resistenza.

leggi...
 
     

Il 22 aprile la seconda Giornata nazionale della salute della donna

 
 

Com’è lo stato di salute delle donne in Italia? Torna il 22 aprile la Giornata per la salute della donna


La seconda edizione della Giornata nazionale per la salute della donna, in programma a Roma il 22 aprile, lanciata dal ministro per la salute Beatrice Lorenzin si articolerà in una grande tavola rotonda divisa in tre sessioni che affronteranno i temi della salute delle donne durante tutto il loro ciclo di vita.


Seminari, incontri e poi stand e gazebo dove le associazioni di pazienti e le società scientifiche divulgheranno materiale informativo ai visitatori. 
leggi...
 
     

Aborto. Il 20 aprile a Roma confronto sul nuovo libro di Livia Tiurco e Chiara Micali con il ministro Lorenzin

 
 


Alle ore 16.30 alla Camera dei Deputati confronto sul libro Per non tornare al buio. Dialoghi sull'aborto. Ne discutono le autrici con il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, la presidente dell'Aogoi Elsa Viora e Claudia Mancina.



 



Il programma.

leggi...
 
     

L'Europa che vogliamo

di Maria José Mendes Evora

 
 


L'intervento tenuto in occasione del convegno "Riprendiamo la parola sull'Europa che vogliamo" svoltosi a Roma il 24 marzo alla vigilia delle celbrazioni per il 60° dei Trattati di Roma.

leggi...
 
     
Le donne contro la maternità surrogata
di Grazia Labate
 
 


La maternità surrogata è tornata al centro della discussione: alla Camera dei deputati si è svolto l’incontro internazionale “Maternità al bivio: dalla libera scelta alla surrogata, una sfida mondiale” promosso da Se non ora quando-libere nell’ambito del progetto “riprendiamoci la maternità”. 

leggi...
 
     

Le madri fondatrici dell'Europa

 
 


Un sito web dedicato al lavoro di Maria Pia Di Nonno, Dottoranda presso la Sapienza Università di Roma in ‘Storia dell’Europa’, che nel 2014 ha ricevuto il Premio ‘Giacomo Matteotti’ della Presidenza del Consiglio dei Ministri, con una tesi sul pensiero politico di Adriano Olivetti, ed è l’ideatrice di una serie di conferenze promosse dal 2014-2015, dagli Young Leaders dell’Istituto Luigi Sturzo di Roma, sulle Madri Fondatrici dell’Europa. 



 



Vai al sito

leggi...
 
     
 
Quei dialoghi sull’aborto per scoprire il valore della vita
 
 


La recensione di Claudia Mancina al libro di Livia Turco apparsa su L'Unità di domenica 19 marzo.

leggi...
 
     

Da obiettore a non obiettore. Intervista al medico che ha cambiato idea

 
 


Maurizio Silvestri è un ginecologo e lavora all'ospedale di Spoleto. In questa intervista all'Unità spiega il perché della scelta.



 



Leggi l'intervista.

leggi...
 
     

Mamme e Papà. Gli esami non finiscono mai.

Il nuovo libro di Chiara Saraceno

 
 


Presentazione del volume a Roma, a cura della Fondazione Nilde Iotti, giovedì 30 marzo 2017, dalle ore 16,30 alle18,30, presso la Sala del Refettorio, Palazzo San Macuto, Camera dei Deputati, via del Seminario, 76. Sarà presente l'autrice.



 



Il programma

leggi...
 
     

Seconda edizione del Premio Nilde Iotti. A Taranto il 10 Marzo

 
 


Si terrà venerdì 10 Marzo 2017 nel Salone di Rappresentanza della Provincia di Taranto a partire dalle ore 17,00 il Premio Nilde Iotti Taranto 2017.

Nell’anno 2015 si decise di istituire questo Premio, in prossimità della Giornata dedicata alla Festa della Donna, in collaborazione e con il Patrocinio sostanziale della Fondazione Nilde Iotti, la cui Presidente è l’On.le Livia Turco. Con la istituzione di questo Premio, la cui prima edizione si è tenuta nel 2016, si è ritenuto di offrire alle donne tarantine un premio per gratificare tutte coloro che con la loro operosità danno prestigio alla nostra Città.

leggi...
 
     
8 marzo. Un partito delle donne con una “nostra” agenda
 
 


 



“Invece di andare avanti sulla presenza delle donne nella società, nelle Istituzioni e in politica sembra essere tornate indietro. E in particolare la politica è tornata ad essere di solo uomini”. La denuncia arriva da Livia Turco, presidente della Fondazione Nilde Iotti e già storica esponente della Sinistra che come ministro della Solidarietà Sociale e poi della Sanità si è battuta con provvedimenti di legge per migliorare la vita delle donne.
leggi...
 
     

Dialoghi sull’aborto e sull’obiezione di coscienza. Pensando alla vita. L’ultimo libro di Livia Turco

 
 


Si intitola “Per non tornare al buio” il libro dell’ex ministro della Solidarietà Sociale e della Salute scritto insieme a Chiara Micali e appena uscito in libreria. Un viaggio narrativo che esplora due fenomeni apparentemente contraddittori: il calo degli aborti e il calo delle nascite. Con un filo narrativo inedito, arricchito da interviste in viva voce con 8 medici obiettori di coscienza e 11 non obiettori.

leggi...
 
     

Conferenza sulle ‘Madri Fondatrici dell’Europa’

 
 


Venerdì 17 febbraio 2017, ore 9:00, presso il Museo dell’Arte classica, nella Sala Odeion, si terrà la conferenza conclusiva del progetto ‘Le Madri Fondatrici dell’Europa’. Il progetto finanziato dal Bando di Avvio alla Ricerca 2016 dell’Università La Sapienza di Roma, con tutor il Professore Augusto D’Angelo, è stato realizzato da Maria Pia Di Nonno dottoranda in Storia dell’Europa.

leggi...
 
     
L’inno alla vita della combattente abortista
di Annalisa Lista 
 
 


Esce in questi giorni Per non tornare al buio. Dialoghi sull’aborto di Livia Turco, parlamentare PD di lunga carriera e per anni Ministro delle Politiche Sociali e della Sanità. Finito di leggere il suo scritto, abbiamo voluto incontrarla per fare quattro chiacchiere con lei su alcuni temi che hanno destato il nostro interesse.

leggi...
 
     

Metafisiche insofferenti per donzelle insolenti. Le nuove poesie di Nicla Vassallo

 
 


Professore ordinario di filosofia Teoretica, per di più con una matrice anglosassone, ovvero improntata sulla razionalità, e, nonostante Platone, da filosofo, si esprima contro la poesia, è in via di uscita in libreria (il prossimo 19 gennaio) la seconda raccolta di poesie di Nicla Vassallo (www.niclavassallo.net), dal titolo ‘Metafisiche insofferenti per donzelle insolenti’ (Mimesis Edizioni 2017).



Una raccolta amara, a volte caustica, sofferta e sofferente, a volte gioiosa, sull’omosessualità femminile, omosessualità, ancor oggi, ben più nascosta di quella maschile.

leggi...
 
     

La Grande Guerra e le donne italiane. Due nuovi libri

 
 

Donne “comuni” nell’Europa della Grande Guerra a cura di Roberto Bianchi e Monica Pacini e La Grande Guerra delle italiane Mobilitazioni, diritti, trasformazioni a cura di Stefania Bartoloni. Saranno presentati a Roma l'8 febbraio.


 

leggi...
 
     

L’Umbria ha una legge sulle politiche di genere

 
 


1. La Regione riconosce il valore della differenza e della libertà femminile e si propone di promuovere nuove forme di convivenza, più giuste e rispettose delle differenze, basate sul principio dell’interdipendenza che lega tra di loro gli esseri umani e questi agli altri esseri viventi, alle risorse naturali, produttive e culturali in un’ottica di condivisione delle responsabilità tra i sessi e le generazioni e nel rispetto e nella valorizzazione delle diversità. La condivisione delle responsabilità tra i sessi e le generazioni è riconosciuta e fondata sul principio di equità di distribuzione del potere e delle risorse.

leggi...
 
     

Un’idea di società

di Livia Turco

 
 


C’è una grande assente nel dibattito  pubblico sull’immigrazione, una assenza che non consente di andare alla radice dei problemi che connotano  l’immigrazione in questo nostro tempo. E’  il tema della convivenza tra europei, italiani  ed immigrati. Come stiamo insieme noi e loro? Quale idea di società ? Come tradurre il motto costitutivo   dell’Unione Europea dell’unità nella diversità? Porre questo tema significa incedere in una divagazione intellettualistica? Riproporre in modo  stucchevole il  dibattito sulla crisi o meno del multiculturalismo?

leggi...
 
     

Riflessioni di fine anno sulla salute delle donne

 
 


Le donne italiane hanno un’aspettativa di vita di 85 anni, contro gli 80,3 degli uomini; quelle che un tempo erano ritenute malattie a prevalenza maschile come malattie cardiovascolari, obesità, carcinoma polmonare, sono ora fra le principali cause di morte per le donne.

leggi...
 
     

Contro la povertà

 
 


Abbiamo letto sui giornali nei giorni scorsi  che ad Udine una ragazza è svenuta a scuola perché da due giorni non mangiava non per anoressia ma perché i genitori non avevano il cibo sufficiente da darle  e faceva la doccia con l’acqua fredda.

leggi...
 
     

Convegno al Senato sulle donne e gli uomini che hanno dato un “volto” alla Repubblica

 
 


Il 19 dicembre alla Sala Zuccari con il saluto del presidente del Senato Piero Grasso e della presidente della Fondazione Nilde Iotti Livia Turco. Al termine dell'incontro sarà consegnato il premio Rosa dei Venti 2016, in una seconda edizione straordinaria in occasione del 70° anniversario del voto alle donne.

leggi...
 
     

Auguri di cuore alle ministre del Governo Gentiloni

 
 


Auguri a Valeria Fedeli; amica e componente attiva della nostra Fondazione; ad Anna Finocchiaro; a Marianna Madia; a Roberta Pinotti; a Maria Elena Boschi; a Beatrice Lorenzin.

leggi...
 
     

Il nuovo protagonismo femminile nell’arte: Vo(l)to di Donna. La mostra a Roma dal 1 dicembre al 18 gennaio

 
 


Promossa anche dalla Fondazione Nilde Iotti, è stata presentata a Roma in un convegno il 1 dicembre scorso 



 



La locandina della mostra

leggi...
 
     

“Non una di meno”. Una manifestazione importante e inedita

 
 


Per chi come me ha vissuto tutte le manifestazioni delle donne è stato facile percepire subito  qualcosa di inedito tra le persone che sfilavano. Qualcosa che avevamo vissuto per la prima volta in quell’evento che ha fatto storia, la manifestazione  “se non ora quando”.

leggi...
 
     

Oggi partecipo alla manifestazione a Roma " NON UNA DI MENO"

 
 


Lo faccio con la gioia e l'impegno di sempre. Portando nel cuore in particolare il ricordo di quel giorno, il 15 febbraio del 1996 quando dopo vent' anni di lotte fu approvata la legge contro la violenza sessuale che definisce lo stupro delitto contro la persona e non contro la morale...(Livia Turco)

leggi...
 
     

Le comunità locali. Tra accoglienza e integrazione

 
 


Convegno della Fondazione Iotti il 21 novembre a Roma.

leggi...
 
     
De Luca contro la Bindi. Livia Turco: “Non parla così uomo delle Istituzioni”
 
 


"Ieri (17 novembre) Vincenzo De Luca, con quelle inaudite parole contro Rosy Bindi, ha fatto carta straccia dell'art. 54 della Costituzione". Lo rileva Livia Turco che esprime solidarietà "mia personale e di tutte le donne della Fondazione Nilde Iotti" alla presidente della commissione Antimafia. 

leggi...
 
     

Le leggi delle donne che hanno cambiato l'Italia - Intervista a Livia Turco

 
 


Video intervista a Livia Turco





Assemblea Regionale



Donne SPI CGIL - Veneto



19 otobre 2016

leggi...
 
     
Le leggi delle donne (che hanno cambiato l’Italia). Quali leggi e quali parole?
di Stefania Cavagnoli e Francesca Dragotto
 
 


Le donne nelle leggi e le parole impiegate per rappresentarle costituiranno l’oggetto di indagine di questo contributo, concepito per tentare di dare visibilità a quella parte di contenuti del testo che, pur rimanendo sommersi perché non esplicitamente espressi, prendono non di meno forma nella mente del fruitore del testo per effetto dei meccanismi della competenza linguistica e comunicativa soggiacenti e operanti in ciascun parlante di una lingua.

leggi...
 
     

Immigrazione, la storia di Fabrizio: "Io e mio figlio siamo nati in Italia ma non siamo italiani"

di Vladimiro Polchi

 
 


Tre generazioni senza cittadinanza. Nonna Zhara è fuggita dalla Somalia nel 1986 e ha partorito nel nostro Paese. Anche il nipotino Leonardo è venuto alla luce in un ospedale romano. Il papà: "È assurdo che siamo considerati stranieri, per via della legge del 1992" (da Repubblica,it)

leggi...
 
     

Tina Anselmi ci ha lasciato

 
 


Cara Tina Anselmi,


ci hai lasciato nel riserbo della tua casa a  Castelfranco Veneto .Da parecchio tempo non sentivamo più la tua voce chiara e non vedevamo quel tuo sorriso largo, limpido, accogliente. Ma non abbiamo mai dimenticato le parole  che pronunciavi e la bellezza del tuo sorriso. Ci hai lasciato consegnandoci  una grande eredità : quella della bella politica e della dignità femminile.

leggi...
 
     

Minori stranieri non accompagnati. La Camera approva la legge. Il testo passa al Senato

 
 


Il provvedimento  introduce un divieto assoluto di respingimento alla frontiera dei minori stranieri non accompagnati e modifica la disciplina relativa al divieto di espulsione se non esclusivamente per motivi di ordine pubblico e sicurezza dello Stato. IL TESTO



 



Leggi anche l'articolo di Barabara Pollastrini su L'Unità

leggi...
 
     

Un nuovo Umanesimo per la sinistra

 
 


In un interessante articolo su l'Unità, Emanuele Macaluso pone con la sua consueta lucidità una questione cruciale che dovrebbe essere  al  centro dell’agenda politica di tutti i partiti del Socialismo Europeo: la necessità di una conoscenza puntuale dei cambiamenti che hanno investito le nostre società.

leggi...
 
     

Consiglio d'Europa boccia maternità surrogata

 
 


"Sono felice che il Consiglio d'Europa abbia bocciato la regolamentazione della maternità surrogata o 'utero in affitto', pratica che considero abominevole". Così Livia Turco all'Ansa.

leggi...
 
     

La bella politica: le conquiste delle donne che hanno cambiato l’Italia

 
 

Presentazione del video promosso dalla Provincia di Perugia, progetto a cura della Dr.ssa Lorena Pesaresi in collaborazione con la Fondazione Nilde Iotti.


 


Appuntamento a Roma, il 14 ottobre alle ore 10, alla Sala del Mappamondo presso la Camera dei Deputati.
leggi...
 
     

Si fa presto a dire famiglia, il nuovo libro di Melita Cavallo

 
 


Giovedì 20 Ottobre 2016, alle ore 16.30 presso la Sala Aldo Moro alla Camera dei Deputati

leggi...
 
     

Quella morte al Pronto soccorso del San Camillo. Turco: “Troppi ritradi sulle cure palliative”

 
 


"I familiari di Marcello Cairoli avrebbero dovuto essere orientati dal medico di famiglia e dall'oncologo: sapere di aver la possibilità di rivolgersi a una struttura per le cure palliative. E di poter attivare l'assistenza domiciliare. Eppure abbiamo una delle leggi più avanzate d'Europa sul tema". 

leggi...
 
     

Livia Turco per una politica nuova e al femminile

 
 


Ci sono donne che operano nell’interesse della collettività, ma occorre più dialogo e incontro. Alcune riflessioni di Livia Turco, alla luce della sua esperienza. Intervista su Noi Donne di Tiziana Bartolini

leggi...
 
     

Giornata migranti. Livia Turco: "Celebra valore dignità" 

 
 


"Il 3 ottobre come giornata dei migranti ribadisce il valore della dignità umana come valore universale: mi auguro che questo valore conquisti il cuore e la mente di tutti gli italiani e di tutti gli europei e diventi il valore guida delle politiche di governo dell'immigrazione. Solo così potremo costruire un futuro di umanita' e di speranza". Lo dichiara all'ANSA Livia Turco, firmataria, insieme a Giorgio Napolitano, della prima legge quadro sull'immigrazione approvata nel 1998, provvedimento che si poneva l'obiettivo di superare la fase emergenziale. 

leggi...
 
     

Per me, per il lavoro, contro i caporali

di Marialba Pileggi

 
 


Sono Teresa Simeone, ho 33 anni, e sono madre di due figli. Sono una delle tante braccianti di Ceglie Messapico. …Se noi donne lottiamo possiamo ottenere qualcosa. La nostra esperienza del maggio 1986, quella dell’autogestione, ce lo ha dimostrato.



E’ per questo che io e altre quaranta braccianti oggi siamo donne comuniste. Vogliamo continuare la nostra lotta contro il caporalato, nella speranza che ci sia da parte di chi ci governa un minimo di ascolto e di considerazione. … Vogliamo almeno un accordo tra  produttori e lavoratrici senza l’intermediazione dei caporali, che controllano oramai il lavoro agricolo del brindisino, del barese, del metapontino e persino della Calabria. 



Così scriveva Teresa nel 1987 sul mensile della Commissione nazionale di organizzazione del PCI.

leggi...
 
     

Una magnifica ossessione. La vocazione pedagogica del Pci

 
 

Il prossimo 5 ottobre a Roma presso il Palazzo dell'Informazione a Piazza Mastai 9, presentazione del nuovo libro di Graziella Falconi.


                                                 


                                                              
leggi...
 
     

Anziché stampare ignobili manifesti portare maternità e paternità a Palazzo Chigi, ma sul serio

 
 


Stiamo diventando una società sterile che non consente alle donne ed agli uomini di avere i figli che si desiderano. Sterilità dei corpi perché i tempi sociali condizionano quelli biologici e non rispettano i loro ritmi. Sterilità umana perché il nostro vivere è sempre più  incentrato sulla fretta, sulla velocità sull'ansia della prestazione, sull'apparire, sulla bellezza esteriore. 

leggi...
 
     

Ciampi: Livia Turco, rigoroso ma attento a politiche sociali

 
 


 "Un uomo rigoroso nel rispetto dei conti pubblici ma attento alle politiche sociali. Ha sempre dimostrato un'enorme sensibilità verso i problemi dei più deboli e delle famiglie in difficoltà". Così Livia Turco ricorda con cordoglio Carlo Azeglio Ciampi "che - dice - ho conosciuto e con cui ho lavorato quando, ai tempi dei governi dell'Ulivo, lui era ministro del Tesoro e io della Solidarietà sociale".

leggi...
 
     

Tanti carissimi auguri amica speciale!

 
 


Nella Sala della Regina della Camera dei Deputati giovedì scorso, 15 settembre, si svolgeva una bella iniziativa dedicata alla conquista del Diritto di Voto da parte delle donne, organizzata dalle donne del PD e dalla Fondazione Iotti.



 



Quando prende la parola, Rosa Russo Jervolino ci spiazza tutte. Con tono di voce fermo e determinato dice "Non bastano parole occorrono fatti..."

leggi...
 
     

Il primo voto non si scorda mai

 
 


Appuntamento a Montevarchi (Arezzo) il 19 settembre.

leggi...
 
     

70 anni dal voto alle donne. Convegno alla Camera con la ministra Maria Elena Boschi

 
 


L'appuntamento è per il prossimo 15 settembre. L'iniziativa promossa delle parlamentari del Pd e dalla Fondazione Nilde Iotti

leggi...
 
     

70 anni di cittadinanza. Assemblea delle donne Spi Cgil di Torino

 
 


Il 29 settembre si aprirà con una lezione magistralis di Livia Turco

leggi...
 
     

Nilde Iotti. La Storia è Donna

 
 


Convegno a Villasor (Cagliari) il 17 settembre.

leggi...
 
     

Burkini. Nessuna condanna se è una scelta delle donne

 
 


"Riconosciamo alle donne mussulmane di praticare il valore che ci sta tanto a cuore:la libertà di scelta. Dunque il burkini se scelto non può essere motivo di condanna e di indignazione da parte nostra". 






 


Così Livia Turco interviene nel dibattito scaturito dalla decisione della Francia di vietare il burkini.

leggi...
 
     

Terremoto. Perché non dobbiamo perdere il coraggio

 
 


Ho seguito la messa dedicata alle vittime del terremoto stamattina, a Morozzo in provincia di Cuneo con accanto la mia anziana mamma. Ci siamo ripetute tante volte in questi giorni " chissà  come faremmo noi se ci trovassimo senza casa, senza niente, con la morte di persone care.."

leggi...
 
     

Burqa e Burkini/2. Le paure della Francia

di Tahar Ben Jelloun (La Repubblica)

 
 


Il giudice di Nizza ha invocato lo stato di emergenza, dichiarato in Francia dopo l'attentato di Nizza che ha fatto 85 morti e decine di feriti, e ha dato ragione al sindaco di Cannes per aver vietato il burkini sulle spiagge. C'è una tensione palpabile tra la comunità musulmana e il resto della popolazione che, pur sapendo perfettamente che i terroristi che agiscono in nome dell'islam non sono veri musulmani, confonde terrorismo e islam.  

leggi...
 
     

Burqa e Burkini/3. La doppia oppressione

di Chiara Saraceno (da La Repubblica)

 
 


Si può provare pena ed anche un po' di rabbia per una donna che indossa il burkini in spiaggia, così come per una che in piena estate se ne va in giro in città coperta fino alle caviglie e ai polsi, mentre attorno a lei i suoi compagni maschi e i suoi bambini se ne vanno allegramente con braccia e gambe nude.

leggi...
 
     

Burqa e Burkina

di Livia Turco

 
 


Riconosciamo alle donne musulmane di praticare il valore che ci sta tanto a cuore: la libertà di scelta. Dunque il Burkina se scelto non può essere motivo di condanna e di indignazione da parte nostra. La laicità in cui crediamo è quella che riconosce le differenze quando esse sono compatibili con i valori fondamentali della dignità umana.

leggi...
 
     

Non c’è tempo per fermarsi a capire

di Marialba Pileggi

 
 


Rouen e la violenza di questi mesi mi ricordano la mia tesi di laurea a partire dal rogo di Moelln. Yelise (10 anni), Ayse (14 anni) e Bhaide (51 anni) sono bruciate vive nella loro casa. Era il 23 novembre del 92, dei giovani rivendicano con una telefonata la violenza razzista contro quei corpi femminili...andate siamo stati noi Heil Hitler. 

leggi...
 
     

L’Uomo, la vita in gruppo e la paura

di Antonella Bellino

 
 


Ci sono tutti gli stimoli per fare ancora una riflessione sull’Homo Sapiens. Dunque, la specie umana rientra nella classe dei mammiferi, la maggior parte dei quali vive in gruppo, e anche l’uomo fa parte di questi. Anzi, per la sua sopravvivenza, il fatto di vivere in gruppo è stato essenziale per l’Uomo, ed è probabilmente nella sua capacità di comunicare che risiede il distinto  passo evolutivo della nostra Specie rispetto alle altre: comunicare l’esperienza ha permesso di costruire una risposta di adattamento all’ambiente e al contesto decisamente utile.

leggi...
 
     
 
  leggi...  
     
 
  leggi...  
     
 
  leggi...  
     
 
  leggi...  
     

Maria De Unterrichter Jervolino

 
 


di Robertino Ghiringhelli

leggi...
 
     

Adele Bei

 
 


di Valeria Fedeli

leggi...
 
     

Nadia Gallico Spano

 
 


di Vasco De Cet

leggi...
 
     

Ottavia Penna Buscemi

 
 


di Maria Teresa Morelli

leggi...
 
     

Maria Nicotra

 
 


di Maria Teresa Morelli

leggi...
 
     

Elisabetta Conci

 
 


di Maria Teresa Morelli

leggi...
 
     

Vittoria Titomanlio

 
 


di Rosa Jervolino Russo

leggi...
 
     

Elettra Pollastrini

 
 


di Elena Luviso

leggi...
 
     

Laura Bianchini

 
 


di Paola Gaiotti

leggi...
 
     

Angela Gotelli

 
 


di Paola Gaiotti de Biase

leggi...
 
     

Le madri della Repubblica

La storia delle 21 donne che hanno scritto la Carta Costituzionale

 
 


La Fondazione Nilde Iotti  in occasione del Settantesimo anniversario del voto alle donne  vuole rendere onore alle Madri della nostra Repubblica, le 21 donne Costituenti  che hanno partecipato alla elaborazione della Costituzione, facendo conoscere di ciascuna  la biografia ed il contributo dato alla stesura degli articoli della Costituzione.

leggi...
 
     

Maria Maddalena Rossi

 
 


di Livia Turco

leggi...
 
     

Rita Montagnana Togliatti

 
 


di Grazia Labate

leggi...
 
     

Angiola Minella Molinari

 
 


di Marco Citterico

leggi...
 
     

Teresa Mattei

 
 


di Grazia Labate

leggi...
 
     

Filomena Delli Castelli

 
 


di Flavia Piccoli Nardelli

leggi...
 
     

Bianca Bianchi

 
 


di Elena Marinucci

leggi...
 
     

Angela Maria Guidi Cingolani

 
 


di Graziella Falconi

leggi...
 
     

Ottavia Penna Buscemi

 
 


in preparazione

leggi...
 
     

Angelina Merlin

 
 


di Fiorenza Taricone

leggi...
 
     

Teresa Noce

 
 


di Graziella Falcone

leggi...
 
     

Maria Federici

 
 


di Rosa Iervolino Russo

leggi...
 
     

Nilde Iotti

 
 


di Francesca Russo

leggi...
 
     

Perché le 21 donne costituenti sono le madri della nostra Repubblica

 
 


di Livia Turco

leggi...
 
     

Protagoniste nonostante tutto. Il difficile cammino del voto alle donne

di Anna Finocchiaro (da Italiani Europei)

 
 

A settanta anni dall’introduzione del sufragio universale in Italia è possibile tracciare un bilancio del complesso e intricato cammino compiuto dalle donne per conseguire il diritto di voto. Un percorso non certo ininterrotto e privo di ostacoli verso la vita democratica; tuttavia, le grandi lotte civili di questi anni non sono state infeconde e, nonostante ancora molto debba essere fatto, si può ragionevolmente pensare che costituiscano non solo un patrimonio cui ispirarsi ma la testimonianza dell’irriducibile tensione delle donne italiane a essere, tra molte diicoltà, soggetto protagonista della scena pubblica.
leggi...
 
     

Il Referendum Monarchia-Repubblica visto da Rosa Iervolino Russo

 
 


Pubblichiamo  il racconto (pubblicato sulla rivista Italiani Europei), intimo e particolarissimo, dei giorni eccezionali del referendum Monarchia-Repubblica e della stagione costituente visti con gli occhi di una ragazzina napoletana che eletti in quella Assemblea aveva entrambi i genitori. E che avrebbe poi vissuto, da protagonista, alcune delle pagine più intense, oltre che terribili, della storia della nostra democrazia.

leggi...
 
     
 
  leggi...  
     

70 anni di voto alle donne. Il convegno a Caltanisetta

 
 


Si è svolto l’11 luglio scorso il convegno promosso da Onde Donne in movimento, dalla Rete degli studenti medi e dal Comune di Caltanissetta, con la partecipazione della presidente della Fondazione Nilde Iotti, Livia Turco



 



Leggi articolo su La Sicilia



 



L'intervento di Teresa Gentile

leggi...
 
     

L'altra faccia dell'integrazione. il nuovo disco della Piccola Orchestra di Tor Pignattara, 'Under'

 
 

Si intitola 'Under' il nuovo inedito della Piccola Orchestra di Tor Pignattara, gruppo composto da 22 ragazzi adolescenti italiani, immigrati di seconda generazione e richiedenti asilo guidati artisticamente da Pino Pecorelli, storico membro dell’ Orchestra di Piazza Vittorio. Il singolo arriva dopo tre album in cui la Piccola Orchestra di Tor Pignattara ha lavorato soprattutto alla rielaborazione di brani del repertorio tradizionale etnico e raccoglie tutta la forza espressiva e le “storie” che ognuno dei componenti del gruppo porta con sé. Il video in anteprima su Republica.it
leggi...
 
     

Susanna Tamaro e la gestazione per altri

 
 


Un articolo della scrittrice sul Corriere della Sera del 5 luglio

leggi...
 
     

Tina Anselmi. Convegno alla Camera delle deputate PD

 
 


Leggi il programma dell'evento in programma il 30 giugno.

leggi...
 
     

Brexit. Che cosa accadrà al NHS adesso che la Gran Bretagna ha votato per uscire dall’Ue?

di Grazia Labate

 
 


La sanità è stata un campo di battaglia chiave nella campagna pro Brexit. La campagna Leave aveva sostenuto che Brexit avrebbe potuto salvare il NHS. Ma la realtà post referendum sta dimostrando che gli shock economici, porteranno il futuro governo a prevedere meno fondi per il NHS e i servizi sanitari. Ecco uno sguardo a ciò che potrebbe accadere al sistema sanitario nazionale, amato della Gran Bretagna, dopo l’uscita dalla Ue. 

leggi...
 
     

“La magnifica ossessione”. Un libro di Graziella Falconi

Recensione di Pietro Folena

 
 


La magnifica ossessione è un romanzo di Lloyd C.Douglas del 1929, anno della grande crisi americana, che ha ispirato i due film, il principale dei quali nel 1954. Bob Merrick, il protagonista, a un certo punto di una vita dissoluta e sregolata, viene preso dalla “magnifica ossessione” di occuparsi degli altri.



Graziella Falconi, per anni dirigente del PCI e del PDS-DS, donna di grande sensibilità culturale (messa alla prova nel suo bellissimo libro “Oh, bimbe”, una serie di ritratti di donne del PCI), usa non casualmente il titolo di quest’opera americana per parlare dell’ossessione dei comunisti italiani per la formazione e la cultura (Una magnifica ossessione. Ed. Harpo, Roma, maggio 2016).

leggi...
 
     

Brexit. L'università che reagisce

 
 


La replica del professor Ed Byrne sui risultati del referendum e un commento di Nicla Vassallo

leggi...
 
     

“Da Peano a oggi. E le donne?”

di Riccardo Pozzo (Il Sole 24 ore del 19 giugno 2016)

 
 


Già, “si pensi solo a Maria Montessori, Antonia Pozzi, Sofia Vanni Rovighi, Margherita Isnardi Parente, Adriana Cavarero, Francesca Rigotti, Roberta De Monticelli, Franca D’Agostini, Rosi Braidotti, Nadia Urbinati e Nicla Vassallo”. Così recita l’interessante articolo che qui si riporta, tratto dal “Domenicale” del Sole 24 Ore, a opera di una firma d’eccezione, sulla cui oggettività e preparazione si possono nutrire ben pochi dubbi, ovvero da Riccardo Pozzo. Per di più, alcune di queste filosofe sono state (in vari modi) indotte, o costrette, a rifugiarsi all’estero per fare filosofia: Francesca Rigotti insegna in Svizzera, Rosi Braidotti in Olanda, Nadia Urbinati negli Stati Uniti. Quando mai giungerà il momento di domandarsi, con la dovuta serietà, la ragione di tale situazione?

leggi...
 
     

“Dopo di Noi” è legge: lo Stato per le famiglie speciali

di Anna Maria Parente (da l'Unità del 14 giugno 2016)

 
 


Il “Dopo di Noi” è finalmente legge. Per la prima volta in questa legislatura si dà voce a chi spesso non ce l`ha, le persone con disabilità grave, con patologie non determinate dall`invecchiamento. Per la prima volta, lo Stato prende per mano famiglie molto speciali, intercettando da un lato il bisogno di autonomia dei disabili e dall`altro quello di serenità dei padri e delle madri.

leggi...
 
     

Il primo voto. Elettrici ed elette. Un libro di Patrizia Gabrielli

Recensione di Maria Teresa Morelli

 
 

Il volume, pubblicato dall'editore Castelvecchi per il 70° anniversario del voto alle donne, ricostruisce, con uno stile fresco e discorsivo, la partecipazione femminile tra la guerra e i primi anni della Repubblica italiana. 
leggi...
 
     

Carla Voltolina Pertini. Quando disse: “Se ti fanno presidente vado a Nizza”

 
 


Era la vigilia della possibile elezione a Capo dello Stato di Sandro Pertini e Carla Voltolina (prese il nome del marito solo dopo la morte di Pertini) lo fece sul serio. “Non ho nessuna intenzione di seguirlo al Quirinale bardata come una Madonna”, diceva. E tenne fede a questo stile tutta la vita: agli ospiti che passavano nei suoi trentacinque mq di casa a Fontana di Trevi, mostrava  dalla finestrella del bagno il palazzo presidenziale: “Il mio rapporto  con il Quirinale sarà così, da lontano”. 

leggi...
 
     

“Ampliare lo sguardo”. Il nuovo libro di Anna Loretoni

 
 


Presentazione il 15 giugno a Roma. Ne parlano, insieme all'autrice, Anna Elisabetta Galeotti, Francesca Izzo e Claudia Mancina.

leggi...
 
     

70 anni di storia percorsi in 70 anni di leggi

70 anni in 46 Carte  in 70 ritratti di donne

 
 


1946 – 2016 Donne in gioco l’evento dell’anno  in occasione del 70esimo del Diritto al Voto delle Donne a Foggia. Primo gioco europeo sulla storia delle donne in chiave giuridica.



 



Il bambino che non gioca non è un bambino, ma l’adulto che non gioca ha perso per sempre il bambino che ha dentro di sé. Pablo Neruda

leggi...
 
     

Il Diritto e il Gioco dell’Oca (Aspettando il Sapiens-Sapiens)

di Antonella Bellino

 
 


Leggevo un interessante carteggio tra Albert Einstein e Sigmund Freud (1932), nel quale lo scienziato interpellava il padre della psicanalisi circa la possibilità per l’uomo di superare la violenza. La domanda esatta era:  “C’è un modo per liberare gli uomini dalla fatalità della guerra?”. In particolare, Einstein chiedeva a Freud se vi fossero ostacoli psicologici antropologicamente insuperabili o se fosse possibile per l’Uomo superare l’istinto di sopraffazione a favore di una convivenza sociale senza violenza e retta dal diritto. 

leggi...
 
     

Dopo di noi. Un convegno ad Ariccia con Livia Turco

 
 


In programma il 23 maggio presso il Palazzo Chigi del comune laziale.



 



Il programma

leggi...
 
     

“70° del voto alle donne. La Repubblica delle Italiane”. Convegno a Reggio Emilia il 21 maggio

 
 


Promosso dalla Fondazione Nilde Iotti. Alle ore 9.30 presso la Sala del Tricolore del Municipio di Reggio Emilia. Conclusioni del ministro Maria Elena Boschi.


 



 

leggi...
 
     

I Diritti umani: un cammino di civiltà

di Livia Turco

 
 


L'idea di un momento di studio e di riflessione sul tema dei Diritti umani è nata dapprima nell'ambito della Associazione ex parlamentari e si è estesa, poi, per merito del Senatore Manconi, al Senato che ci ospita ed alla Fondazione Iotti.



Un grazie di cuore ai relatori che generosamente hanno accettato di guidarci sulla  base della loro esperienza e dello studio dedicato al tema.



 



L'intervento introduttivo al convegno del 20 aprile.

leggi...
 
     

Il diritto e i diritti dell’uomo

di Ottavio De Bertolis

 
 


E’ indubbio che parlare di diritti dell’uomo ˗ o di diritti umani, o di diritti della persona ˗ non significhi parlare di attributi dell’individuo astrattamente intesi, una sorta di verità che lo riguardino in ogni tempo e in ogni luogo, pur se effettivamente nella storia sono stati anche così intesi, tanto da una tradizione giusnaturalistica quanto nella loro versione razionalistica e illuministica.



 



L'intervento al convegno del 20 aprile.

leggi...
 
     

Per una cultura storica dei diritti dell’uomo

di Vincenzo Ferrone

 
 


Nella seconda delle Considerazioni inattuali Nietzsche ha scritto che la storia serve a vivere. A vivere con dignità, vorrei aggiungere: facendo appello, se occorre alla parte profonda e migliore della nostra coscienza storica, e in particolare a quella che fu prima combattuta e poi dimenticata per due secoli, la storia dei diritti dell’uomo.



 



L'intervento al convegno del 20 aprile.

leggi...
 
     

Un video di donne contro l’omofobia

di Nicla Vassallo

 
 


Non so se sia la prima volta che in un video contro l’omofobia compaiano esclusivamente donne. Si è trattato di una scelta voluta e desiderata per trasmettere a tutti e a tutte che donne intelligenti (eterosessuali o omosessuali) nutrono idee precise e diverse contro la fobia, la malattia in questione. Purtroppo, il percorso non si è rivelato facile.

leggi...
 
     
 
  leggi...  
     

La salute della donna e la medicina di genere. Una sfida da vincere

di Grazia Labate

 
 


La giornata nazionale sulla salute della donna traccia la road map. Ora si tratta di far marciare gli impegni presi che rappresentano le responsabilità “innovatrici” che dovranno persuadere gli attuatori, come pure i resistenti, la cui presenza va quindi considerata come fisiologica in ogni processo innovativo, da cui non bisogna lasciarsi ingabbiare quando la causa è giusta

leggi...
 
     

25 aprile a Todi. Si parla del 70° del voto alle donne

 
 


Iniziativa promossa dall'Anpi, prevede la partecipazione di Alessandra Tazza della Fondazione Nilde Iotti.

leggi...
 
     

Mirella Bortolotti. La prima “assessora” di Bologna

di Simona Lembi

 
 


Mirella Bortolotti fu la prima donna ad assumere un incarico di governo in una Giunta comunale, specificatamente teso a prevedere il punto di vista delle donne nel governo locale. Successe nella Bologna del dopoguerra. L'incarico le fu conferito dal sindaco Giuseppe Dozza, dopo le elezioni del 1956. Mirella Bortolotti era una giovane insegnante e nel 1957 Dozza le affidò, unica donna in Giunta, l'Assessorato ai problemi femminili. Una delega‎ unica e particolare.

leggi...
 
     

Parlare ai figli di sessualità: tendenze omosessuali ed adolescenti “gender variant”

 
 


La Fondazione Nilde Iotti presenta il libro sullo sviluppo dell’identità sessuale e l’identità di genere edito da Astrolabio. Appuntamento Venerdì 13 maggio 2016 alle ore 16,30 presso la Sala del Refettorio, Palazzo San Macuto, Camera dei Deputati in Via del Seminario, 76 a Roma

leggi...
 
     

Una “forma moderna di welfare”. La storia del Centro italiano femminile

 
 


Recensione   al volume di  Maria Chiaia, Donne D’Italia. Il Centro Italiano Femminile, la Chiesa, il Paese dal 1945 agli anni Duemila, Edizioni Studium, 2015, pp. 569.

leggi...
 
     

Diritti umani o diritti dell’uomo?
di Vincenzo Ferrone, da Il Sole 24 ore

 
 


Sono due concetti che hanno pregi diversi. L’uno, oggi più in uso, rimanda all’universalità. L’altro a un concreto progetto etico-politico.



 



L’autore dell’articolo è tra i relatori del convegno in programma domani della Fondazione Nilde Iotti

leggi...
 
     
 
  leggi...  
     

I migranti e l’isola di Lesbo. “Come medico, sono offesa e indignata”

di Federica Zamatto (Vice-coordinatrice delle operazioni per la migrazione di MSF)

 
 


L’Europa, che ha fallito nel realizzare lo schema di ricollocamento dei rifugiati dagli hotspot verso i paesi europei, ora cerca di nascondere il problema appaltando le proprie responsabilità alla Turchia. Temo che i cittadini europei non sappiano quale vergognoso accordo è stato firmato a loro nome. Se lo sapessero, proverebbero rabbia e vergogna e si sentirebbero traditi, proprio come me

leggi...
 
     

Io, immigrata di seconda generazione

di Francesca Marinaro (da l’Unità 13 aprile 2016)

 
 


Conosco bene Bruxelles e quei suoi grandi quartieri-municipi dove non esiste una cultura condivisa, dove ognuno vive nel suo pezzo di territorio senza possibilità di incontro e di scambio. E’ in quei luoghi che da immigrata di seconda generazione ho acquisito la coscienza della mia “appartenenza duplice” che la stabilizzazione del fenomeno migratorio in Belgio ha prodotto. E’ in questi quartieri che con l’andare del tempo i simboli delle comunità d’immigrati hanno acquistato forza e sono diventati motivazione “identitaria” in reazione alla emarginazione. 

leggi...
 
     

I 70 anni del voto alle donne, convegno a Mestre il 15 aprile

 
 


Partecipano Giulia Albanese, Flavia Piccoli Nardelli, Livia Turco e Marco Almagisti.

leggi...
 
     

L’Italia sulla 194 deve fare di più e meglio

di Livia Turco

 
 


Il parere del Comitato dei diritti sociali Consiglio europeo è un utile monito per considerare e occuparsi davvero della legge 194 sull’interruzione di gravidanza.

leggi...
 
     

Rita Levi Montalcini: “Il mondo è casa nostra”

 
 

Un bellissimo video con un'intervista a Rita Levi Montalcini realizzato e trasmesso in una Conferenza pubblica a Perugia nel 2008 per promuovere il progetto di cooperazione internazionale coordinato da Lorena Pesaresi insieme alla Fondazione Rita Levi Montalcini, per le giovani ragazze africane Tuareg. La voce è di Isabella Giovagnoni
leggi...
 
     

Aborto, una generazione di medici vicina alla pensione; poi il diritto tornerà a rischio

di Maria Novella De Luca (Repubblica 11 aprile 2016)

 
 


Il Consiglio d'Europa tocca il vero problema italiano: da un lato il livello altissimo di consapevolezza delle donne sulla maternità responsabile, che dal 1978 ha fatto crollare le Ivg; dall'altro, la soppressione di fatto del servizio pubblico (con la ghettizzazione del personale non obiettore) che colpisce le più deboli e favorisce la ricomparsa delle interruzioni 'clandestine'. A dispetto delle tesi del ministero, fra pochi anni la 194 potrebbe diventare inapplicabile

leggi...
 
     

Le leggi delle donne che hanno cambiato l'Italia. Il 15 aprile convegno a Padova

 
 

Presentazione del libro, a cura della Fondazione Nilde Iotti, Venerdì 15 aprile, ore 21.00 Auditorium scuola media “G. Santini”. 


 

leggi...
 
     

Le avventure della libertà

 
 


E' il titolo del nuovo libro di Francesca Izzo e sarà presentato il prossimo 13 aprile a Roma con la partecipazione di Giiliano Amato e Cristina Comencini.

leggi...
 
     
Nilde Iotti e l’articolo 3 della Costituzione
di Francesca Russo 
 
 

Le ventuno donne della Costituente: a loro, in una serie di ritratti a cura di accademiche e studiose, dedicheremo una sezione speciale del nostro sito. 


La prima è Nilde Iotti, con il suo impegno per l’uguaglianza e per il dialogo fra diverse culture politiche (Questo articolo è apparso anche su Corriere.it nell’ambito di un speciale dedicato al 70° anniversario del voto alle donne in Italia)
leggi...
 
     

Homo Sapiens e Suffragio Universale

di Antonella Bellino

 
 


Mi vien da pensare che la teoria dell’Homo Sapiens-Sapiens sia una grande beffa. Un altro slogan dal suono confortevole e appagante che non ha niente a che vedere con il vero. Gli esseri umani:  bravi a scoprire tante cose, dotati di una tecnologia sempre più raffinata e potente, velocissimi, capaci di raggiungere luoghi e contattare chiunque coprendo più o meno il mondo come mai prima nella storia dell’umanità, questo sì. Ma l’Uomo, dov’è?



 



Il voto alle donne. Il convegno a Perugia

leggi...
 
     

I diritti umani. Un cammino di civiltà. Il convegno il 20 aprile. Tutti gli interventi

 
 

Convegno della Fondazione Nilde Iotti con la Commissione parlamentare straordinaria per la promozione e la tutela dei diritti umani, mercoledì 20 aprile alle ore 16 presso la Biblioteca del Senato “Giovanni Spadolini” Sala degli Atti parlamentari Piazza della Minerva, 38 a Roma


 



 

leggi...
 
     
 
  leggi...  
     

Boldrini (PD): “Ecco la mia legge sulla medicina di genere”. Dal Patto per la Salute alla ricerca e alla formazione, fino alla cura 

 
 


La parlamentare democratica, membro della Commissione Affari Sociali della Camera, è la prima firmataria di una proposta legislativa che ha l'obiettivo di applicare e diffondere il tema della medicina di genere, mediante divulgazione, formazione e indicazioni pratiche riguardanti la ricerca, la prevenzione, la diagnosi e la cura. Spazio, inoltre, ad un eventuale revisione delle norme vigenti in materia di sicurezza del lavoro. IL TESTO

leggi...
 
     

Aborto. Agostini e Murer (Pd): “Con supermulta per quelli clandestini a rischio salute donne”

 
 


Questa la richiesta delle due parlamentari Dem in merito alle nuove norme sulle depenalizzazioni entrate in vigore nel gennaio scorso. "Per le donne in Italia l’interruzione di gravidanza è un percorso ad ostacoli e contro il tempo, con l’eventualità di percorrere anche 800 chilometri per trovare una struttura pubblica adeguata. Il 70% dei medici e degli infermieri sono obiettori di coscienza, ma ci sono Regioni dove l’obiezione è ancora più alta". 

leggi...
 
     

L'8 marzo delle parlamentari del PD. Ecco il dossier

 
 


Il gruppo parlamentare del Pd è quello con il maggior numero di deputate ed è anche quello che si è fatto promotore delle più importanti iniziative legislative in favore delle donne.

leggi...
 
     
Quel bambino nato nel fango ai piedi del nuovo muro
di Melania Mazzucco su La Repubblica del 13 marzo
 
 


Tu devi vivere. Per te, minuscola creatura senza nome venuta al mondo sotto un cielo di pioggia, su un materasso di fango. Ma anche per noi, che ti guardiamo inteneriti e ipocriti - disposti a piangerti morto e però non disposti ad accoglierti vivo. Sei l'ennesimo: un numero di troppo, in una somma con tanti zeri.

leggi...
 
     

Un 8 marzo che dedico alle amiche di LIFE
di Maria Paola Patuelli

 
 


Chi pensa – e teme – che la cultura dell’Islam sia una e inamovibile nella sue forme, ha, in questi giorni, una buona occasione per fermarsi a riflettere. Un buona occasione sia per chi si colloca in un indistinto laicismo, che vede negativamente tutto ciò che riguarda la sfera religiosa, sia per gli appartenenti a diverse fedi religiose, spesso diffidenti le une delle altre.

leggi...
 
     

È morto Domenico Maselli. Turco: “Uomo del dialogo e dell'ascolto. Jervolino: “Uomo di grande fede e profonda cultura”

 
 


L'ex parlamentare Ds e docente di storia del Cristianesimo all'Università di Firenze è scomparso il 5 marzo scorso. Ne dà notizia Livia Turco con cui Maselli aveva collaborato alla legge sull'immigrazione.

leggi...
 
     

La scelta di Nichi, l’etica e la bioetica

di Claudia Mancina, da L’Unità del 2 marzo 2016

 
 


La notizia della nascita di un figlio di Vendola e del suo compagno tramite maternità surrogata sta sconvolgendo l’Italia. Da Famiglia cristiana che lo accusa di avere tradito la sinistra, a Grillo che parla di diritti low cost, in tanti si indignano, mentre i 5 stelle si spostano un po’ più a destra, dove sono, secondo i sondaggi, i voti disponibili, e tentano di scippare al Foglio l’idea di un referendum. 

leggi...
 
     

Taranto. Un premio alle donne titolato a Nilde Iotti

 
 


 




La Segreteria Cittadina del Partito Democratico di Taranto ha deciso di istituire in prossimità della Giornata dedicata alle Donne, il “Premio Nilde IOTTI” a Taranto.



 

leggi...
 
     

“Donne in Gioco”, 70 anni di storia italiana

 
 


Alla Camera dei deputati personaggi e istituzioni per raccontare il protagonismo femminile nel Belpaese. Una mostra coi volti della Repubblica. L’ iniziativa è stata presentata lo scorso 1° marzo nella Sala stampa della Camera dei deputati. 

leggi...
 
     

Diano San Pietro: sabato prossimo sarà intitolata una via della Frazione Roncagli alle “21 Donne della Costituente”

 
 


Sabato 5 marzo, alle ore 15, nel Comune di Diano San Pietro, nel contesto del percorso di Paese della Testimonianza, sarà intitolata una via della frazione Roncagli alle “21 Donne della Costituente”. Ventuno donne che sono state espressione di un’avanguardia del mondo femminile pienamente interprete e rappresentante della realtà femminile.

leggi...
 
     

“Qualunque forma di contratto associata alla maternità è abominevole”. Intervista a Livia Turco di Lorenzo Maria Alvaro su Vita

 
 


Una carriera politica tutta a sinistra, dal Partito Comunista Italiano al Partito Democratico passando per Pds e Ds. Più volte ministro, della Salute e del Welfare, nei governi Prodi e D’Alema, oggi è presidente della Fondazione “Nilde Iotti: le donne, la cultura, la società”Livia Turco è una donna che si è battuta spesso su temi “eticamente sensibili”. È stata in prima fila sul dibattito per l’aborto ieri e apertamente favorevole all’adozione gay oggi. Vita.it per questo l’ha intervistata sulla maternità surrogata che, con l'approvazione al senato del ddl Cirinnà e il caso Vendola, è tornata prepotentemente di attualità.

leggi...
 
     

Il 2 giugno festa della Repubblica e del voto alle donne. Una mozione in Parlamento per rilanciare il ruolo delle donne nella Costituente

 
 


L’hanno presentata diversi parlamentari alla Camera (prima firmataria Sandra Zampa del PD) pe rimpegnare il Governo a promuovere nel corso del 2016, iniziative per ricordare le figure delle ventuno Madri Costituenti e ad assumere iniziative per istituire, in ogni scuola di ordine e grado, programmi educativi destinati al riconoscimento e alla valorizzazione delle donne nella storia, nella filosofia, nella scienza e nelle altre discipline umanistiche e scientifiche, nonché  a promuovere e a rafforzare la tutela dei diritti delle donne e il loro empowerment in tutti i settori



 



Il convegno del 5 aprile a Roma

leggi...
 
     

Una suora scrive a Papa Francesco: “Sarà la donna a salvare il mondo”

 
 


Caro Francesco,



sono sr. Rita Giaretta di Casa Rut, una suora Orsolina del S. Cuore di Maria da vent’anni in missione  a Caserta dove, insieme alle mie consorelle, abbiamo dato vita a Casa Rut, una casa di accoglienza per donne, a volte minorenni, spesso incinte o con figli piccoli, per lo più vittime di quell’infamia che è “la tratta delle donne” e da circa 10 anni alla Cooperativa Sociale newHope - un laboratorio di sartoria etnica per la formazione e addestramento al lavoro - che, con nostra grande sorpresa e gioia, sta dando oggi lavoro e dignità a 7 socie lavoratrici, per lo più giovani mamme, di 5 nazionalità diverse. Davvero un miracolo!

leggi...
 
     

L'intervento di Livia Turco alla scuola di formazione del PD

 
 


Toccati i temi del welfare, diritti e immigrazione. La lezione di Livia Turco si è svolta il 7 febbraio alla due giorni della scuola politica del PD "Classe Democratica", svoltasi il 6 e 7 febbraio presso la sede nazionale del partito a Roma.

leggi...
 
     

Equilibrio di genere nelle Regioni. Il cammino verso la democrazia paritaria fa un altro passo in avanti

 
 


L’aula della Camera ha approvato il 3 febbraio 2016, il testo, che aveva già ricevuto il via libera del Senato, sull’equilibrio di genere nei Consigli regionali. I voti favorevoli sono stati 334, i contrari 91, 21 gli astenuti. La proposta approvata definisce i principi fondamentali per garantire la presenza delle donne nei consigli regionali.

leggi...
 
     

"Donne d'Italia". Il Centro italiano Femminile, la Chiesa, il Paese dal 1945 agli anni Duemila. Il Libro di Maria Chiaia

 
 


Venerdì 26 febbraio alle 16, presso la sala Aldo Moro alla Camera dei Deputati presentazione del volume a cura della Fondazione Nilde Iotti. Sarà presente l'autrice.



 



Ascolta la registrazione dall'evento raccolta da Radio Radicale

leggi...
 
     

L’Europa invecchia. Non basta prendere atto della realtà e delle previsioni, occorre agire

 
 


L'invecchiamento è un complesso mix di fattori genetici, ambientali, stili di vita e fattori socio-economici, che influenza la durata della vita, multimorbilità e tassi di malattie croniche associate. Se l'Europa agisce ora, ci sono interessanti opportunità per la trasformazione della società e a lungo termine della sostenibilità, oltre a vantaggi economici dalla fornitura di nuovi prodotti e servizi. E tutto dipenderà da come rispondiamo oggi per assicurare la longevità con una buona qualità di vita. Se lo sapremo fare contribuiremo alla crescita e all’occupazione, di cui l’età adulta e la vecchiaia possono essere una grande risorsa sociale, economica e culturale.

leggi...
 
     

Omaggio a Eva Di Crescenzo

 
 


Sabato 6 febbraio a Guardiagrele, in provincia di Chiete, un convegno dedicatop alla figura di Eva Di Crescenzo, vedetta partigiana, poi parlamentare del Pci ed esponente del Movimento femminile abruzzese. L'incontro è promosso dalla Fondazione Abruzzo Riforme, dalla Fondazione Nilde Iotti e dall'Anci.

leggi...
 
     

Ecco perché ho firmato la petizione per la Giornata del diritto al voto delle donne

di Grazia Labate

 
 


Ho firmato con convinzione la petizione per proclamare il 10 marzo, giornata nazionale del diritto al voto delle donne. Ricordare la storia di qualcosa è uno dei modi non solo per non dimenticare la memoria di un evento, ma per farlo esistere nel contesto e nell’attualità del presente.

leggi...
 
     

Una giornata nazionale per ricordare il voto alle donne. Firma anche tu

Il 15 aprile convegno a Mestre

 
 


Il 10 marzo 1946 le donne italiane si recarono per la prima volta alle urne. Si concludeva in quel modo un lungo iter rivendicativo iniziato all’indomani della prima Unità italiana, dopo il 1860, che le aveva viste escluse dalla vita politica. Sarebbe un’utile iniziativa proclamare la data del 10 marzo di ogni anno “GIORNATA NAZIONALE DEL DIRITTO AL VOTO DELLE DONNE” come momento emblematico per continuare ed approfondire il tema dei diritti civili e politici per uomini e donne. FIRMA QUI LA PETIZIONE A MATTARELLA E RENZI



 



Settant'anni di voto alle donne, di Giulia Siviero



 



Settanta anni dal voto alle donne. Il convegno a Mestre del 15 aprile

leggi...
 
     

Lavorare con le donne immigrate per evitare altre Colonia

di Roberta Agostini

 
 


Ho letto il bel post che Livia Turco ha scritto sull'Huffington in merito ai fatti accaduti a Colonia, condivido la sua lettura e ritengo importante raccogliere l'invito a costruire un percorso di lavoro e di relazione con le donne immigrate.



Le aggressioni di Capodanno a Colonia chiedono una riflessione seria sul tema della libertà e dei diritti delle donne e, insieme, sulle politiche di accoglienza e di integrazione. 

leggi...
 
     

Le donne e l’immigrazione. Una riflessione dopo i fatti di Colonia

di Livia Turco

 
 


Dopo Colonia, nulla è più come prima. Ha ragione Lucia Annunziata, ci vuole chiarezza, profondità e coraggio nell’analisi. Non possiamo consegnare ai nostri figli e figlie un mondo in cui la violenza sulle  donne sia considerato strumento per combattere la nostra civiltà. Dobbiamo essere intransigenti nei confronti dei nostri uomini  e fermare stupri e violenze altrimenti non saremmo autorevoli nel pretendere severità inflessibile verso tutti. La libertà femminile deve diventare il paradigma di ogni civiltà e deve orientare le politiche di governo dell’immigrazione e della convivenza.

leggi...
 
     

Sulle Unioni civili

di Livia Turco

 
 


E’ molto importante  che il Parlamento approvi subito una legge sulle Unioni Civili consentendo così, finalmente, a persone dello stesso sesso di vivere una vita dignitosa,  cancellando discriminazioni profondamente ingiuste. E’ importante il dibattito che si è aperto nel PD che vede posizioni diverse  esprimersi e confrontarsi con reciproco rispetto e pacatezza. Proprio perché apprezzo lo sforzo delle senatrici e dei senatori e del gruppo dirigente del PD scrivo per porre quesiti al fine  di rendere chiare le  scelte compiute (almeno per me).

leggi...
 
     

Care femministe, ecco perché diciamo sì al Codice Rosa nei pronto soccorso

 
 


Accedere a un percorso di assistenza riservato per la violenza sulle donne non è una pratica di paternalismo statale. Al contrario, la legge più aiutare chi è più debole. La lettera di alcune studentesse del seminario “Donne e diritti” di Roma Tre.

leggi...
 
     

Due nuovi appuntamenti per la Fondazione: “La storia di Inessa Armand” e “Le donne nella Costituente”

 
 


Il 21 gennaio a Roma la presentazione del nuovo libro di Ritanna Armeni sulla vita di Inessa Armand che fu il grande amore di Lenin, tenuto segreto fino alla fine dell'Urss. E poi il 23 gennaio a Milano convegno della sezione Anpi sul ruolo delle donne italiane nella storia della nostra Costituzione.

leggi...
 
     

Immigrazione e integrazione. Multiculturalismo e assimilazionismo non bastano più

di Livia Turco

 
 

Di fronte al tormentato quadro internazionale  ed al continuo sbarco di persone credo sia doveroso porsi gli interrogativi più difficili, coniugare lo sforzo dell'emergenza con la definizione del futuro possibile ed auspicabile.


Tra gli interrogativi cruciali vi è il seguente: come stiamo insieme noi e loro, come costruiamo l'Italia e l'Europa della convivenza che coniughi l'unità nella diversità? Insomma, quale Italia e quale Europa vogliamo costruire per il futuro?
leggi...
 
     

L’appello di Se Non Ora Quando Libere contro l’utero in affitto

 
 


“Noi rifiutiamo di considerare la “maternità surrogata” un atto di libertà o di amore. In Italia è vietata, ma nel mondo in cui viviamo l’altrove è qui: “committenti” italiani possono trovare in altri paesi una donna che “porti” un figlio per loro”. Comincia così l’appello pubblicato sul sito chelibera.it e che sta raccogliendo centinaia di firme per chiedere un no chiaro e netto all’Europa sulla maternità surrogata.

leggi...
 
     

Sedici anni senza Nilde Iotti

 
 


Sedici anni fa ci lasciava Nilde Iotti. Ho ancora vivissimo negli occhi il ricordo delle migliaia di persone, donne e uomini semplici , autorità e rappresentanti  di tutte le forze politiche, che vennero a salutarla in quella che è stata la sua vera casa: il Parlamento. Donne e uomini che piangevano l’autorevole Presidente della Camera, la Presidente di tutti, ma anche la compagna, l’amica delle donne,l’amica delle persone semplici.

leggi...
 
     

Dalla più antica delle violenze alla violenza odierna del terrorismo

di Grazia Labate 

 
 


Il 25 novembre, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne migliaia di iniziative sono in campo per rinnovare l'impegno contro la cultura della violenza e per affermare la libertà e i diritti delle donne per continuare a sensibilizzare l'opinione pubblica e le istituzioni su un fenomeno che presenta ancora dati allarmanti

leggi...
 
     

I settant’anni dell’UDI. Le donne e la Resistenza

di Marisa Rodano

 
 


Sono passati  settant’anni da quando si svolse a Firenze, al Teatro della Pergola, tra il 20 e il 23 ottobre 1945,  il Congresso che diede vita all'Unione Donne Italiane: in esso infatti si unificarono i circoli che erano sorti, a partire del 1944, dopo la liberazione di Roma, nell'Italia liberata e i Gruppi di Difesa delle Donna, che avevano organizzato le donne a sostegno della Resistenza nell'Italia occupata.

leggi...
 
     

La Carta delle Donne: una storia di confine

di Livia Turco

 
 


Cosa fu concretamente la Carta delle donne, quale fu il suo vissuto, quali passioni animò’, quali eventi provocò, quali politiche attivò, quanto fu “itinerante” nella società italiana e quale segno lasciò  in chi la visse e in chi la incontrò ? Quanto incise nella società italiana e nella politica?

leggi...
 
     
 
  leggi...  
     

La carta delle Donne letta da occhi e cuore maschili

di Achille Occhetto

 
 


Ho riletto con grande interesse la Carta delle donne È   un documento bellissimo e attuale. In questa definizione segnalo un merito e  un demerito. 



Il merito consiste nella sua profondità e che lo si legge ancora con grande interesse.



Il demerito, che non è del documento bensì della situazione, è di essere ancora attuale, perché molte di quelle intuizioni e proposte non si sono avverate.



Certo, sono stati fatti molti passi avanti, che non richiamo. Ma quanto ancora da realizzare !

leggi...
 
     

Basta stragi! Migrare per vivere non per morire

 
 


Ogni giorno migliaia di vite umane di donne e uomini in fuga sono messe a rischio, i diritti umani e civili di profughi e migranti sono calpestati e la libertà di movimento annullata.



Da giovedì 5 novembre 2015, tutti i giovedì alle ore 18 presidio a piazza S.S. Apostoli a Roma.



Aderisce anche la Fondazione Nilde Iotti

leggi...
 
     

La Carta delle Donne e il Pci

di Livio Karrer

 
 


Da storico, per tanto, mi sono chiesto: perché un documento importante come la Carta, sotto molti punti di vista uno spartiacque di un modo di far politica delle donne, matura solo nel 1986 e non, per dire, cinque o dieci anni prima, al culmine di una stagione di presenza organizzata femminile sulla scena pubblica più ampia e riconoscibile. Come mai solo nel 1986 avviene l’incontro, di un innesto ho parlato, tra la cultura politica del femminismo e la cultura politica del Pci?

leggi...
 
     

Il pensiero della Carta

di Sara Ventroni

 
 


Oltre l’emancipazione, oltre la liberazione: tra estraneità e voglia di vincere. La relazione di Sara Ventroni al convegno promosso dalla Fondazione Nilde Iotti, Fondazione Gramsci e dal Gruppo Carte delle Donne.



 



Le autrici della Carta delle Donne, oggi.



 



Segui il dibattito su Radio Radicale

leggi...
 
     

“Le leggi delle donne che hanno cambiato l’Italia”. Ecco le schede con gli ultimi aggiornamenti normativi

 
 


A cura di Grazia Labate, pubblichiamo alcune schede contenenti gli aggiornamento normativi al volume edito dalla Fondazione Nilde Iotti.



 



Le schede complete

leggi...
 
     

La Carta delle Donne. Un’autobiografia femminile

 
 


Una storia peculiare del rapporto tra Pci e femminismo. Se ne parlerà in un convegno a Roma il prossimo 23 ottobre. Il confronto è promosso dalla Fondazione Nilde Iotti, dall’Istituto Gramsci e dal Gruppo Carte delle Donne.



 



Il programma



La Carta delle Donne

leggi...
 
     
 
  leggi...  
     
 
  leggi...  
     
 
  leggi...  
     
 
  leggi...  
     
 
  leggi...  
     
 
  leggi...  
     

Fine vita. Un manifesto d’intesa tra cattolici e non credenti ispirato da Giuliano Amato e dal cardinal Gianfranco Ravasi

 
 


“Il Medico ha il dovere di interrompere le cure se non proporzionali a benefici e sofferenze della persona”. Il documento elaborato dal “Cortile dei Gentili” con la partecipazione attiva di membri della Siaarti e della Sicp, è stato presentato ieri al Senato. Nei casi di legittimo rifiuto o di non proporzionalità delle cure, “l’astensione e l’interruzione sono condotte che adempiono a un dovere deontologico e come tali devono essere sottratte a sanzione, sia civile che penale”. IL DOCUMENTO

leggi...
 
     

“Figli tiranni. L’eredità dei genitori smarriti”
Il libro di Aurora Morelli

 
 


Presentazione del volume a cura della Fondazione Nilde Iotti. Appuntamento il 22 settembre 2015 alle ore 16:30, Palazzo San Macuto, Sala del Refettorio a Roma in Via del Seminario 26.

leggi...
 
     

Nel cuore dell’Europa. Otto saggi di Marialba Pileggi

 
 


I saggi che pubblichiamo, scritti da Marialba nel corso degli anni e molti di essi già pubblicati sulla rivista Critica marxista, rivestono un particolare interesse letti oggi di fronte alle tragedie che colpiscono migliaia di profughi e i fenomeni di razzismo che stanno risorgendo talvolta con acuta virulenza.

leggi...
 
     

Migranti. Turco e Jervolino Russo scrivono a Mogherini: “Avere il coraggio di scelte più impegnative”

 
 


Le due rappresentanti della Fondazione Nilde Iotti hanno scritto all'Alto Rappresentante per la Politica Estera e di Sicurezza dell'Unione Europea per chiedere di promuovere un grande incontro delle donne d'Europa, con le donne dell'Africa e del Mediterraneo.

leggi...
 
     

Le donne e la Grande Guerra.

Due giorni di incontri all’Università Roma III

 
 


Appuntamento il 25 e 26 settembre per il convegno promosso dall’Università romana, dalla Società Italiana delle Storiche e dalla Fondazione Nilde Iotti.



Il convegno si propone di fare il punto sulle categorie, sui temi e sugli approcci utilizzati per analizzare il rapporto intercorso tra le donne e il conflitto che fu portatore di grandi trasformazioni. Per questo, la prospettiva complessiva terrà conto di un ampio arco cronologico includendo gli anni che precedettero e seguirono la guerra.

leggi...
 
     

La Fondazione Nilde Iotti vicina a Giorgia Calamita per i diritti delle donne lavoratrici

 
 


In merito alla vicenda di cui è protagonista la lavoratrice della “Fenice SpA” di Melfi, Giorgia Calamita, costretta a ricorrere alla magistratura contro la sua azienda per illegittimo trasferimento, discriminazione di genere e atteggiamento ritorsivo, riportiamo una dichiarazione di Livia Turco, Presidente della Fondazione Nilde Iotti.

leggi...
 
     

Livia e Marialba. Due compagne si ritrovano dopo tanti anni

 
 


Livia  e  Marialba,  due donne che si sono  incontrate  a  Brindisi  per  sostenere  le lotte  delle  braccianti  contro i caporali; hanno sognato  la società comunista; hanno amato il PCI e le lotte  delle  donne: poi  si  sono  perse. Si  sono  reincontrate   tramite  internet leggendo la “Carta delle donne comuniste”. Marialba ha scritto nel 2010 un bel testo, “Il diritto alla solitudine”, eccolo. 

leggi...
 
     

RiGenerare, le leggi e le staffette della democrazia

di Graziella Falconi

 
 


Le staffette della democrazia sono le partigiane combattenti, le donne dei Gruppi di difesa della donna che contribuirono in modo determinante all'affermazione della democrazia nel nostro Paese.



 



RiGenerare a Pavia



RiGenerare a Roma



RiGenerare a Macerata



RiGenerare a Potenza



RiGenerare a Mestre



RiGenerare a Savona

leggi...
 
     

La nostra Repubblica ha anche "madri". Non solo "padri"

 
 


''L'Italia è una repubblica che ha dei padri Costituenti, è vero, ma ha anche delle madri Costituenti e noi oggi, da oggi, lo vogliamo urlare perché siamo stufe di sentir parlare dell'Italia come di una repubblica di soli padri, è un falso storico''. Così Livia Turco in occasione della presentazione della vincitrice della borsa di studio sul tema promosso dalla Fondazione Nilde Iotti.



 



Il verbale della Commissione aggiudicatrice della borsa di ricerca "Le donne italiane nella Resistenza"



 



La graduatoria finale dei partecipanti

leggi...
 
     

Le leggi e le staffette della democrazia. Il 7 luglio la presentazione della vincitrice della borsa di studio

 
 


A Roma martedì 7 luglio 2015 ore 11.00 a via dei Prefetti, 22. La presentazione della vincitrice della borsa di studio sui Gruppi di Difesa della donna promosso dalla Fondazione Nilde Iotti e dal Gruppo Pd della Camera.

leggi...
 
     

Le settimane delle donne all'Expo

 
 


Expo. Dal 29 giugno al 10 luglio le Women's Weeks. Due settimane, per valorizzare al meglio le donne in questa Esposizione Universale e far sì che il contributo e il significato di un programma al femminile come WE-Women for Expo vengano ereditati dalle prossime Expo, a partire da Dubai 2020.

leggi...
 
     

Le difficili sfide del governo dell'immigrazione

 
 


L’esodo cui assistiamo in questi giorni con i problemi dell’accoglienza si aggiungono a quelli della integrazione delle popolazioni, soprattutto  giovanili che sono parte integrante della società europea. Si rammenti poi  il dato  dello squilibrio demografico per cui l’Europa sarà sempre più popolazione anziana con un forte deficit di popolazione attiva. Dunque, una classe dirigente che si rispetti deve affrontare di petto ed in tutta la sua complessità il problema immigrazione

leggi...
 
     

Sostenibilità e Sanità. Intervista a Grazia Labate: “Non bastano risparmi e lotta agli sprechi. Per evitare il naufragio occorre governare la spesa privata dei cittadini con i fondi integrativi”

 
 


In attesa che la crescita economica possa far tornare a salire gli investimenti occorre lavorare su due piani: rimuovendo i nodi strutturali e ottimizzando il sistema. Ma anche facendoci carico del cambiamento dei bisogni di salute, delle innovazioni, delle polipatologie, dell’invecchiamento. Il sistema preme con una domanda nuova e in questo senso è assurdo che non s’intervenga sulla spesa out of pocket che è arrivata a 33,3 mld. Occorre governarla 

leggi...
 
     

20 giugno 1979. Nilde Iotti eletta presidente della Camera

 
 


Sarà la prima donna a rivestire questa carica. Il tweet di Repubblica. 

leggi...
 
     

A Bologna nuova Commissione per la Parità e le Pari Opportunità. Vi faranno parte uomini e donne

 
 


"Si tratta - dichiara la presidente Lembi - di una profonda trasformazione che dota il Comune di Bologna, ed in particolare gli eletti in Consiglio comunale, di un nuovo strumento per contrastare le discriminazioni presenti nella società, di affrontare le disuguaglianze sempre più ampie nella nostra comunità e di valorizzare le differenze dei singoli".

leggi...
 
     

12 maggio 2015 cena di raccolta fondi per la Fondazione Nilde Iotti

 
 


Eataly, Roma


leggi...
 
     

Le pari opportunità musicali

di Caterina Imbrogno da Articolo 33

 
 


Anche nel campo della musica esiste una questione femminile. I dati parlano chiaro: nelle orchestre e nell’insegnamento della musica la presenza di donne è veramente misera

leggi...
 
     

Una sala titolata a Nilde Iotti a Collegno

 
 


L'inaugurazione il 29 maggio con Livia Turco al Circolo Aurora

leggi...
 
     

Le donne, i giovani e la politica nell'esempio di Nilde e Ariella

 
 


Il 25 maggio a Forlì con Livia Turco, Luisa Lama e Letizia Magnani.

leggi...
 
     

“Nuove schiavitù e diritto penale”. La Fondazione Iotti presenta il libro di Paola Scevi. Bindi: “Organizzazioni della tratta sono come mafia”

 
 


Appuntamento a Roma il 21 maggio alle ore 16,30 presso la Sala Aldo Moro della Camera dei Deputati.Difronte alle atroci tragedie che distruggono vite umane nei nostri mari, è utile conoscere le diverse forme di tratta, schiavitù, traffico dei migranti e gli strumenti, internazionali ed italiani, per il contrasto a tali fenomeni criminosi e per una tutela effettiva delle vittime.



 


leggi...
 
     

Alla Camera le celebrazioni per il 70° della Liberazione dal nazifascismo

 
 

Decine di anziani partigiani seduti nell'Aula di Montecitorio, accanto ai parlamentari, per il 70esimo anniversario della Liberazione nella celebrazione organizzata dalla Camera e dal Senato e alla quale è stato presente il Capo dello Stato, Sergio Mattarella.


Tra gli intervenuti anche Marisa Cinciari Rodano del Comitato d’onore della nostra Fondazione. 


 

leggi...
 
     

Il divorzio breve è legge

 
 


La legge sul c.d. divorzio breve, approvata il 22 aprile in via definitiva alla Camera con 398 voti a favore e 28 contrari, interviene sulla disciplina dello scioglimento del matrimonio con la finalità di ridurre i tempi necessari ad ottenere il divorzio.

leggi...
 
     

Ecco il nostro Bilancio 2014

 
 


In allegato il bilancio 2014 della nostra Fondazione. Un documento per sua definizione "freddo" ma che dietro cifre e rendiconti rigorosi rivela la passione e la generosità di tuti coloro che sostengono e fanno vivere questa Fondazione. Grazie a tutti voi!

leggi...
 
     

Le donne italiane nella Resistenza. Un bando di ricerca della Fondazione Nilde Iotti

 
 


Il progetto di ricerca "protagoniste, azioni, programmi, propaganda dei Gruppi di Difesa della Donna" contenuto nel seguente Bando è promosso dalla Fondazione Nilde Iotti che ne cura la selezione, lo svolgimento e la pubblicazione.



Tale ricerca si inserisce nel progetto della Fondazione di dare volto e voce alle Madri della nostra Repubblica in occasione dei settanta anni della Resistenza, della lotta di Liberazione dal fascismo e del diritto di voto alle donne.



Non solo ricostruire una memoria storica ma contribuire a rappresentare una genealogia femminile nella politica, essenziale per affermare un agire politico delle donne all'insegna dell'autonomia e della autorevolezza.

leggi...
 
     

Le leggi delle donne che hanno cambiato l'Italia. Perugia, 27 marzo

 
 

Ragazze e ragazzi a confronto con la Presidente della Fondazione Nilde Jotti, Livia Turco, curatrice della pubblicazione. Appuntamento a Perugia, Venerdì 27 marzo 2015 ore 9.30, Palazzo della Provincia, Sala del Consiglio Piazza Italia, 11.
leggi...
 
     

Le grandi figure del Novecento. Livia Turco racconta Nilde Iotti

 
 

Appuntamento Venerdì 20 Marzo alle ore 10.30, presso l'Università degli Studi di Torino - Polo di Savigliano


Via Garibaldi, 6.
leggi...
 
     

Lettera alle giovani donne della politica

 
 


Sono convinta che voi,giovani donne della politica ,dobbiate spendere tutte le vostre energie per realizzare ,in questo tempo così 'difficile eppure così'ricco  di possibilità',  l'ideale democratico dell'uguaglianza , per costruire una società 'più 'giusta ed umana. Per questo bisogna che la politica riscopra il valore del "noi", del" fare insieme"

leggi...
 
     

12 marzo 2014 - Presentazione del libro di Graziella Falconi "Oh, bimbe! - Le ragazze di Adriana"

 
 


Giovedì 12 marzo 2014



Palazzo Incontro, via dei Prefetti 22, Roma



 



Interverranno:



Graziella Falconi



Massimo D'Alema



Emanuele Macaluso



Marianna Madia



Francesca Russo



Giulia Tempesta



coordina Alessandra Longo  (La Repubblica)



 



scarica l'invito in formato .pdf

leggi...
 
     

Nilde Iotti e l’eleganza della politica. L’intervento di Marina Sereni

 
 


Non ho avuto la possibilità e l’onore di conoscerla personalmente, ma qui in Parlamento, quando sono entrata per la prima volta nel 2001, tutto e tutti parlavano di lei: le colleghe e i colleghi, che ne ricordavano la severità e al tempo stesso la grande disponibilità; i funzionari e le funzionarie della Camera, che sottolineavano di lei il rigore istituzionale e l’autorevolezza; i documenti ufficiali che portavano (e portano) il segno delle innovazioni parlamentari, interpretative e normative, volute e guidate da Nilde Iotti”. L’intervento della Vice Presidente della camera al convegno della Fondazione Nilde Iotti alla Camera dei Deputati del 4 dicembre 2014.

leggi...
 
     
Maria de Unterrichter Jervolino (1902-1975).
Donne, educazione e democrazia nell’Italia del Novecento
 
 

 



Martedì 13 gennaio 2015 ore 17.00


Sala della Regina


Intervengono:



  • Francesco Margiotta Broglio


  • Alberto Monticone


  • Fiorenza Taricone



Modera:



  • Emma Cavallaro Vedaldi



Sarà presente l’autore

leggi...
 
     

Nilde Iotti e l'Eleganza della Politica

 
 


Un ricordo 15 anni dopo



 



Giovedì 4 dicembre 2014



ore 16:00



 



Sala Aldo Moro



Camera dei Deputati



Palazzo di Montecitorio - Roma


leggi...
 
     

Nero 25 Novembre contro la violenza sulle donne

 
 


Il video prodotto da Genova Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura e il Comune di Genova.

leggi...
 
     

Il tempo (problematico) delle società permanentemente in attività

di Tiziana Bartolini

 
 


Al convegno “Prendere tempo. Tempi di vita e di lavoro in Italia e in Europa oggi” Chiara Saraceno interviene sul tema della società sempre in movimento: problemi e opportunità



 



da: noidonne.org (27/10/2014)

leggi...
 
     

Prendiamoci il tempo, non è un'utopia

di Luisa Pronzato

 
 


da: 27esimaora.corriere.it (24/10/2014)

leggi...
 
     

A Bologna il convegno 'Tempi di vita e di lavoro in Italia e nell'Unione Europea'

 
 


(ANSA - 23/10/2014)

leggi...
 
     

"Prendere tempo: Tempi di vita e tempi di lavoro in Italia ed in Europa oggi" - Bologna 24 Ottobre 2014

 
 


Convegno della Fondazione Nilde Iotti in collaborazione con la Commissione Pari Opportunità della LEGACOOP



 


leggi...
 
     

Donne e disoccupazione femminile. Un articolo su Europa del 5 luglio 2014

 
 


Gli ultimi dati Istat rilevano che mentre il tasso di occupazione maschile è salito, fino a raggiungere il 64,8%, quello femminile è invece sceso al 46,3%. Per la coordinatrice Donne del Partito Democratico, Roberta Agostini, servono più welfare e più risorse per invertire la rotta. In preparazione anche una mozione che impegna il Governo a convocare una Conferenza Nazionale per programmare l’adozione di strumenti e misure a sostegno dell’occupazione femminile.

leggi...
 
     

Lavoro e maternità. Come conciliarli? L’articolo dell’Unità del 4 luglio 2014.

 
 


In Italia il 22% delle donne occupate in gravidanza non lavora più a due anni dal parto. Colpa della carenza di sostegno alla famiglia. Ma anche della mancata conoscenza sugli aiuti già previsti dalla legge. Come il voucher per i servizi di baby sitting o il contributo per la retta degli asili: 20 milioni di fondi disponibili, di cui meno di un quarto è stato utilizzato. Ecco l’analisi della sottosegretaria al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, Teresa Bellanova

leggi...
 
     

A Roma a fine maggio il 4° Convegno "Donne e Religioni", dell'Associazione culturale "Sound's good"

 
 


A Roma il 26, 27 e 28 maggio la quarta edizione dell'appuntamento che offre un dialogo e un confronto tra scienza, teologia e istituzioni. La prima giornata alla Camera dei Deputati, la seconda al Museo nazionale d'Arte Orientale e la terza a Palazzo Marino. Patrocinio, tra gli altri, della Fondazione Nilde Iotti.



 



Il programma.

leggi...
 
     

Il bene ed il male di sesso e genere. A Roma il 27 maggio

 
 


E’ il titolo di un incontro della Fondazione Nilde Iotti in programma il 27 maggio a Roma. Partecipano Nicla Vassallo, professore di Filosofia Teoretica a Genova, Emma Fattorini, professore di Storia Contemporanea alla Sapienza di Roma e Claudia Mancina, professore di Filosofia Morale, sempre alla Sapienza. Il programma e l'abstract di Vassallo.

leggi...
 
     

Le donne e l’Europa. Il convegno della Fondazione Nilde Iotti.
“Ecco l’Europa che vogliamo”

 
 


Livia Turco: “Bene Renzi con le capolista tutte donne. Ora Europa dia un segno e mantenga le promesse per una società più giusta”. Le relazioni al convegno di Teresa Bellanova, Chiara Saraceno, Beatrice Pisa, Annalisa De Vivo, Judit Tanczos, Zita Gurmai, Grazia Labate, Francesca Marinaro, Maria José Mendez Evora, Rita Palanza, Roberta Agostini, Mariagrazia Rossilli.



L'articolo di Sara Ventroni su L'Unità.



L'articolo su Noi Donne

leggi...
 
     

Il ruolo delle donne nelle istituzioni

 
 


Convegno a Roccacorga in occasione dell'8 marzo, promosso dalla Fondazione Nilde Iotti e dal Partito Democratico nel comune di Roccacorga in provincia di Latina.

leggi...
 
     

La medicina al servizio delle donne

 
 


A Potenza, il 3 aprile, per iniziativa della Fondazione Nilde Iotti, del Comune di Potenza e di Zonta International, un convegno sulla medicina di genere. 

leggi...
 
     
Le politiche sociali in Italia. La loro storia, il loro futuro
di Livia Turco
 
 


La relazione di Livia Turco sulle politiche sociali svolta venerdi 21 marzo alla scuola dei giovani amministratori dell'Anci

leggi...
 
     

“Le leggi delle donne che hanno cambiato l'Italia”. L'11 marzo a Sesto Fiorentino,  il 13 marzo a Potenza, il 14 a Cuneo, il 21 marzo a Milano, il 4 aprile a Modena e il 14 aprile a Sassari.

 
 


Martedì 11 marzo a Sesto Fiorentino, nell'ambito delle manifestazioni per l'8 marzo. E poi Giovedì 13 marzo alle 18 a Potenza con Rosa Russo Iervolino, venerdì 14 Marzo 2014 alle ore 9.30 in Via E. Filiberto, 3 presso la Camera di Commercio di Cuneo si parlerà del volume curato dalla Fondazione Nilde Iotti. Presente Livia Turco. A Milano, invece, il libro sarà presentato a Palazzo Marino alle ore 18, insieme all'associazione Donneinrete di Rosaria Iardino. Il 4 aprile presentazione a Modena in collaborazione con la Cgil e poi il 14 aprile a Sassari.



 



L'articolo su La Nuova Sardegna

leggi...
 
     

Non dirmi che hai paura, la storia di Samia Yusuf Omar

di Francesca Bellino, da Reset

 
 


Di lei restano le immagini delle Olimpiadi in Cina, qualche fotografia sfocata e una storia che parla a tutti. Una vicenda che commuove e che fa rabbia narrata nel libro “Non dirmi che hai paura” (Feltrinelli) scritto da Giuseppe Catozzella che, grazie all’aiuto di fonti privilegiate, ha avuto gli strumenti per rielaborare la voce stessa di Samia e proporre un Io narrante tenero, candido, leggero che arriva a raccontare il “Viaggio”, quel tragitto che dall’Africa conduce all’Europa di cui tutti parlano ma che rimane sempre “avvolto da un assoluto mistero”. Il Viaggio “è una creatura mitologica che può portare alla salvezza o alla morte con la stessa facilità” scrive l’autore.

leggi...
 
     

Giornata internazionale della donna. L'UE lancia l'allarme: una su tre ha subito violenza. E i Paesi scandinavi sono quelli più a rischio

di Grazia Labate, da Quotidiano Sanità

 
 


I primi in quasi tutte le classifiche legate alle esperienze di violenza di genere sono i Paesi scandinavi. Ma i bassi dati di Paesi come l'Italia o la Repubblica Ceca sono spesso dovuti al timore di denunciare la violenza. Questi i risultati di un'indagine realizzato dall'Agenzia Fra discussa nel Parlamento europeo.

leggi...
 
     

Il libro su Nilde Iotti il 3 marzo a Macerata, il 7 a Modena e a Caltanissetta. E poi il 13 marzo a Torino, il 14 a Ravenna e il 28 aprile a Torino

 
 


Presentazione del volume di Luisa Lama a Macerata il 3 marzo, poi dibattito il 7 marzo alla Festa di primavera del PD di Modena e al liceo classico Ruggero Settimo di Caltanissetta. Il 13 marzo è invece la volta di Torino, dove la presentazione del libro è a cura del Cna Impresa Donna e dell'Ismel. Poi a Ravenna il 14 marzo e di nuovo a Torino il 28 aprile.



 



Intervista a Telenissa.

leggi...
 
     

L'8 marzo delle Donne del Mondo. A Roma presso l'Istituto nazionale per la salute dei migranti

 
 


L'incontro promosso dalla Fondazione Nilde Iotti presso l’Istituto nazionale per la salute dei migranti e il contrasto alle malattie della povertà. Il tema sarà quello della convivenza e del significato dell’8 marzo delle Donne del Mondo.



La locandina



L'articolo su PiùCulture

leggi...
 
     

"Lavoro, donne e cooperazione". A Roma il 4 marzo

 
 


L’incontro, promosso da Legacoop (Commissione Pari Opportunità), Noi Donne e Fondazione Nilde Iotti, tratterà il tema “Lavoro, Donne, Cooperazione” con una tavola rotonda che approfondirà in particolare il tema dei “Tempi di vita e di lavoro”.



La cronaca dell'evento.

leggi...
 
     

Nilde Iotti e Palmiro Togliatti. Una storia d'amore

 
 


Tratto dal libro sulla vita di Nilde Iotti di Luisa Lama, un reading teatrale con la regia di Paolo Zuccari e l'adattamento di Anna Testa andrà in onda al Teatro degli Avvaloranti di Città della Pieve il 1 marzo.



La locandina.

leggi...
 
     

Turco: “Ministre migliorino vita donne italiane”

 
 


Così la presidente della Fondazione Nilde Iotti interpellata dall’Ansa sulla presenza femminile del Governo Renzi che vede 8 donne con incarichi di Governo, pari alla metà del totale dei ministri.



 



 

leggi...
 
     

La biografia di Nilde Iotti a Rovigo il 24 febbraio

 
 


Livia Turco presenterà il libro di Luisa Lama "Nilde Iotti - Una storia politica al femminile" edito da Donzelli al Ridotto del Teatro Sociale di Rovigo.



 



La locandina.

leggi...
 
     

Il convegno su Adriana Seroni. Le relazioni

 
 


Si è svolto lo scorso 13 febbraio presso la sala Aldo Moro della Camera il convegno promosso dalla Fondazione Nilde Iotti sulla figura di Adriana Seroni, "Una comunista di frontiera", come titolava la giornata di riflessioni.



La relazione di Aldo Tortorella



La relazione di Sara Ventroni



La relazione di Grazia Labate



L'intervento di Marisa Rodano

leggi...
 
     

La legge elettorale garantisca una vera democrazia paritaria

di Roberta Agostini da  L'Unità del 6 febbraio 2013

 
 


L'arretratezza del paese è legata anche, come ci dicono molti indicatori, all'esclusione delle donne dallo spazio pubblico, dall'economia, al lavoro, alle istituzioni

leggi...
 
     

L’autodeterminazione delle donne

di Francesca Izzo da L’Unità

 
 


A quasi 40 anni dalla sua approvazione, invece di sviluppare le  implicazioni di quel principio, pare che la frontiera più avanzata su cui attestare la libertà delle donne sia quella di esprimere la propria differenza in termini di “diritti sessuali e riproduttivi”.



Vedi anche la relazione di Francesca Izzo  su Genere libertà e democrazia nel pensiero europeo contemporaneo al convegno presso l'Universidad Nacional de General Sarmiento svoltosi a Buenos Aires l'11 novembre 2013

leggi...
 
     

“Le leggi delle donne” a Udine

 
 


Promosso nell’Agenzia Regionale per il Diritto agli Studi Superiori si svolgerà a Udine venerdì 7 febbraio un confronto sul libro della Fondazione Nilde Iotti edito da Ediesse.



La locandina

leggi...
 
     

"Le leggi delle donne" a Genova

 
 


Mercoledì 29 gennaio alle 18, presso l'Istituto italiano di bioetica a Piazza Verdi. Dibattito con Francesca Russo, Grazia Labate, Valeria Maione, Maria Elena Gallesio Piuma e Luisella Battaglia. Coordina Silvia neonato.

leggi...
 
     

La modernità di Adriana Seroni. Convegno della Fondazione Nilde Iotti

 
 

Si svolgerà a Roma, presso la sala Aldo Moro della Camera, il prossimo 13 febbraio. Interventi e testimonianze. Il programma.
leggi...
 
     

Un video sulle "Nuove cittadine"

 
 


Realizzato all'interno del progetto "Intercultural Dialogue between Italy and Morocco on gender-based violence and Migration. EXIT GBV VIOLENCE and DIALOGUE". Finanziato dalla rete  Anna Linh Foundation e co-finanziato dall'U.E di Differenza Donna NGO con IPDF (Marocco) partner di progetto.

leggi...
 
     

“Le leggi delle donne” a Bologna

 
 


Presentazione del volume della Fondazione Nilde Iotti il prossimo 24 gennaio. L’incontro in collaborazione con la Conferenza Donne del Pd di Bologna.



Il programma

leggi...
 
     

"Ho amato Simone de Beauvoir"

Un libro di Anna Maria Riviello

 
 


La Fondazione Nilde Iotti promuove la presentazione del libro edito da CalicEditori. Appuntamento a Roma il prossimo 16 gennaio. Sarà presente l’autrice.

leggi...
 
     

In ricordo di Giuliana Dal Pozzo

di Tiziana Bartolini

 
 


Il 15 dicembre scorso è morta a 91 anni la storica direttrice di Noi Donne, fondatrice del Telefono Rosa. Per ricordarla pubblichiamo un articolo dell’attuale direttora di Noi Donne.

leggi...
 
     

Marina Sereni regala "Le leggi delle donne" a tutte le 198 parlamentari italiane

 
 


“L’idea è nata dal colpo d’occhio dell’Aula visto dal banco della Presidenza” – ha spiegato la vocepresiodente della Camera e deputata del PD – “Un altro emiciclo rispetto al passato”.

leggi...
 
     

Oltre il lavoro: raccontare le migrazioni tra passato e presente

 
 

La relazione di Maria José Mendes Evora alla XVII Assemblea nazionale Acli Colf.
leggi...
 
     

Il libro di Luisa Lama sulla vita di Nilde Iotti presentato a Bologna

 
 


Lunedì 2 dicembre la biografia di Luisa Lama sarà presentata nel capoluogo emiliano. Appuntamento alle 18.00 alla libreria Feltrinelli International con l’autrice e Patrizia Dogliani. Il programma.

leggi...
 
     
Filosofe, militanti e un Papa
di Mariella Gramaglia, da La Stampa (terza puntata)
 
 


Trentacinque anni dopo l’approvazione della 194 tutte le donne incinte osservano, ecografia dopo ecografia, un embrione che diventa feto. Trentacinque anni dopo i neonatologi suggeriscono la “canguro terapia” fra le braccia della mamma per tentare di tenere in vita una creatura di ventitré settimane. Trentacinque anni dopo custodiamo cuccioli non umani con una tenerezza inedita. Trentacinque anni dopo un papa chiamato Francesco ha stretto a sé un bambino anancefalo, ma ha anche detto di fronte alle scelte più intime della vita “chi sono io per giudicare?”.  Terza puntata.

leggi...
 
     
Medici stanchi, medici forti, medici imprevedibili
di Mariella Gramaglia, da La Stampa (seconda puntata)
 
 


Sembra incredibile nel paese della burocrazia, ma è proprio vero. Niente elenchi, niente lettere formali, niente spiegazione delle motivazioni. Niente di niente. Non a caso il sette ottobre scorso l’Udi (Unione donne d’Italia), un’associazione storica del femminismo, invia una lettera aperta alla ministra della sanità Beatrice Lorenzin in cui chiede fra l’altro se è vero che il personale sanitario può obiettare alla legge 194 con una semplice comunicazione orale al primario. Per ora dal ministero è silenzio. Seconda puntata.

leggi...
 
     
La legge 194. Trentacinque anni portati abbastanza bene
di Mariella Gramaglia, da La Stampa (prima puntata)
 
 


L’inchiesta sull’interruzione volontaria di gravidanza realizzata da Mariella Gramaglia e pubblicata in tre puntate sul quotidiano La StampaPrima puntata.

leggi...
 
     

Immigrazione. Dall’esperienza italiana per un governo dei flussi efficace ed umano

 
 


Livia Turco ha svolto nei giorni scorsi una relazione a Lima (Perù) nell’ambito di un seminario internazionale sull’immigrazione. Il testo integrale.

leggi...
 
     

Patto per la Salute. Labate (Uni. York): “Al centro vi sia la valorizzazione delle professionalità”

 
 


Per la ricercatrice in economia sanitaria all'Università di York e membro del Comitato scientifico della Fondazione Nilde Iotti “non vi può essere nessuna efficace ed efficiente riorganizzazione del sistema sanitario se le risorse umane non divengono l’artefice del processo”. L’intervento nell’ambito del 32° Congresso dell’Associazione infermieri di area critica.

leggi...
 
     

Il fascismo e le donne nella “Rassegna femminile italiana”

 
 


Martedì 12 novembre 2013 alle ore 17.00, a Roma presso la Biblioteca di storia moderna e contemporanea a Palazzo Mattei di Giove (Via Michelangelo Caetani 32), verrà presentata l’opera Il fascismo e le donne nella “Rassegna femminile italiana” 1925-1930 di Stefania Bartoloni (“Novecento periodico”, collana della Biblioteca di storia moderna e contemporanea), Biblink, 2012. Ne discutono con l’autrice: Lorenzo Benadusi, Marina D’Amelia. Coordina:Rosanna De Longis.

leggi...
 
     

Il 25 novembre "Sciopero delle donne", contro la violenza sulle donne. Aderisce anche la Fondazione Nilde Iotti

 
 

Faremo anche noi lo sciopero e chiederemo il 25 novembre di rendere visibile con un drappo rosso appeso ovunque l'impegno a dire  forte "basta con la violenza contro le donne". Aderiamo al vostro sciopero perché proponete azioni concrete e quotidiane: lavoro, servizi, centri antiviolenza, leggi adeguate. Ciascuna di noi deve fare la sua parte. Con le azioni quotidiane e diffondendo ovunque e senza smettere mai parole come "dignità", "rispetto","reciprocità". Perche'entrino nel cuore e nella testa di tutte le donne e tutti gli uomini. Per scrivere  una nuova grammatica dei sentimenti. Perche'tra donne e uomini ci siano sempre relazioni paritarie,di reciproco rispetto. Per costruire una vera amicizia tra donne e uomini. Per costruire una societa'umana.


Livia Turco e le componenti della Fondazione Nilde Iotti
leggi...
 
     

Medicina di genere. Un mito da sfatare: la mortalità per infarto colpisce più le donne (38%) degli uomini (25%)

 
 


E le differenze biologiche incidono non solo sulle malattie ma anche sull’accesso ai servizi. Il tema è stato affrontato a Roma per la presentazione di “Appropriatezza delle cure”, il progetto sulla medicina di genere dell’Istituto superiore di sanità. La scheda dell'Iss sulla medicina di genere.

leggi...
 
     

Alla Ca' Foscari a Venezia e all'Istituto italiano per gli Studi filosofici di Napoli si parlerà della biografia di Nilde Iotti curata da Luisa Lama

 
 


Il 18 ottobre all'Università Ca' Foscari di Venezia e il 13 novembre a Napoli  il libro sulla vita di Nilde Iotti di Luisa Lama.



 



Il programma di Venezia



Il programma di Napoli



 



La recensione su "Leggendaria"



La recensione di Paola Stelliferi



La recensione su il Sole 24 Ore

leggi...
 
     

La passione delle  donne di destra che manca a quelle del Pd

di Lea Melandri, dal Corriere.it del 9 0ttobre 2013

 
 


Ma se non possiamo dire che siano solo la gratitudine e l’interesse a portare in primo piano le donne della destra, dobbiamo fare altri ragionamenti, sia pure imbarazzanti e scomodi per una cultura femminile e femminista che ha creduto quarant’anni fa di poter ridefinire la politica sulla base di tutto ciò che è stato considerato “non politico”: il corpo, la sessualità, la maternità, la cura della famiglia, ecc.

leggi...
 
     

Considerate se questo è un uomo che vive con undici uomini in una cella da cinque

Una poesia di Laura Coccia

 
 


Il dramma delle carceri in una poesia dell'onorevole Laura Coccia.

leggi...
 
     

Le poesie di Nicla Vassallo

 
 


"Avrei dovuto comprenderlo prima, come ha fatto Ingeborg Bachmann che ha cessato di scrivere poesie attorno ai trent’anni? Chissà. Vero è comunque che non sono affatto poesie filosofiche, le aborro. Sono anzi per certi versi opposte al mio filosofare, nel senso che contengono il mio altro lato, non inevitabilmente oscuro, anzi magari solo “nudo” o “crudo” o “sospeso”".



Così racconta Nicla Vassallo, filosofa e membro del Comitato Scientifico della Fondazioone Nilde Iotti, a proposito delle sue poesie (1983-2013) che si trovano raccolte in “Orlando in ordine sparso” appena edito per i titoli della Mimes Edizioni.

leggi...
 
     
Donne in medicina. Il futuro è nostro
Uno speciale di Quotidiano Sanità
 
  Uno speciale molto interessante su Quotidiano Sanità. Sull'onda di una serie di articoli di Ivan Cavicchi (2) (3) si è sviluppato un dibattito molto articolato sull'essere donna in medicina. Quasi tutto al femminile. Gli interventi di: Sandra OrruGiuseppina SarobbaAnnarita Frullini (2); Antonella CalvisiRita NonnisTeresita MazzeiAlberta FerrariSandra MoranoAntonella MonastraMarcella GostinelliSara PatuzzoAntonio Panti. leggi...  
     
Medicina di genere. Tre convegni per capire e cambiare il modo di "fare salute"  
  Flavia Franconi, ordinario di farmacologia Molecolare a Sassari e Presidente del Gruppo italiano salute di genere, nonché membro del Comitato scientifico della nostra Fondazione, introdurrà i lavori di due dei tre convegni promossi dal Giseg e in programma il 13 settembre a Reggio Emilia, il 14 settembre a Forlì e il 25 settembre a Piacenza. Il programma delle tre gionate. leggi...  
     

Nilde Iotti. La sua storia è quella delle donne italiane

 
 

La relazione di Rosa Russo Iervolino in occasione della presentazione alla Camera lo scorso 24 giugno della biografia di Nilde Iotti curata da Luisa Lama.
leggi...
 
     
La storia di Lucia Sarzi. Il libro
Presentazione a Roma il 21 giugno
 
  La storia di Lucia Sarzi, donna, attrice, protagonista della lotta clandestina contro il fascismo, comunista, madre di famiglia è un altro tassello prezioso della storia della lotta delle donne per la propria emancipazione e per la costruzione della democrazia che la Fondazione Nilde Iotti, l’ANPI e la Provincia di Reggio Emilia sono liete di far conoscere nel corso dell’iniziativa di sabato 21 settembre alle ore 10.00 presso il Palazzo della Provincia di Roma. L'invito. leggi...  
     

Le leggi delle donne che hanno cambiato l'Italia. 
In libreria con Ediesse

 
 


E' uscito il volume curato dalla Fondazione Nilde Iotti ed edito da Ediesse che è stato presentato a Roma lo scorso14 ottobre alla presenza del presidente del Senato, del Ministro dell'Istruzione e di altre personalità della politica e della cultura. (vedi programma).



 



Ne hanno parlato:



Donna Moderna



Radio Articolo1



Fahrenheit su Radio Rai 3



L'Unità



Linea Notte su Rai 3



Power & Gender



Noi Donne



Quotidiano Sanità



Stile.it (La Stampa)



Il Fatto Quotidiano.it



Repubblica.it



Donna in Salute



Il Sole 24 Ore



YouDem.Tv



Rassegna Sindacale



Angeli press



Settimanale "F"



Leggendaria



Gr Parlamento



Il Risveglio

leggi...
 
     
Letterature Festival Internazionale di Roma
brano dell'autrice Farian Sabahi
 
 

Pubblichiamo il brano che l'autrice Farian Sabahi ha letto a Massenzio il giorno martedì 18 giugno in occasione del Letterature Festival Internazionale di Roma.
leggi...
 
     
Nuove italiane crescono. Per una Rete delle Donne del Mondo  
 

Iniziativa che si terrà venerdì 12 luglio dalle ore 19.00 presso la Festa de L'Unità di Roma al Parco Schuster.
leggi...
 
     
"Nilde Iotti. una storia politica femminile"
presentazione del libro a Potenza
 
 

“Una storia politica femminile”

Potenza 8 luglio 2013 – ore 18.00

Ridotto Teatro Stabile
leggi...
 
     
Gender and science: the persistent patterns
Seminario con Neelan Kumar
 
 

Prima della pausa estiva l'Osservatorio Interuniversitario di Genere ha il piacere di ospitare a Roma la studiosa indiana Neelan Kumar che terrà un seminario sul tema "Gender and Science" il prossimo 3 luglio 2013 alle ore 15 presso l'Università di Roma Tor Vergata.
leggi...
 
     
"Nilde Iotti. Una storia politica femminile"
un libro di Luisa lama, Donzelli editore
 
 

Rassegna stampa. Articoli di Sara Ventroni da l’Unità del 23 giugno 2013, di Simonetta Fiori da La Repubblica del 23 giugno 2013, di Bruno Gravagnuolo da l’Unità del 25 giugno 2013.
leggi...
 
     
Donne e percorsi migratori. Per una sociologia delle migrazioni
un libro di Mara Tognetti Bordogna
 
  Il volume mette a fuoco la complessità, la dinamicità e la sistematica crescita della presenza delle donne migranti in Italia. Dopo un'analisi delle ricerche inerenti le donne immigrate in Europa e in Italia, nel testo è dedicata una particolare attenzione ai temi delle trasformazioni identitarie, dell'inserimento nel mercato del lavoro e della salute delle donne della migrazione. leggi...  
     
Ferite a morte
La lotta della UE contro la violenza sulle donne
 
 

"Ferite a morte" va a Bruwelles. Un progetto teatrale, un blog, una petizione contro la violenza alle donne.
leggi...
 
     
L’Aquila a Giffoni. Il film dei ragazzi più votato on line
da Il Centro di Pescara del 2 giugno 2013
 
  «Insieme ce la possiamo fare». Cinque parole, pronunciate da Grazia Di Michele, giudice di Amici (Canale 5), poche parole mentre i ragazzi di Cagnano e Pizzoli si passano un mattone, simbolo della ricostruzione. Con un poetico cortometraqgio di meno di 5 minuti i ragazzi sono riusciti a condensare le paure del terremoto e la voglia di una vita normale, e hanno letteralmente sbancato il voto on-line nella sezione "scuola" del Giffoni film festival 2013. leggi...  
     
Altro che scandalo, a Cannes ha vinto un film sull’amore
di Nicla Vassallo da La ventisettesima ora del 29 maggio 2013
 
 

"La vie d'Adèle" racconta un amore lesbico. Ma è già stato bollato come "il film quasi pornografico" che ha vinto solo perché ha eccitato la giuria. L’amore lesbico risulta sempre meno immateriale e astratto. Grazie a un film di quasi tre ore. Un film d’amore, né pornografico, né erotico. Cannes ha conferito al film e all’amore ogni giusto riconoscimento: il massimo tributo con la Palma d’oro. E subito – palese – si grida allo scandalo, a causa di scene di rapporti sessuali saffici, chiari, non sfumati, né mascherati.
leggi...
 
     
Roma. Percorsi di genere femminile - La riva sinistra
un libro di Maria Pia Ercolini
 
  Prosegue con il secondo volume di Roma. Percorsi di genere femminile, il viaggio in una Roma come non è mai stata raccontata, una città vista con l’occhio delle donne. leggi...  
     
3° Convegno Donne e religioni monoteiste
Dialogo e confronto tra teologia, laicità e istituzioni - i giovani
 
  La Fondazione Nilde Iotti è lieta di segnalarvi questo importante convegno che si terrà a Roma, Sala delle colonne, Palazzo Marino, via Poli 19, il giorno venerdì 31 maggio 2013 organizzato da Associazione culturale ...sound’s good, con il patrocinio di: Sapienza Università di Roma, Master in Religioni e Mediazione Culturale, Casa internazionale delle donne, Fondazione Nilde Iotti, UCEI - Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, ADEI-WIZO - Associazione Donne Ebree Italiane, COREIS - Comunità Religiosa Islamica, ITT Cristoforo Colombo leggi...  
     
Triangoli di memoria
Le radici della nostra Repubblica
 
  Sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica

Un progetto di ricerca multimediale sulla Storia delle Donne nella Resistenza: le Deportate politiche e razziali

Giovedì 30 Maggio 2013 alle ore 10.00

Sala della Regina, Camera dei Deputati

Piazza Montecitorio
leggi...
 
     
Il mondo nel Friuli Venezia Giulia nel mondo
video-documentario realizzato dal CIRSI
 
 

Il video-documentario "Il mondo nel FVG nel mondo" realizzato dal C.I.R.S.I. ha partecipato alla IX edizione di VICINO/LONTANO – PREMIO TERZANI 2013 Udine, 9-12 maggio.
leggi...
 
     
Effetto D. Se la leadership è al femminile: storie speciali di donne normali
un libro di Luciana D'Ambrosio Marri e Marcella Mallen
 
 

video intervista a Luciana D'Ambrosio Marri a TAM TAM LIBRI sulla leadership femminile.
leggi...
 
     
"La violenza in..gabbia, ma la rete libera tutte"  
 

La Fondazione Nilde Iotti è lieta di segnalarvi questo importante evento che si terrà l'8 maggio dalle ore 9 presso la Sala Pietro da Cortona al Campidoglio.
leggi...
 
     
Siamo persone libere prima di essere femmine e maschi
di Nicla Vassallo da La 27ora del 2 maggio 2013
 
 

La costruzione dell'identità dovrebbe basarsi sul fatto che ogni essere è unico.
leggi...
 
     
Siamo orgogliosi di Cécile e dei nuovi italiani
di Livia Turco da L'Unità del 30 aprile 2013
 
 

È il coronamento di tante battaglie condotte dai migranti e dai cittadini italiani che hanno saputo combattere le paure ed i pregiudizi per costruire l`Italia della convivenza.
leggi...
 
     
Donne, denuncia CGIL: lavorano la terra con paghe più basse
di Jolanda Bufalini da l’Unità del 21 aprile 2012
 
  Donne che lavorano in un mondo di uomini è il quadro che emerge dalla ricerca commissionata dalla Flai-Cgil alla fondazione Metes per l’Assemblea annuale delle donne in agricoltura. leggi...  
     
Quote e rappresentanza
di Claudia Mancina, Presidente Comitato Scientifico Fondazione Nilde Iotti
 
  L’idea che si debba in qualche modo garantire la presenza di un congruo numero di donne nelle assemblee elettive è diventata un pilastro della correttezza politica. Il che ovviamente non esclude che poi, soprattutto al riparo del voto segreto, venga a galla la verità: cioè che molti che a parole si inchinano a quell’idea poi si guardano bene dal prendere decisioni vincolanti e definitive in coerenza con quelle parole. leggi...  
     
La lettera: La Chiesa non deve difendere chi fa violenza alle donne
di Farian Sabahi da Io Donna del 12 aprile 2013
 
 

Dopo l’udienza generale del 3 aprile, in cui Francesco I ha sottolineato il “ruolo primario e fondamentale” delle donne, riceviamo e condividiamo questo appello rivolto al Papa da Farian Sabahi, docente di Storia dei Paesi islamici all’università di Torino. La storica chiede al Papa di far sì che la sacralità della famiglia non abbia un prezzo troppo alto: ovvero proteggere chi fa violenza su mogli e mamme.
leggi...
 
     
Le donne nella ricerca UE: una presenza ancora minoritaria
Comunicato stampa della Commissione Europea
 
  Le donne rappresentano soltanto il 33% dei ricercatori europei, il 20% dei professori ordinari e il 15,5% dei direttori delle istituzioni nel settore dell'istruzione superiore. leggi...  
     
"L’agricoltura delle donne. Per una nuova idea di crescita"
di Alessandra Tazza, Comitato Organizzativo e volontaria della Fondazione Nilde Iotti
 
  Si svolgerà a Roma l’11 aprile prossimo, al centro congressi di Eataly, un incontro organizzato dalla Fondazione Nilde Iotti,  con  “Noi donne” media partner, sul tema “L’agricoltura delle donne. Per una nuova idea di crescita”. leggi...  
     
Auguri, cara Presidente
di Livia Turco, Presidente della Fondazione Nilde Iotti
 
  La lettera di auguri di buon lavoro da parte di Livia Turco e della Fondazione Nilde Iotti per la nuova Presidente della Camera Lura Boldrini leggi...  
     
La Costituzione e le costituenti
di Francesca Russo, Vicepresidente della Fondazione Nilde Iotti
 
  In occasione della morte di Teresa Mattei ricordiamo tutte le costituenti, madri della nostra Repubblica, che con il loro impegno hanno contribuito a scrivere la Costituzione più bella del mondo attraverso un saggio di Francesca Russo, Vicepresidente della Fondazione Nilde Iotti. leggi...  
     
Ricordiamo con affetto e gratitudine Teresa Mattei  
  Avevamo pensato a Teresa Mattei proprio in occasione dell’organizzazione dell’8 marzo quando trenta ”nuove italiane” hanno portato sull’Altare della Patria una corona di mimose ed alloro. Ci eravamo dette “Sarebbe bello far conoscere alle nuove italiane una madre della nostra Repubblica, colei che tra l’altro ha suggerito di scegliere per la celebrazione dell’8 marzo la mimosa, un fiore bello ma semplice che può essere comprato da tutte. leggi...  
     
8 marzo. Le nuove italiane regalano una mimosa al Milite Ignoto
di Samia Oursana da stranieriinitalia.it dell'8 marzo 2013
 
 

“Italiane e nuove italiane per l’Italia” Più di venti ragazze di seconda generazione con la Fondazione Nilde Iotti e l’Anci festeggiano la festa della donna nel luogo simbolo della Repubblica.

Roma - 8 marzo 2013 - In un 8 marzo di festa e di protesta, per ricordare le tante donne che soffrono nel mondo, la Fondazione Nilde Iotti con l’Associazione Nazionale Comuni Italiani  hanno celebrato questa giornata dedicandola alle seconde generazioni e rinnovando l’appuntamento all’Altare della Patria, simbolo della Repubblica Italiana.
leggi...
 
     
Giuseppe Dossetti e Nilde Iotti
conversazione con Luisa Lama
 
  La Fondazione Nilde Iotti è lieta di segnalarvi una conferenza organizzata dal Comune di Reggio Emilia, insieme al Comitato reggiano per il centenario della nascita di Giuseppe Dossetti e prevista il 14 marzo alle ore 17.30 a Reggio Emilia. leggi...  
     
8 marzo 2013. Intervista a Alessia De Paulis, Delegata Anci alle Pari opportunità
di Francesca Romagnoli dal sito dell'Anci dell'8 marzo 2013
 
 

“Lo scorso anno l’8 marzo era stata un’occasione di incontro e di scambio tra culture diverse, italiane e immigrate, oggi invece sono state invitate a partecipare le nuove italiane, la seconda generazione di immigrate, ragazze figlie di stranieri che riconoscono il nostro Paese come la loro vera Patria". Ne parla in questa intervista la Delegata Anci alle Pari opportunità.
leggi...
 
     
8 marzo 2013. Intervista a Barbara Toce, Sindaca Comune di Pedaso (FM)
di Francesca Romagnoli dal sito dell'Anci dell'8 marzo 2013
 
 

“L’8 marzo deve essere la festa di una donna completa, donna che lavora, che attraverso la sua capacità diventa sindaco, presidente, dirigente, non perché ci sono le quote rosa, ma perché finalmente l’Italia ha imparato cosa significhi il termine uguaglianza”. Ne parla in questa intervista la Sindaca del Comune di Pedaso (FM) e delegata Anci Marche.
leggi...
 
     
8 marzo 2013. Intervista a Ilaria Bugetti, Sindaca Comune di Cantagallo (PO)
di Francesca Romagnoli dal sito dell'Anci dell'8 marzo 2013
 
 

“La giornata dell’8 marzo rappresenti il simbolo di quel cambiamento cui tutte aspiriamo: c’è bisogno di una nuova prospettiva culturale che rilanci la dialettica della politica del rispetto delle regole e dei diritti, di quei principi improntati a criteri di parità ed uguaglianza tra uomini e donne”. Ne parla in questa intervista la Sindaca del Comune di Cantagallo (PO) e delegata Anci al Servizio civile.
leggi...
 
     
8 marzo 2013. Intervista a Marina Costa, Direttrice della Fondazione Nilde Iotti
di Francesca Romagnoli dal sito dell'Anci del 7 marzo 2013
 
 

“Il femminicidio, oltre a rappresentare una grave violazione dei diritti umani, è anche un segno di arretratezza culturale e sociale”. Ne parla in questa intervista la Vicesindaca del Comune di Cogoleto (GE) e Direttrice della Fondazione Nilde Iotti.
leggi...
 
     
8 marzo 2013. Intervista a Stefania Grenzi, Comune di Nonantola (MO)
di Francesca Romagnoli dal sito dell'Anci del 7 marzo 2013
 
 

"A Nonantola da alcuni anni è stata istituita la Scuola delle Donne e dei Bambini per immigrati. E’ fondata sugli ideali di uguaglianza, libertà ed emancipazione". Ne parla in questa intervista la Vicesindaca Comune di Nonantola (MO) e assessora alle Pari opportunità.
leggi...
 
     
8 marzo 2013. Intervista a Elisabetta Rosa Tripodi, Sindaca di Rosarno (RC)
di Francesca Romagnoli dal sito dell'Anci del 7 marzo 2013
 
 

“Come donna avrei voluto che non fosse necessario ricordare questa giornata, non celebrarla più perché superflua, in nome di quella parità fra i sessi tanto agognata ma mai veramente raggiunta. E, invece, oggi più che mai bisogna ricordare per non dimenticare”. Ne parla in questa intervista la Sindaca di Rosarno (RC).
leggi...
 
     
8 marzo 2013. Intervista a Tiziana Magnacca, Sindaca Comune di San Salvo (CH)
di Francesca Romagnoli dal sito dell'Anci del 6 marzo 2013
 
 

"In Italia una donna su tre, tra i 16 e i 70 anni, è stata vittima dell’aggressività di un uomo, oltre 6 milioni hanno subìto violenza fisica e sessuale. Ogni anno 100 donne vengono uccise dal marito, dal fidanzato o da un ex". Ne parla in questa intervista la Sindaca Comune di San Salvo (CH).
leggi...
 
     
Italiane e nuove italiane per l'Italia. Tutte insieme l'8 marzo all'Altare della Patria.
di Livia Turco, Presidente della Fondazione Nilde Iotti
 
  Seconda edizione dell'iniziativa promossa dalla Fondazione Nilde Iotti insieme con l'Anci.

Livia Turco ne spiega il senso ed il significato in questo articolo.
leggi...
 
     
8 marzo 2013. Intervista a Marta Dalla Vecchia, Comune di Padova
di Francesca Romagnoli dal sito dell'Anci del 6 marzo 2013
 
 

“Le donne credono nei valori della pace, fanno dell’integrazione una opportunità, della diversità una forza, sia questa una diversità di genere piuttosto che una diversità di culture. Speriamo che anche l’Italia inizi davvero a scommettere sulle italiane e sulle nuove italiane”. Ne parla in questa intervista l'Assessore al Commercio, Turismo, Attività produttive e Patrimonio del Comune di Padova.
leggi...
 
     
8 marzo 2013. Intervista a Martina Monti, Comune di Ravenna
di Francesca Romagnoli dal sito dell'Anci del 5 marzo 2013
 
 

“E’ importante che esista una celebrazione ufficiale e dedicata, ma non si deve mai perdere di vista il fatto che la donna ha un valore profondo che non si esaurisce né prima né dopo la data simbolica dell’8 marzo”. Ne parla in questa intervista l'Assessora alla Polizia municipale, Sicurezza e Immigrazione Comune di Ravenna.
leggi...
 
     
8 marzo 2013. Intervista a Monia Giovannetti, Comune Bagno di Romagna (FC)
di Francesca Romagnoli dal sito dell'Anci del 5 marzo 2013
 
 

“Nel nostro Paese il sistema di welfare non assicura protezione e sostegno alle lavoratrici, sempre più raramente vi sono occasioni concrete di impiego femminile in un’Italia in cui riesce a lavorare meno del 50% delle donne”. Ne parla in questa intervista l'Assessora alle Pari opportunità Comune Bagno di Romagna (FC).
leggi...
 
     
8 marzo 2013. Intervista a Marilena Sovrani, Comune di Latina
di Francesca Romagnoli dal sito dell'Anci del 4 marzo 2013
 
 

“Nella giornata in cui si festeggia la donna sento la responsabilità di promuovere e mettere in campo tutta una serie di misure per garantire una politica di genere che tuteli le donne da ogni forma di sopraffazione e di violenza, e che ne valorizzi il merito e il talento, vera forza delle donne, vera ricchezza per la società”. Ne parla in questa intervista l'Assessora alle Pari opportunità del Comune di Latina.
leggi...
 
     
Prime riflessioni sulla legge n.219 del 10 dicembre 2012
Linee evolutive del percorso di unificazione dello status di figlio
 
 

La Fondazione Nilde Iotti è lieta di invitarvi il 12 marzo 2013 all'evento promosso dal Centro di ricerca della Sapienza per la tutela della persona del minore, con il patrocinio di: Fondazione Italiana del Notariato, Fondazione Nilde Iotti, Centro Studi Giuridici Santa Caterina.
leggi...
 
     
Londra, "Albania saved my life".
di Ingrid Stratti dal sito di noidonne del 18 gennaio 2013
 
  Shoah è una parola ebraica, che significa catastrofe, disastro, distruzione... In occasione del Centennario dell'Indipendenza dell'Albania, l'Ambasciata d'Albania a Londra in collaborazione con il Consiglio delle Comunità Albanesi d'Italia (C.C.A.I.) organizza il 22 Novembre 2012 alla Wiener Library un'evento molto commuovente ed importante intitolato "Albania saved my life". leggi...  
     
8 marzo 2013. Intervista a Francesca Beneduce, Comune di Sant’Anastasia (NA)
di Francesca Romagnoli dal sito dell'Anci del 4 marzo 2013
 
 

“Oggi la donna sta attraversando un forte disagio sociale ed è necessario introdurre strumenti normativi di sostegno, solo così possiamo avere il diritto-dovere di intervenire per agevolare la condizione dentro e fuori le mura domestiche”. Ne parla in questa intervista il Presidente Commissione Pari opportunità Sant’Anastasia (NA) e delegata Anci Campania.
leggi...
 
     
E.E.E. Economia, Etica, Equilibrio: le donne trasformano la crisi  
  La Fondazione Nilde Iotti è lieta di segnalarvi l'incontro, che si svolge nell’ambito della seconda edizione di "L'Europa è per le donne", previsto per giovedì 7 marzo 2013 alle ore 10.30, presso il Parlamento europeo alla Sala dei Mosaici, Via IV Novembre, 149 - ROMA. leggi...  
     
Associazione Donna e Politiche Familiari, 8 marzo 2013  
  La Fondazione Nilde Iotti vi segnala le seguenti iniziative gratuite promosse dall'Associazione Donna e Politiche Familiari. leggi...  
     
8 marzo 2013. Intervista a Isabella De Monte, Comune di Pontebba (UD)
di Francesca Romagnoli dal sito dell'Anci del 27 febbraio 2013
 
 

“La frase del premio Nobel Rita Levi-Montalcini L'umanità è fatta di uomini e donne e deve essere rappresentata da entrambi i sessi è molto attuale e pienamente condivisibile ed è l’augurio migliore che si possa fare a tutte le donne nella ricorrenza dell’8 marzo”. Ne parla in questa intervista la Sindaca del Comune di Pontebba (UD) e delegata Anci Friuli Venezia Giulia.
leggi...
 
     
"Conversazioni" di Nicla Vassallo, illustrazioni Francesca Biasetton, Mimesis Edizioni
un breve estratto dal volume della filosofa italiana
 
  Il volume tratta del ruolo e dei doveri della filosofia, di cosa significa conoscere, della verità e della menzogna, dell’attendibilità o inattendibilità dei media, di politica, di scuola, di pregiudizi, di certi equivoci di alcune teorie e movimenti, del confronto con le altre culture, di preferenze sessuali, d’amore, del conformismo ipocrita che ci impedisce di voler costruire nuovi scenari privati e pubblici ispirati alla consapevolezza e all’onestà. Non filosofia della vita quotidiana, ma filosofia per la vita quotidiana, benché non solo. Una filosofia democratica. Non chiacchiere, ma conversazioni. leggi...  
     
8 marzo 2013. intervista a Sonia Munizzi, Delegata Anci Calabria e Presidente del Consiglio comunale di Soverato
di Francesca Romagnoli, sito dell'Anci del 26 febbraio 2013
 
  “Fa male sapere che nella famiglia si possano nascondere sopraffazione e violenza. Fa impressione pensare che le donne, le principali vittime di atti aggressivi, spesso tacciano, terrorizzate dalla paura di denunciare, incapaci persino di riconoscere la violenza”. Ne parla in questa intervista la Delegata Anci Calabria alle Pari opportunità e Presidente del Consiglio comunale di Soverato. leggi...  
     
8 marzo 2013. Intervista a Mariacristina Spinosa, Comune di Torino
di Francesca Romagnoli, sito dell'Anci del 25 febbraio 2013
 
  “Il Comune di Torino ha sviluppato un progetto di telelavoro per consentire ad alcune dipendenti donne di svolgere i propri compiti di ufficio da casa, così potranno meglio conciliare i tempi di lavoro con i tempi di cura dei figli, un modo per aiutare le famiglie, soprattutto in questo periodo di crisi economica”. Ne parla in questa intervista l'Assessora Pari Opportunità, Piani dei tempi e orari della Città di Torino. leggi...  
     
La sanità rosa di cui la campagna elettorale non parla
di Cristina Tognaccini da linkiesta.it del 7 febbraio 2013
 
 

Non sempre ciò che è adatto su un uomo lo è anche su una donna. E il discorso non cambia in medicina.
leggi...
 
     
8 marzo 2013. Intervista a Rita Zampolini, Comune di Foligno
di Francesca Romagnoli, sito dell'Anci del 22 febbraio 2013
 
 

“Investendo in politiche di conciliazione e condivisione del lavoro, permettendo alle donne di entrare e restare a lavoro, si crea occupazione con un effetto moltiplicatore”. Ne parla in questa intervista l'Assessora alle Politiche di genere e Pari opportunità uomo-donna del Comune di Foligno e coordinatrice Pari opportunità Anci Umbria.
leggi...
 
     
8 marzo 2013. Intervista a Marilù Chiofalo, Assessora alle Pari opportunità Comune di Pisa
di Francesca Romagnoli, sito dell'Anci del 21 febbraio 2013
 
 

“Per alcuni la famiglia è in emergenza educativa perché le madri lavorano e le risorse per la scuola sono scarse. Secondo me la funzione paterna è segregata fuori casa e quella materna è segregata dentro, con scarse occasioni di giocare insieme il jolly della coerenza come carta vincente per il successo educativo”. Ne parla in questa intervista l'Assessora alle Pari opportunità Comune di Pisa.

 
leggi...
 
     
8 marzo 2013. Intervista a Rosa Maria Vecchio, Sindaca di Linguaglossa e delegata Anci Sicilia
di Francesca Romagnoli, sito dell'Anci del 20 febbraio 2013
 
  “Considero l’attività politica una straordinaria opportunità per una donna, lasciare infatti che il linguaggio delle emozioni e dei sentimenti, caratteristico di una figura femminile, incida nelle nostre parole e nelle nostre azioni, può rappresentare il valore aggiunto di una amministratrice”. Ne parla in questa intervista la Sindaca di Linguaglossa e delegata Anci Sicilia.

 
leggi...
 
     
8 marzo 2013. Intervista a Cristina Niutta, Assessora alle Pari opportunità Comune di Pavia
di Francesca Romagnoli, sito dell'Anci del 19 febbraio 2013
 
  “Ho sempre visto con favore l’introduzione di quote di genere al fine di riequilibrare la presenza dei due sessi, e delle donne in particolare, nei ruoli decisionali, quote che dovrebbero servire come un grimaldello per entrare in quella stanza dei bottoni da cui siamo di fatto escluse”. Ne parla in questa intervista l'Assessora alle Pari opportunità del Comune di Pavia.

 
leggi...
 
     
8 marzo 2013. Intervista a Tiziana Agostini, Comune di Venezia
di Francesca Romagnoli, sito dell'Anci del 18 febbraio 2013
 
  “Nonostante i molti anni di politiche attive la violenza di genere continua ad essere una vera emergenza nazionale. Le azioni di contrasto sono necessarie, per questo le amministrazioni locali si devono impegnare con convinzione”. Ne parla in questa intervista l'Assessora alla Cittadinanza delle donne del Comune di Venezia.

 
leggi...
 
     
8 marzo 2013. Intervista a Giuseppina Tommasielli, Comune di Napoli
di Francesca Romagnoli, sito dell'Anci del 15 febbraio 2013
 
  “Un tema che sarà sotto i riflettori sarà quello della violenza contro le donne, purtroppo i fenomeni sono ancora troppo frequenti e sono ancora molte le vittime che non hanno il coraggio di denunciarli”. Ne parla in questa intervista l'Assessora alle Pari Opportunità del Comune di Napoli.

 
leggi...
 
     
8 marzo 2013. Intervista a Cristina Giachi, Comune di Firenze
di Francesca Romagnoli, sito dell'Anci del 14 febbraio 2013
 
  “Il Comune di Firenze insieme all’Accademia della Crusca ha elaborato un volumetto di Linee guida sull’uso del genere nel linguaggio degli atti amministrativi: dire ministra e assessora può far sorridere, all’inizio, ma di sicuro favorisce una coscienza diversa”. Ne parla in questa intervista l'Assessora alle Pari opportunità del Comune di Firenze.

 
leggi...
 
     
100 Morte che non contano. Contro la violenza sulle donne  
  In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne 2012, Genova Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura invita a contare lentamente da 1 a 100. leggi...  
     
Le sette leggi  “dell’operosità e del riformismo femminile”
di Livia Turco
 
  La sedicesima legislatura che si chiude è una di quelle più amare della storia della nostra Repubblica.

In questo contesto difficile, tuttavia, anche questa volta si è manifestata una operosità femminile, un riformismo concreto che ha portato all’approvazione di sette leggi importanti che vanno conosciute ed applicate.
leggi...
 
     
Accordo di azione comune per la democrazia paritaria  
  La Fondazione Nilde Iotti vi segnala l'incontro "Accordo di azione comune per la democrazia paritaria" - Lunedì 28 gennaio 2013 ore 15.30 nella Sala della Mercede, via Mercede 55 - ROMA leggi...  
     
L'altra Calabria è fimmina  
 

La Fondazione Nilde Iotti vi seganala l'evento "L'altra Calabria è Fimmina", organizzato da noidonne.
leggi...
 
     
Ricordando Miriam Mafai  
  La Fondazione Nilde Iotti insieme con l'Istituto della Enciclopedia Italiana è lieta di invitarvi all'incontro "Ricordando Miriam Mafai", in occasione della pubblicazione del volume di Miriam Mafai "Una vita, quasi due" a cura di Sara Scalia, edito da Rizzoli.

L’appuntamento è previsto a Roma per giovedì 24 gennaio 2013 alle ore 15.30 presso l’Istituto della Enciclopedia Italiana – Palazzo Mattei di Paganica, Sala Igea – Piazza della Enciclopedia Italiana, 4.
leggi...
 
     
Donne, gli altri partiti accettino la sfida del Pd
di Livia Turco da l'Unità del 10 gennaio 2013
 
  L’irruzione in Parlamento di donne di tutte le età porta pezzi di vita, pensieri, esperienze fino ad ora troppo esclusi. Perché quelle donne sono portatrici prima di tutto di un forte legame con la vita reale delle persone. leggi...  
     
La maternità in Italia: un percorso ad ostacoli  
  La Fondazione Nilde Iotti il 10 gennaio 2013 organizza, insieme con la Società Italiana delle Storiche, l'evento “La maternità in Italia: un percorso ad ostacoli". leggi...  
     
Se crescono le donne cresce il Paese  
  Al via la campagna campagna multimediale di "Se non ora quando" che ha ottenuto il patrocinio della Fondazione Pubblicità Progresso e verrà pianificata sulle emittenti nazionali e su tutti i media locali che vorranno ospitarla: tv, radio, affissione e web. Guarda il video all'interno. leggi...  
     
Accordo di azione comune per la democrazia paritaria
Lettera Aperta ai partiti e movimenti nella prospettiva delle prossime elezioni
 
  Non v’è dubbio che le donne hanno un diritto imprescindibile a una rappresentanza che rifletta il loro ruolo nella società attuale, alla quale partecipano a tutti i livelli e in tutti gli aspetti, anche se la politica le tiene troppo spesso fuori dai luoghi decisionali. leggi...  
     
Filiazione, la dichiarazione di voto di Rosy Bindi
di Rosy Bindi
 
  L'intervento alla Camera della presidente del Pd sul provvedimento volto a superare definitivamente le discriminazioni tra i figli nati dentro e fuori dal matrimonio. leggi...  
     
"Disposizioni in materia di riconoscimento dei figli naturali"
Testo approvato in via definitiva dalla Camera dei deputati il 27 novembre 2012
 
  I bambini nati all’interno del matrimonio e i bambini venuti al mondo da coppie non sposate. Senza più distinzione tra legittimi e naturali. Figli e basta.

Articoli di Maria Novella De Luca da La Repubblica del 28 novembre 2012

e di Silvia Vegetti Finzi dal Corriere della Sera del 28 novembre 2012
leggi...
 
     
Dove va l’Italia. Il Paese senza madri   
di Carla Collicelli da l'Unità del 30 novembre 2012
 
  Facciamo sempre meno figli. E non si tratta di un problema solo economico. Negli ultimi anni si è accentuata, invece di ridursi, la polarizzazione tra dimensione privata e dimensione pubblica della esistenza. Due sistemi che comunicano poco: lavoro e famiglia, pubblico e privato e anche, inevitabilmente, riproduzione e produzione. leggi...  
     
La Spoon River delle donne
di Sara Ventroni da l’Unità del 25 novembre 2012
 
  Oggi è la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

Ci sono iniziative in tutta Italia e i media stanno sul pezzo. È un passo avanti. Siamo certe che la parola «femminicidio» verrà accolta come neologismo dallo Zingarelli, ma non ci basta. L’esclusione delle donne dalla piena partecipazione democratica è infatti strettamente legata a una visione paternalistica, che può assumere anche un volto violento. Non si tratta di amore malato che finisce in tragedia. Le donne, questo, lo hanno capito.
leggi...
 
     
Un Master in "Diritto del Minore"  
  L'iniziativa promossa dall'Università La Sapienza di Roma a cura del Centro di Ricerca per la tutela della persona del minore che fa capo alla stessa università. La Fondazione Nilde Iotti ha patrocinato l'evento di presentazione del Master che si è svolto a Roma il 20 novembre. Interventi di Marisa Malagoli Togliatti e Livia Turco. leggi...  
     
Donne, una risorsa per battere la crisi
Susanna Cenni, da l'Unità del 21 settembre
 
  Sabato scorso, 22 settembre, si è svolto a Siena il convegno promosso dalla Fondazione Nilde Iotti dedicato ad una lettura della crisi dal punto di vista delle donne. Coordinatrice dell'iniziativa è stata l'on Susanna Cenni del Partito Democratico, membro del Comitato scientifico della Fondazione che su L'Unità ha anticipato i temi del dibattito di cui parleremo nei prossimi giorni. Ecco il suo articolo.  leggi...  
     
Il mondo dopo la crisi. L'economia delle donne.
Un convegno della Fondazione Nilde Iotti 
Siena, 22 settembre 2012
 
  In programma sabato 22 settembre, presso l’auditorium Confesercenti a Siena, una giornata di analisi e riflessione per parlare di nuovi modelli di sviluppo, crescita e coesione sociale. L'iniziativa è promossa dalla Fondazione Nilde Iotti e coordinata dall'on. Susanna Cenni e dal Gruppo di lavoro di Siena. Nel pomeriggio tavola rotonda con Cenni, Camusso, Marini, Mastrobuono, Profumo e Turco. 

Il programma.


La locandina.
leggi...
 
     
A settembre parte la "Summer School - Generazioni 2"
Un'iniziativa della Fondazione Nilde Iotti e della Provincia di Reggio Emilia
 
  La Fondazione Nilde Iotti in collaborazione con la Provincia di Reggio Emilia promuove dal 24 al 29 settembre 2012 la Summer School “Generazioni 2 – Le ragazze e i ragazzi di origine straniera: dinamiche sociali ed energie per lo sviluppo”.

Per saperne di più www.generazioni2.it

 

La locandina.
leggi...
 
     
L'intervento di Walter Veltroni alla Milanesiana di Milano  
  L'8 luglio 2012 all'interno della tredicesima edizione de La Milanesiana è stata dedicata una serata a Nilde Iotti. Questo l'intervento di Walter Veltroni. leggi...  
     
Così l'Europa spreca il cervello delle donne
di Birgitta Ohlsson da La Stampa del 18 luglio 2012
 
  È noto ormai il diffuso allarme contro la fuga dei cervelli che si sta verificando in Europa, il cosiddetto “brain drain”. Ma direi che oggi ancor più grande e problematico è il “brain in vain”, cioè il fenomeno per cui molte donne raggiungono un livello d’ istruzione superiore senza che se ne sfruttino poi le competenze. leggi...  
     
Camera: dedicata a Miriam Mafai settore Sala Stampa da Fini  
  La targa a lei intitolata e' stata scoperta nel pomeriggio dal presidente della Camera Gianfranco Fini alla presenza dei familiari della Mafai e dei giornalisti parlamentari con i loro organi dirigenti della Associazione della Stampa Parlamentare (Asp), dell'Ordine e della Fnsi. leggi...  
     
L'orgoglio da italiana dopo 20 anni di sfide
di Fabiola Gianotti da Il Corriere della Sera del 5 luglio 2012
 
  Modestia a parte, non siamo secondi a nessuno. La nostra scuola di fisica continua a sfornare ancora oggi giovani brillanti, fra i migliori al mondo. Come fisico italiano all'estero è per me fonte di grande rincrescimento constatare quanti di questi giovani oggi siano costretti ad emigrare all'estero... leggi...  
     
Sulla violenza "giusta" è polemica tra femministe
di Mariella Gramaglia da La Stampa del 5 luglio 2012
 
  La filosofa Luisa Muraro in un pamphlet ne sostiene le ragioni, ma contraddice così la storia del movimento leggi...  
     
Addio a Nora Ephron, la regina del femminismo romantico
di Alessandra Farkas da Il Corriere della sera del 28 giugno 2012
 
 

Giornalista, blogger, saggista, sceneggiatrice e regista, aveva ottenuto tre nomination all’Oscar per la miglior sceneggiatura originale di Silkwood , Harry ti presento Sally e Insonnia d’ amore , tre degli hit internazionali più popolari di tutti i tempi. «Era una delle rare donne di Hollywood che è riuscita a imporsi in un mondo ancora maschile e maschilista», teorizza l’autorevole rivista Atlantic . «Era la femminista più divertente del mondo – aggiunge – che ha usato lo straordinario dono dell’umorismo per combattere la misoginia e l’ineguaglianza ancora imperanti».
leggi...
 
     
Il Premio Langer. Belhadj, donna nella primavera tunisina.
di Giuliana Sgrena da Il Manifesto del 27 giugno 2012
 
  I diritti delle donne sono universali "e devono essere condivisi sulle due sponde del Mediterraneo, ma ci sono stati momenti in cui si è preferito chiudere gli occhi sulle violazioni che avvenivano sulla riva sud. Noi continueremo a batterci per la libertà, l'uguaglianza, la dignità e la giustizia sociale", ha concluso così il suo intervento Ahlem Belhadj, presidente dell'Associazione tunisina delle donne democratiche (Aftd), ieri alla Camera. leggi...  
     
Donne musulmane. Dignità, libertà e diritti.
Cambiamenti e prospettive alla luce della Primavera araba
 
  La Fondazione Nilde Iotti, con il Patrocinio della Provincia di Roma, è lieta di invitarvi all’incontro “DONNE MUSULMANE. DIGNITA’, LIBERTA’ E DIRITTI. Cambiamenti e prospettive alla luce della Primavera araba” che si terrà il giorno martedì 19 giugno 2012 alle ore 17.00 presso Palazzo Valentini - Provincia di Roma "Sala Peppino Impastato", in via IV Novembre 119/a - Roma.

Per l’occasione verranno presentati i libri “Il paradiso ai piedi delle donne” di Francesca Caferri edito da Mondadori e “Il velo nell’Islam” di Renata Pepicelli edito da Carocci.
leggi...
 
     
La famiglia italiana: una, “divisibile” e in trasformazione  
  Presentato a Roma il libro di Claudia Mancina e Mario Ricciardi. All’incontro, promosso dall’editore Donzelli e dalla Fondazione Nilde Iotti, hanno partecipato gli autori insieme a Livia Turco, Stefano Ceccanti, Massimo Livi Bacci, Nadia Urbinati e Carmine Donzelli. leggi...  
     
Secondo convegno "Donne e religioni monoteiste"
Il matrimonio: dialogo e confronto tra teologia, laicità e istituzioni
 
 

L’Associazione Culturale ...Sound’s Good con il Patrocinio della Fondazione Nilde Iotti ha promosso il secondo Convegno dal titolo “Donne e religioni monoteiste” che si svolgerà a Roma il 24 maggio 2012 dalle ore 9.30 alle ore 17.30 presso la Casa dell’Architettura in Piazza Manfredo Fanti, 47
leggi...
 
     
Le leggi delle donne. Un volumetto della Fondazione Nilde Iotti  
  In questo piccolo libro raccogliamo in ordine cronologico le leggi che hanno avuto le donne come principali protagoniste e descriviamo il contenuto di quelle più importanti. Esso dimostra quanto sia stato profondo il cambiamento sociale, culturale e giuridico promosso dalle donne nel corso della vita repubblicana. Scarica il libro.

 
leggi...
 
     
I «monologhi della vagina» per dire no alla violenza
di Rossella Battisti da l’Unità del 16 maggio 2012
 
  Iniziativa promossa da «Se non ora quando» al Quirino con i testi di Ensler recitati da uno stuolo di attrici e donne per fermare la mattanza. leggi...  
     
Perché dobbiamo fermare l'odio che uccide le donne
lettera di Clio Napolitano da La Repubblica del 9 maggio 2012
 
  Dall’inizio del 2012 sono 59 le donne uccise in Italia dai propri compagni, mariti, ex consorti o innamorati respinti. Lo scorso anno le donne uccise sono state 137, nel 2010 dieci di meno. Sul drammatico tema, è intervenuta con una lettera a La Repubblica Clio Napolitano, moglie del capo dello Stato. leggi...  
     
Il governo delle donne
di Alessandra Longo, da la Repubblica del 28 aprile 2012
 
  Crisi economica e sociale, degrado della politica. In questa cornice così malandata, le donne devono accettare la sfida delle sfide: governare l' Italia.   leggi...  
     
Le donne e il governo del Paese
La “felicità partecipante”. La tavola rotonda
di Eva Antoniotti
 
  Il momento conclusivo del Convegno dedicato a “Le donne e il governo del paese” è stata una tavola rotonda coordinata da Claudia Mancina, presidente del Comitato scientifico della Fondazione Nilde Iotti, che aveva al centro i rapporti tra movimenti e politica. leggi...  
     
"L'ora delle donne per rinnovare la politica"
di Livia Turco, da l'Unità del 27 aprile 2012
 
  In questi mesi abbiamo vissuto una scena pubblica dominata, su temi cruciali, dal protagonismo femminile. È un fatto importante da cui partire per fare in modo che non sia solo una parentesi dettata dall’emergenza ma l’avvio di una normalità democratica. E allora sento che dobbiamo porci una domanda: cosa porta in dote l’esperienza e il punto di vista femminile? È ancora lecita questa domanda o l’importante è esserci ed essere brave e competenti? Io credo che rispondere a questa domanda sia cruciale. leggi...  
     
Convegno della Fondazione Nilde Iotti
“Le donne e il governo del paese”
 Le proposte, le relazioni e il messaggio di Napolitano
 
  “Le donne e il governo del Paese”. Un titolo, insieme “sfida” e “dichiarazione di intenti” quello del 2° convegno annuale della Fondazione Nilde Iotti, svoltosi il 26 e 27 aprile scorsi a Roma. Studiose, storiche, giornaliste, studentesse e rappresentanti delle istituzioni e della politica a confronto su “un’agenda delle emergenze” (sociali, economiche, geopolitiche, valoriali, di vita e di lavoro) frutto della sensibilità e del punto di vista delle donne. Il messaggio del Presidente della Repubblica. Gli abstract delle relazioni. Il video delle due giornate. leggi...  
     
Per Nilde Iotti e per la democrazia
Una testimonianza su Nilde Iotti da Reggio Emilia
 
 

Nilde Iotti è stata una Costituente, una dirigente politica amata e popolare, una autorevole e prestigiosa Presidente della Camera dei Deputati. E’ stata e resta una protagonista della nostra  storia repubblicana.
leggi...
 
     
Santanchè e la Iotti. Turco: "Si capisce che non sa nulla su chi era realmente Nilde Iotti"  
  Livia Turco replica alle affermazioni di Daniela Santanchè che aveva accostato la figura di Nicole Minetti a quella di Nilde Iotti. "Qualunque italiano che abbia conosciuto Nilde Iotti, per buonsenso, non potrebbe mai fare un accostamento tra due figure così lontane". leggi...  
     
Ricordo di Miriam Mafai
di Claudia Mancina
 
  "La Miriam che io ho conosciuto, e frequentato in questi venti anni come un’amica straordinaria, era “dolce di cuore e con un’affettata durezza di testa” (Giuliano Ferrara). I suoi giudizi erano taglienti, ma la sua disponibilità, non solo ai rapporti umani, ma anche agli impegni: alle lezioni, ai dibattiti, agli incontri, era totale. Senza risparmio, anche quando era già malata". Un ricordo di Miriam Mafai di Claudia Mancina, tratto dal sito del settimanale Qualcosa di Riformista. leggi...  
     
Ciao Miriam
di Livia Turco
 
  La vita di Miriam Mafai è stata piena di cose eccellenti. Lei era una donna eccellente. Ma è sempre stata prima di tutto una “compagna” una coerente e battagliera militante della sinistra, autonoma, dissacrante, creativa. leggi...  
     
Donne in politica, che cosa ci esclude?
di Giulia Bongiorno da "Il Corriere della Sera" del 4 aprile 2012
 
  È innegabile che nel nostro paese ci sono molte donne di valore che finora sono state tenute ai margini e che, per tanti motivi, non sono ancora riuscite a esprimere appieno le proprie competenze e i propri talenti.

È possibile inserire nel panorama politico una formazione che, attraverso una classe dirigente di donne, faccia dello sguardo e della sensibilità femminili la propria cifra distintiva?
leggi...
 
     
L'altra faccia della riforma
di Chiara Saraceno da La Repubblica del 3 aprile 2012
 
  In un contesto di risorse scarse e di preoccupazione di non aumentare il costo del lavoro, una riforma a costo zero efficace sarebbe l`introduzione della possibilità di utilizzo del congedo in part time orizzontale.

Consentirebbe a madri e padri di combinare lavoro (di fatto a tempo parziale) e congedo, eventualmente alternandosi, senza vedersi eccessivamente ridotto il reddito ed insieme avendo tempo per occuparsi del bambino nei primi anni di vita.

È la direzione che hanno preso molti Paesi europei, compresi quelli, come Svezia, Norvegia, Germania, che negli ultimi anni hanno addirittura allungato il periodo di congedo genitoriale ben compensato, per consentire ai bambini di avere un tempo maggiore di cure e tempo dei genitori.
leggi...
 
     
Convegno della Fondazione Nilde Iotti
"Le donne e il governo del Paese"
Roma, 26 e 27 aprile
 
  Appuntamento all'Auletta dei Gruppi Parlamentari della Camera in via Campo Marzio 74. Studiose, storiche, giornaliste, studentesse e rappresentanti delle istituzioni e della politica si confronteranno secondo un’agenda delle emergenze – sociali, economiche, geopolitiche, valoriali, di vita e di lavoro – frutto della sensibilità e del punto di vista delle donne. Il programma del convegno. leggi...  
     
Cavani e la violenza sulle donne
di Mirella Poggialini da L'Avvenire del 29 marzo 2012
 
  In onda su RaiUno "Troppo amore", il primo di quattro film che affrontano il tema della violenza sulle donne leggi...  
     
Auguri Tina, tesoro della Repubblica
di Livia Turco da L'Unità del 25 marzo 2012
 
 

Anselmi, prima italiana ministra, compie oggi 85 anni. L'On. Livia Turco le scrive una lettera d'auguri.
leggi...
 
     
Roma, 8 marzo 2012: Italiane e nuove italiane per l'Italia
riflessione di Lidia Obando, Associazione Donne Nicaragua
 
  Oggi, dopo tanti anni in cui si è commemorata la figura della donna, chiamerei la ricorrenza dell'8 marzo “La difesa dei diritti della donna”, diritti che spesso le vengono negati: diritto ad un lavoro dignitoso, ad una integrazione socio-culturale, ad una maternità che dia serenità ai loro cari figli, alla progettazione di un futuro più sicuro, diritti che vengano incontro a tante altre difficoltà che impediscono ad una donna di raggiungere la meta che come un sogno si è programmata. leggi...  
     
8 marzo: Italiane e straniere, un fiore per i diritti
di Livia Turco da L'Unità del 9 marzo 2012
 
   Il colore della mimosa che campeggiava davanti al Milite Ignoto era più luminoso perché era davvero il fiore di tutte e l’Altare della Patria è diventato più umano perché luogo dell’incontro e dell’amicizia tra storie e culture diverse. Quello di ieri non è stato un solo gesto simbolico ma l’inizio di un percorso e di un cammino di scambio e di riconoscimento tra italiane ed immigrate. leggi...  
     
Roma, 8marzo 2012: Italiane e nuove italiane per l'Italia
riflessione di Farian Sabahi, giornalista italo-iraniana
 
  Un 8 marzo inedito, quello promosso dalla Fondazione Nilde Iotti. Quaranta donne italiane e straniere deporranno una corona di mimose sull’Altare della Patria in segno di condivisione dei valori fondanti della Repubblica. Il senso dell’iniziativa in questo articolo di Farian Sabahi, docente di Storia dei Paesi islamici, Università di Torino.  leggi...  
     
8 marzo 2012: Italiane e nuove italiane per l'Italia
riflessione di Huda Dachan, Donne Musulmane in Italia
 
  L’Italia è il  Paese in cui sono nata e cresciuta,  in cui si trovano  la mia famiglia ed i miei amici. Ho acquisito la cittadinanza italiana in giovanissima età e non ricordo di aver dovuto mai scrivere alla voce “cittadinanza” di qualsivoglia documento altra dicitura se non  la parola “italiana”.

L’Italia è il Paese che mi ha insegnato i valori della libertà, della democrazia e dei pari diritti.

L’Italia è la mia Patria,  perché come donna musulmana ho potuto sempre professare liberamente la mia amata religione.

L’Italia è il Paese che io amo.
leggi...
 
     
Roma, 8 marzo 2012: Italiane e nuove italiane per l’Italia
Riflessione di Ingrid Stratti, Presidente del Consiglio delle Comunità Albanesi d’Italia (C.C.A.I.)
 
  In qualità di Presidente del Consiglio delle Comunità Albanesi d’Italia (C.C.A.I.), questo 8 marzo lo dedico a tutte le donne albanesi che con la loro determinazione, forza e consapevolezza di sé in questi vent’anni d’immigrazione albanese in Italia hanno saputo diventare facilitators di convivenza tra culture diverse combattendo stereotipi e pregiudizi in quanto portatrici di ricchezza, cambiamento ed innovazione sul piano culturale e sociale. leggi...  
     
Roma, 8 marzo 2012: Iatliane e nuove italiane per l'Italia
riflessione di Rania Ibrahim, giornalista Yalla Italia
 
  Oggi ho il piacere immenso di ringraziare formalmente per la prima volta, questo paese, che ha permesso a me, ai miei genitori di migliorarsi, di mettersi alla prova con le proprie forze, non sempre facilmente, e scoprendo e riconoscendo i propri limiti. leggi...  
     
Roma, 8 marzo 2012: Iatliane e nuove italiane per l'Italia
riflessione di Alina Harja, Presidente Associazione Amici della Romania
 
  Ho letto che agli italiani il monumento dell'Altare della Patria piace poco. Che lo ritengono brutto. [...] Ma a me quel marmo bianco dice cose importanti, e salirò con gioia la grande scalinata per deporre la corona di mimose delle italiane e nuove italiane, come ci invita a fare Livia Turco: dice che l’Italia di domani è anche mia, è anche di tante ragazze come me. Che con la loro fatica e le loro speranze, con il loro coraggio anche, si sono conquistate un posto in questo Paese. E che vogliono meritarselo ancora. leggi...  
     
Roma, 8 marzo 2012: Iatliane e nuove italiane per l'Italia
riflessione di Viciane Wetchitcheu, Circolo PD Torino
 
  L’Altare della Patria è per me il simbolo, il luogo che unisce tutti i cittadini italiani: vecchi e nuovi, dove io da nuova cittadina e da militante democratica  mi sento parte di una generazione di donne che deve lottare per la propria emancipazione in una società italiana in divenire.

Salire i gradini dell’Altare della Patria è un momento molto importante e sento di volermi battere per i miei diritti e di quelli di tutte, per partecipare al progetto di inclusione sociale effettivo dell’ Italia in cui vivo e voglio vivere, per una integrazione fatta di rispetto dei  diritti e doveri di tutti e dell’Amore per il mio paese.
leggi...
 
     
Roma, 8 marzo 2012: Iatliane e nuove italiane per l'Italia
riflessione di Abdi Anab Farah, mediatrice culturale somala
 
  Provo un profondo senso di rispetto per il Milite Ignoto, rispetto verso chi ha dato la vita per gli ideali e l’amore per la sua terra e le sue Genti: rispetto per tutti quegli uomini e tutte quelle donne che stavano al loro fianco, nella lotta e negli affetti. leggi...  
     
Roma, 8 marzo 2012: Italiane e nuove italiane per l'Italia
riflessione di Katkhouda Souheir, Presidente associazione donne musulmane d’Italia
 
 
  È un grande onore per noi ricevere questo invito. Abbiamo da sempre amato l’Italia considerandoci parte integrante del suo tessuto sociale; ci siamo impegnate, come ADMI, per il suo benessere e sviluppo. Ci sentiamo fiere di questo gesto che andremo a compiere l’ 8 Marzo  2012 in occasione della celebrazione della giornata della donna.

In dieci anni di attività associativa femminile ho partecipato, come presidente Admi, a tanti incontri e convegni nazionali e internazionali ma questa iniziativa è particolare.

 
leggi...
 
     
Roma, 8 marzo 2012: Italiane e nuove italiane per l'Italia
riflessione di Maria Josè Mendes Evora
 
 
  Trovarmi sull’Altare della Patria, luogo simbolo del Popolo e della Nazione italiana, vuole dire per me, vivere un momento di commozione. Incontrarmi su uno dei luoghi di Alta Rappresentanza per l’Italia, Paese che mi vide arrivare più di trent’anni fa e che ha visto “trascorrere” gli anni della mia giovinezza , mi rende felice. leggi...  
     
Il welfare e le donne
di Francesca Izzo da L’Unità del 1 marzo 2012
 
  Ignorare la differenza di genere e rimodulare i sistemi di protezione sociali in maniera apparentemente neutra ma in realtà solo maschile è un danno per tutti. Stato e impresa devono essere chiamati a pensare l’insieme della riproduzione. Non si risolve nessuna delle anomalie sociali italiane se–come è accaduto nei decenni passati-si procede separatamente: intervenendo sul mercato in modo neutro, pensando di attuare poi politiche per la famiglia.

Occorre invece che tutti i soggetti coinvolti nelle imminenti decisioni cambino prospettiva: non si governano più le nostre società se non ci si rende per davvero conto che sono abitate da uomini e donne. Differenti e alla pari.
leggi...
 
     
Marzo, il mese delle donne
Comune di Capannoli
 
  La Fondazione Nilde Iotti segnala le interessanti iniziative dedicate alla donna che il Comune di Capannoli organizza nel mese di marzo. leggi...  
     
Un saggio sulla vita di Nilde Iotti di Luisa Lama
In anterprima sul nostro sito
 
  30 ottobre 1942. Milano. Una giovane figura femminile si affaccia con trepidazione sul piazzale della Scala. E’ appena scesa dal tram n.1, e nel percorso accidentato dalla stazione centrale fin lì ,ha potuto vedere le devastazioni causate dal primo vero bombardamento sulla città. Ma le immagini che ora vedono i suoi occhi le sono insopportabili: il teatro alla Scala è completamente sventrato; un grosso buco nero si apre fra le macerie e qua e là si intravvedono brandelli di tende , frammenti di scenografie, arsi scheletri di poltrone. Eppure quella ragazza non può fermarsi...

Quella giovane si chiamava Leonilde Iotti, anche se per tutti era Nilde.
leggi...
 
     
Sono giovani e donne a fare la rivoluzione in nome del futuro
di Umberto De Giovannangeli da L'Unità del 13 febbraio 2012
 
  Il Premio Nobel per la Pace 2011 racconta della rivolta nello Yemen e della Primavera araba: "Alla comunità internazionale chiediamo coraggio" leggi...  
     
Una giornata di discussione su come prevenire e combattere la tratta degli esseri umani: l’esperienza della collaborazione tra Italia e Nigeria  
  Martedì 7 febbraio 2012, presso la Sala del Mappamondo del Parlamento a Roma, si è tenuto un convegno intorno al tema della prevenzione e della lotta contro ogni forma di tratta di esseri umani, con particolare attenzione alla cooperazione tra Italia e Nigeria. leggi...  
     
Nina e i diritti delle donne  
  La Fondazione Nilde Iotti vi segnala i prossimi appuntamenti delle presentazioni del libro "Nina e i diritti delle donne" di Cecila D'Elia. leggi...  
     
In ricordo di Maria Eletta Martini  
  Lunedì 6 febbraio 2012 alle ore 17.30, presso l'Istituto Luigi Sturzo si è tenuto un incontro in ricordo di Maria Eletta Martini, durante il quale sono intervenuti Don Pietro Gianneschi, Rosa Jervolino e Sergio Mattarella. leggi...  
     
Amelia Rosselli: perdersi dopo la battaglia
di Jolanda Bufalini da L'Unità del 1 febbraio 2012
 
 
  Dall'Archivio storico del Sindacato nazionale scrittori spunta la lettera della grande poetessa, che svela il suo animo fragile e la paura di essere perseguitata dai fantasmi del passato: "Aiutatemi, voglio fuggire..." leggi...  
     
Tra pubblico e privato il paradosso post-femminista
di Carla Collicelli da Il Riformista del 31 gennaio 2012
 
  Da un lato un pullulare di interventi ed uno scoppiettio di dati e di proposte da parte di consessi molto ampi e nell'ambito di platee molto ben frequentate. Solo per citare tre casi, tra i tanti, delle ultime due settimane: la Fondazione Nilde Iotti, con le Biografie delle donne del 900, l'Onu con la Convenzione per l'eliminazione delle discriminazioni contro le donne, l'associazione Pari o Dispare con l'incontro della Ministro Fornero e di Italia Lavoro. Dall'altro lato la sensazione che i miglioramenti siano scarsi e lenti, soprattutto per quanto riguarda la conquista di un ruolo pieno ed autorevole nella società, nell'economia e nella politica. Come dice Italia Lavoro nel suo dossier presentato al Senato il 26 gennaio: "Una grande risorsa non ancora pienamente utilizzata". leggi...  
     
La donna che ha riscritto il lager
di Tzvetan Todorov da La Repubblica del 27 gennaio 2012
 
  Un´opera a cui la storica ha rimesso mano più volte rendendola speciale e Todorov spiega perché. Nel Giorno della Memoria esce "Ravensbrück" il libro-testimonianza di Germaine Tillion. Tutte le esperienze vissute in prima persona cambiano completamente il suo punto di vista. Il ritratto di Himmler viene abbozzato in un paragrafo dal titolo inquietante "I mostri sono uomini". leggi...  
     
La brutta china della democrazia italiana
di Nadia Urbinati
 
  "Il populismo è più un sintomo che una causa: la sua comparsa mette a nudo la debolezza dei partiti nella loro capacità rappresentativa che è quella di mettere le istituzioni in raccordo con la cittadinanza. La soluzione dovrebbe venire dalla ricostruzione dei partiti politici-canali di partecipazione e opinioni politiche; questo vale soprattutto per la sinistra, la cui anemia e astenia sono un problema per l’intera democrazia italiana". Così la docente di Teoria politica alla Columbia University di New York che ci presenta il suo ultimo libro. leggi...  
     
Mutilazioni Genitali Femminili: decidi tu che segno lasciare
dal sito "Non c'è pace senza giustizia"
 
  Ci sono tanti modi di fare violenza su una donna. Alcuni sono addirittura legali. Le Mutilazioni Genitali Femminili sono una pratica crudele che ogni giorno fa 8000 giovani vittime. Ora dipende anche da te.

Puoi lasciare che quest’orrore continui oppure puoi firmare perché una risoluzione ONU nel 2011 metta al bando queste mutilazioni, per sempre.

FIRMA LA PETIZIONE SUL SITO www.noncepacesenzagiustizia.org
leggi...
 
     
Investiamo su donne e giovani
di Alessio Postiglione da Europa del 25 gennaio 2012
 
  Donne e giovani sono la grande risorsa inespressa dell’Italia. Con la crisi, è giunto il momento di metterli a sistema. leggi...  
     
Politica per soli uomini, la vendetta delle donne
di Chiara Rai da L'Osservatore laziale del 23 gennaio 2012
 
  Comuni senza donne nel mirino, si può ricorrere al Tar e la vittoria è quasi assicurata. Lo dice la legge. leggi...  
     
"I Morandini delle donne" cinema italiano al femminile
di Silvana Mazzocchi da La Repubblica del 22 gennaio 2011
 
 
  Il volume ripercorre oltre 60 anni di storia attraverso la conversazione tra il celebre critico e suo nipote, sceneggiatore e documentarista. Una carrellata di attrici, registe, produttrici e comparse che ricostruisce l'evoluzione della nostra società e il cammino per l'emancipazione.

 
leggi...
 
     
Nina e i diritti delle donne
di Giorgia Garberoglio da La Stampa del 10 gennaio 2012
 
 
  "Nina e i diritti delle donne" è il libro in cui Cecilia D'Elia, vicepresidente e assessore alle politiche culturali della Provincia di Roma, si cimenta con un racconto pedagogico per ragazzine e ragazzini, con l'aiuto dei disegni di Rachele Lo Piano, e con una partecipe introduzione di Mariella Gramaglia. leggi...  
     
26 gennaio 2012: Fiaccolata contro la violenza sulle donne  
  Può una società tollerare ancora la violenza alle donne? Può una società tollerare che nel nostro paese 97 donne siano morte, nell’arco di un solo anno, per mano del proprio compagno o ex compagno? leggi...  
     
Intervista ad Ada Scalchi: "Spetta a noi donne ricostruire l'Italia"
di Silvia Vaccaro da Noidonne del 23 gennaio 2012
 
 
  "Spetta soprattutto a noi donne -dice Ada Scalchi nell'intervista rilasciata a Noidonne del 23 gennaio 2012- lavorare affinché si ricrei la fiducia nella politica, solo la nostra autorevolezza può salvare la democrazia messa pericolosamente in discussione."

 
leggi...
 
     
Quelle donne mai nate
di Lucetta Scaraffia, da L'Osservatore Romano del 16-17 gennaio 2012
 
  Il mondo ha perso 100 milioni di donne, scriveva Amartya Sena nel 1990. Oggi, un libro di Anna Meldolesi, approfondisce quel "gendericidio" considerando che le stime devono tenere conto sia della tendenza naturale alla nascita di un numero leggermente superiore di maschi, sia di fenomeni storici come le migrazioni, che in genere coinvolgono maggiormente i soggetti di sesso maschile. leggi...  
     
Donne si diventa
di Alessandra Bianchi, da L'Espresso del 13 gennaio 2012
 
  Il dominio dei maschi sulle femmine? E' un'invenzione contro natura. Serve a dare una parvenza di utlità agli uomini. Intervista a Francoise Heritier, allieva ed erede di Claude Lévi-Strauss. leggi...  
     
Perché investire nel capitale umano
di Chiara Saraceno, da La Repubblica del 7 gennaio 2012
 
  "Sembrerebbe opportuno che gli incentivi previsti per l'occupazione giovanile e femminile non venissero destinati genericamente alle aziende che assumono, appunto, giovani di ambo i sessi e donne di ogni età, ma venissero favorite le aziende (incluse quelle di terzo settore) che investono nella produzione di beni collettivi, in primis nella manutenzione e messa in sicurezza dell'ambiente e dei beni culturali e nei servizi alla persona, ma anche nella innovazione tecnologica che migliora la qualità della vita. In questo modo l'investimento a favore dell' occupazione avrebbe effetti positivi anche ad altri livelli". leggi...  
     
Dalla storia delle donne, uno stimolo per la politica.
Il libro di Perry Wilson
 
  La Fondazione Nilde Iotti e la Società Italiana delle Storiche hanno presentato a Roma il volume della storica scozzese Perry Wilson, che ripercorre le vicende delle donne italiane nel Novecento. Un’occasione per ricordare vittorie e sconfitte, trovando basi solide per progettare il futuro. Presenti l’autrice, Marina D’Amelia, Claudia Mancina, Paolo Mieli e Livia Turco. leggi...  
     
Intervista a Flavia Franconi: "Le donne vivono di più ma accusano più malattie. E la colpa è anche dei medici"  
  In Italia come in Spagna le donne hanno una percezione peggiore della loro salute rispetto agli uomini, anche perché più spesso sono affette da malattie croniche. “Ma il problema non è psicologico”, spiega Flavia Franconi, docente di Farmacologica Cellulare e Molecolare dell'Università di Sassari e vicepresidente Società Italiana per la Salute e la Medicina di Genere, nonché membro del Comitato scientifico della Fondazione Nilde Iotti. leggi...  
     
Livia Turco ricorda Maria Eletta Martini
(Lucca, 24 luglio 1922 – Lucca, 29 dicembre 2011)
 
  L’avevo conosciuta quando entrai alla Camera nel 1987. Ero arrivata con tante altre giovani colleghe sull’onda di una battaglia che noi donne del PCI avevamo condotto e vinto, quella della Carta delle Donne che diceva “dalle donne la forza delle donne”. Maria Eletta Martini allora era dall’altra parte dell’aula. Un’autorevole esponente della DC, una parlamentare di lungo corso, ed era molto incuriosita da quella pattuglia di giovani e colorate parlamentari che erano arrivate per la prima volta. leggi...  
     
Abolire la miseria
di Barbara Spinelli, da la Repubblica del 28 dicembre 2012
 
  Abolire la miseria: così s'intitolava lo splendido libro che l'economista Ernesto Rossi, autore con Altiero Spinelli e Eugenio Colorni del Manifesto di Ventotene, scrisse in carcere nel '42 e pubblicò nel '46: "Bisogna unire tutte le nostre forze per combattere la miseria per le stesse ragioni per le quali è stato necessario in passato combattere il vaiolo e la peste: perché non ne resti infetto tutto il corpo sociale". La sfida oggi è identica, e sono le pubbliche istituzioni nazionali e europee a doversi assumere il compito. leggi...  
     
Tre donne per una riforma
di Chiara Saraceno, da la Repubblica del 19 dicembre 2011
 
  Tre donne hanno nelle proprie mani una delle questioni più calde della politica italiana, la riforma del mercato del lavoro e il futuro dell´articolo 18 dello statuto dei lavoratori: la ministra del welfare, la presidente di Confindustria, la segretaria generale del massimo sindacato italiano. leggi...  
     
“Ciao Leda”. Rosa Russo Jervolino ricorda Leda Colombini
(Fabbrico di Reggio Emilia, 10/01/1929 – Roma, 6/12/2011)
 
  L’abbiamo vista l’ultima volta (ma non pensavamo certo che fosse l’ultima) il 30 novembre scorso nella Sala del Consiglio Provinciale di Roma, al bellissimo memorial di Nilde Iotti. Poi all’improvviso, una settimana dopo, la notizia della sua morte. Una notizia tristissima e del tutto inattesa. Una morte, quella di Leda, che si può definire “bella”, se ha senso chiamare “bella” la morte. Certamente una morte che le fa onore: nel carcere di Regina Coeli mentre, come ogni giorno, faceva volontariato fra i reclusi. leggi...  
     
Istat. Salute. Le donne accusano più malattie degli uomini  
  Pubblicata l'ultima indagine multiscopo dell'Istat. Solo il 67,2% delle italiane afferma di godere di buona salute contro il 75,1% degli uomini. E poi il 23,7% delle donne soffre di due o più malattie croniche contro il 16% degli uomini. Differenze significative anche nelle cause di morte. leggi...  
     
Auguri alla nonna d’Italia che ha visto 10 Papi
"I miei 112 anni di storia d'Italia"
di Michele Brambilla, da La Stampa del 29 novembre 2011
 
  Le chiedo che cosa ricorda delle tante Italie che ha visto. «Quando è scoppiata la Prima guerra mondiale ero una tuseta... Stavo a Villadossola e avevo un fidanzato: lo chiamarono per il fronte e non è più tornato. Morto. Così ho dovuto sposare un altro». Sto per chiederle perché mai abbia «dovuto», ma lei mi precede facendomi capire subito com'è cambiata l'Italia, da allora, soprattutto per le donne: «Era uno di qui, del lago. Io non volevo sposarlo, ma lui mi ha obbligata». Come? «Abitavamo nello stesso cortile e lui un giorno mi mandò a chiamare da sua madre: "Vieni che Giovannino ti vuole parlare". Io ci andai e lui mi disse: "Se ti va bene mi sposi, se no ti ammazzo". Avevo 26 anni. Mi sposai». leggi...  
     
"Nilde una donna della Repubblica".
Il 30 novembre alla Provincia di Roma
 
  Un incontro in occasione dell’anniversario della scomparsa di Nilde Iotti. Per l’occasione l’attrice Monica Morini interpreterà un monologo teatrale dedicato alla figura dell’ex presidente della Camera. La mattina anteprima dello spettacolo con gli alunni delle scuole romane. leggi...  
     
Onu: sei donne su dieci subiscono violenza
In alcuni Paesi più vittime che per il cancro
da Quotidiano Sanità del 25 novembre 2011
 
  L’Oms: in alcuni Paesi è una delle principali cause di morte e disabilità per le donne tra i 16 e i 44 anni. E per la Banca Mondiale il rischio violenza è più alto di quello del cancro, degli incidenti, delle guerre e della malaria. leggi...  
     
Violenza sulle donne, prevenire per fermarla
di Michelle Bachelet, da La Stampa del 25 novembre 2011
 
  Il 25 novembre si è celebtrata in tutto il mondo la Giornata contro la violenza sulle donne. L'ex presidente del Cile, oggi Direttore Esecutivo di UN Women, Michelle Bachelet sottolinea come "Oggi che le società sono divenute più giuste, democratiche ed egualitarie, cresce la consapevolezza che la violenza contro le donne non sia accettabile né inevitabile". leggi...  
     
Medicina di genere. Un medico su 4 la ignora
di Eva Antoniotti, da Quotidiano Sanità del 22 novembre 2011
 
  Se ne è parlato in un Convegno svolto a Roma e dedicato alle medicina di genere. Presto sperimentazioni per sesso e studi clinici anche su farmaci "storici", per valutare le diverse risposte di uomini e donne. Ma la sfida è far crescere la cultura di genere negli operatori sanitari. leggi...  
     
Donne manager. In Italia ancora poche in posizioni di rilievo e il "successo" è pagato a caro prezzo  
  Il nostro Paese è al 95° posto per ciò che concerne la partecipazione economica della donna. Solo il 47% lavora e lo 0,4% delle aziende ha nei propri CdA due figure femminili. Stipendi inferiori del 22% rispetto ai colleghi uomini a parità di ruolo. Una ricerca sul campo a Roma, Milano e Napoli di O.N.Da e Key2People presentata il 22 novembre a Milano.. leggi...  
     
Fisco, nidi, part-time: l’agenda per le donne,
di Maurizio Ferrera, dal Corriere della Sera del 18 novembre 2011
 
  Nessun presidente del Consiglio, prima di Mario Monti, l’aveva mai riconosciuto così chiaramente: l’inclusione delle donne nel mercato del lavoro è una questione indifferibile. Il capitale umano femminile è una grande risorsa sprecata nell’economia italiana, un potenziale fattore di crescita che non possiamo più permetterci di ignorare. leggi...  
     
La rivincita delle signore
di Natalia Aspesi, da la Repubblica del 18 novembre 2011
 
  Forse dovrà passare un po´ di tempo prima che ci si abitui a queste signore normalissime e potenti, sconosciute e autorevoli, e che magari, come ministri tecnici della crisi ci faranno soffrire, forse sorridendo e forse no. leggi...  
     
La via italiana alla convivenza
di Livia Turco, da Tamtàm democratico del 16 novembre 2011
 
  I cinque milioni di immigrati e di immigrate che vivono con noi sono parte di noi, sono una popolazione e non solo lavoratori. Sono donne, uomini, giovani che ci aiutano a vivere meglio. C’è un’Italia profonda, che ha cominciato a costruire la mescolanza e la convivenza tra i diversi. Questa Italia resta tuttora nascosta e sconosciuta.  Eppure, questa realtà ha costruito  un peculiare “via italiana alla civile convivenza”. leggi...  
     
La crisi, i ricchi e le oligarchie
di Nadia Urbinati, da La Repubblica dell'8 novembre 2011
 
  La durezza di questa crisi consiste nel fatto che per la prima volta cittadini che avevano conosciuto per due o tre generazioni un' espansione dei diritti e delle possibilità, si trovano oggi di fronte alla perdita di status, a non potere aver progetti per il futuro. Anche per questo l'eguaglianza ha fatto il suo grande rientro nella politica quotidiana. leggi...  
     
Nilde. Un ritratto appassionato di un grande giornalista
che l'ha conosciuta da vicino
 
  Una biografia inedita, in esclusiva per il sito della Fondazione Iotti, scritta da Giorgio Frasca Polara, il giornalista de l'Unità che l'ha conosciuta molto bene e che ne è stato il portavoce durante la sua presidenza della Camera. leggi...  
     
La crescita economica? Più donne che lavorano (e più figli)
di Barbara Stefanelli, dal Corriere della Sera del 19 ottobre 2011
 
  Il calcolo lo ha presentato ieri Bankitalia: se raggiungessimo il traguardo fissato dal Trattato di Lisbona - un’occupazione femminile al 60 per cento - il nostro Prodotto interno lordo aumenterebbe del 7% con un incremento della ricchezza nazionale (Pil) pari a quella che abbiamo faticosamente accumulato in dodici anni dal 1998 al 2010. In sintesi: promuovere la presenza delle donne sul mercato del lavoro non è solo una questione di equità, è una questione di benessere, un investimento sul futuro di tutti. leggi...  
     
San Pietro in Casale. La Sala consigliare dedicata a Nilde Iotti  
  Livia Turco e Rita Palanza hanno preso parte alla cerimonia inaugurale della nuova Sala del consiglio comunale del comune in provincia di Bologna intitolata alla figura di Nilde Iotti. La cronaca della serata. leggi...  
     
Le città italiane viste dalle donne
di Francesca Sironi, da La Repubblica del 14 ottobre 2011
 
  Sicurezza, ambiente, condivisione. Sono le parole d'ordine degli spazi urbani visti al femminile. Molte sono affezionate, tante, soprattutto giovani, se ne vorrebbero andare. Lo rivela un'indagine di Astra Ricerche, di cui scrive oggi il quotidiano romano. leggi...  
     
La saga di Ségolène insegna qualcosa a tutte le donne
di Maria Luisa Rodotà, dal Corriere della Sera dell’11 ottobre 2011
 
 
  "Esce di scena Ségolène, e sembra una nota a pie’ di pagina di queste primarie francesi. Ma non lo è, anche per il pubblico non francese. Non per gli italiani, che si erano abituati al suo personaggio..." Per la giornalista del Corriere la sconfitta di Royal alle primarie del Partito socialista francese sono spunto per riflessioni più generali sull’immagine della donna. leggi...  
     
Se la crisi tocca il diritto alla salute
di Maura Cossutta, da l’Unità dell’8 ottobre 2011
 
  Per la sanità pubblica il processo di depauperamento delle risorse e privatizzazione dei servizi non garantisce più gli stessi livelli essenziali di assistenza. Ma è il momento di reagire. Maura Cossutta, ex parlamentare, tornata a fare il medico in una delle più grandi aziende ospedaliere di Roma, racconta la nascita di un'esperienza innovativa di aggregazione tra operatrici e operatori che si ispira al "Se non ora quando" lanciato dal grande movimento delle donne. leggi...  
     
I cattolici e le donne
di Francesca Izzo, da L’Unità del 3 ottobre 2011
 
  “L’impegnativo discorso pronunciato dal cardinale Bagnasco va meditato e discusso al di là della pur grave questione della permanenza di Berlusconi alla guida di un governo che, invece di pilotare il paese fuori dalla tempesta, lo lascia sempre più in sua balia”. Questo l’incipit di un articolo di Francesca Izzo, membro del Comitato scientifico della nostra Fondazione pubblicato su l’Unità di oggi. leggi...  
     
Livia Turco inaugura il nuovo circolo Pd di Cappelle sul Tavo (Pescara) intestato a Nilde Iotti  
  Il presidente della Fondazione Nilde Iotti Livia Turco ha inaugurato il nuovo circolo del Partito Democratico di Cappelle sul Tavo in provincia di Pescara intestato a Nilde Iotti. "Una politica umana è quello che a Cappelle sul Tavo abbiamo vissuto insieme per oltre due ore ed è il progetto che Laura ed il circolo vogliono costruire". Così la stessa Livia Turco che ha voluto condividere le sue emozioni e le sue impressioni sulla giornata. leggi...  
     
La rivoluzione francese: 'Mai più mademoiselle'
di Michela Marzano, da La Repubblica del 28 settembre 2011
 
  In Francia si sta facendo vivace, sulla spinta del movimento femminista, il dibattito sulla proposta di abolire il termine "Mademoiselle", ovvero signorina, da tutti i documenti e i formulari ufficiali. Ne parla su Repubblica Michela Marzano, docente all'Università di Parigi V (René Descartes), dove è attualmente professore ordinario. leggi...  
     
Allo stadio solo donne e bambini. Dove? In Turchia
di Giulia Zonca, da La Stampa del 22 settembre 2011
 
  L'iniziativa del Fenerbache, una squadra che gareggia nel campionato di calcio della Turchia. La scelta di limitare gli ingressi alle donne e ai bambini dopo una squalifica subita a seguito di incidenti provocati dagli ultrà del club. Nella prima partita oltre 41 mila spettatori. E la Uefa è pronta ad esportare il modello turco. leggi...  
     
La splendida realtà delle ragazze normali
di Barbara Stefanelli, dal Corriere della Sera del 18 settembre 2011
 
  Sinora si è (quasi) sempre discusso solo di questo: se cioè le ragazze di Berlusconi, dall’Olgettina a Bari, siano figlie del femminismo o piuttosto una distorsione inquietante dell’emancipazione. Ma la domanda più importante è davvero un’altra: queste giovani donne, che ossessivamente scrutiamo e commentiamo, rappresentano la maggioranza delle ragazze italiane? Chi sono veramente le ragazze italiane? leggi...  
     
Come bestie da soma
di Lorella Zanardo, da L'Unità del 19 settembre 2011
 
  "E' a causa dell’ossessione per le donne che il nostro primo ministro sta camminando verso la fine della sua carriera politica. Berlusconi scomparirà e allora si renderà necessario ricostruire dalle macerie, partendo proprio dalla questione femminile, quella che in questo Paese non si vuole affrontare". Ecco uno dei passaggi di quest'intervento di Lorella Zanardo, autrice del documentario e dell'omonimo libro edito da Feltrinelli, "Il corpo delle donne". leggi...  
     
Più donne nell'industria
di Rosalba Reggio, dal Sole 24 Ore del 19 settembre 2011
 
  Diminuisce, anche se lentamente, il gap tra uomini e donne occupati. Ma perché questa tendenza possa incrementarsi sono indispensabili politiche dirette alla maggiore occupabilità delle donne: dalla diffusione del part-time allo sviluppo di servizi di welfare dedicati alla conciliazione tra tempi di lavoro e famiglia. In un contesto di risorse pubbliche sempre più ridotte, è importante promuovere spazi di sussidiarietà per rispondere a queste esigenze. leggi...  
     
Le pretese etiche dello Stato e la legge 40
di Chiara Saraceno, dalla Repubblica del 20 settembre 2011
 
  Al tavolo tecnico interregionale che lavora sulla procreazione assistita si sta discutendo anche della possibilità di fissare un limite di età (43 anni) alla procreazione assistita. In questo articolo la sociologa Chiara Saraceno sottolinea l’incongruenza della ratio di porre un limite normativo che appare assolutamente inutile visti i dettami della legge 40 che regolamenta le pratiche di inseminazione artificiale. leggi...  
     
I luoghi delle donne. Un libro sui "percorsi di genere" a Roma
di Chiara Richetti, dalla Repubblica del 17 settembre 2011
 
  Dalle eroine del Risorgimento a Maria Montessori. Ma c'è anche la "Sora Lella", il mitico ristorante aperto da Elena Fabrizi, sorella dell'attore Aldo Fabrizi e come lui icona di una Roma popolare ormai quasi sparita. Fino a Santa Francesca Romana, Rita Levi Montalcini e Margherita Hack. Un libro di Aureliana De Rollo ci invita a un viaggio diverso nella capitale alla scoperta di tante donne ed altrettanti luoghi che ne hanno fatto la storia. leggi...  
     
In difesa della Costituzione. Un treno di donne attraverserà l'Italia dal 23 al 24 settembre  
  L'iniziativa è stata promossa dalla Rete delle Donne Siciliane per la Rivoluzione Gentile e poi ripresa da numerose associazioni di tutta Italia. "Vogliamo essere portatrici di legalità, giustizia e laicità e questo ci impegna a difendere la nostra Carta costituzionale che è garanzia imprescindibile per l'affermazione di questi principi": così nel Manifesto del Treno per le Donne per la Costituzione.  leggi...  
     
Strauss-Kahn, Polanski e le donne. Conflitto culturale o abuso di potere?
di Ian Buruma,  dal Corriere della Sera del 5 settembre 2011
 
  I due elementi che più contribuiscono a infiammare gli animi nei conflitti culturali sono la religione e il sesso e in particolare il modo in cui gli uomini trattano le donne. Va da sé che tali elementi siano legati a doppio filo: la religione è usata comunemente come strumento per regolare il comportamento sessuale e i rapporti tra i sessi. leggi...  
     
Il libro. La ribelle che sognava di fare il medico. Nel Medioevo
di Annachiara Sacchi, dal Corriere della Sera del 25 luglio 2011
 
  Il ritratto di una donna nel 1254 che vuole fare il medico. nel nuovo libro di Valeria Montaldi sulla lotta di una donna medioevale per l'emancipazione sociale con molte similitudini con i nostri giorni leggi...  
     
Se la simpatia in politica (solo per le donne) diventa obbligatoria
di Rossella Valdrè, dal Corriere della Sera del 23 luglio 2011
 
  Un recente sondaggio sulle possibilità di rielezione dell'attuale sindaco di Genova Marta Vincenzi svela che potrebbe non essere rieletta perché "non simpatica". Un giudizio con il quale ha dovuto fare i conti anche l'ex sindaco di Milano Letizia Moratti leggi...  
     
La Norvegia. Il Paese dei papà
di Anne Chemin, Le Monde, Francia (da “Internazionale” del 22 luglio 2011)
 
  In Norvegia nove padri su dieci vanno in congedo per stare con i figli appena nati. Una rivoluzione che sta contagiando anche il resto d'Europa. Ma in Italia il congedo è usato solo da quattro papà su cento. leggi...  
     
Le famiglie senza welfare
di Chiara Saraceno, da La Repubblica del 22 luglio 2011
 
  La manovra economica recentemente approvata dal Parlamento "prende in ostaggio il reddito delle famiglie con figli in vista della futura riforma fiscale e assitenziale". Se questa non sarà approvata, scrive infatti Chiara Saraceno, scatteranno riduzioni lineari dei regimi di esenzione, esclusione e favore fiscale di cui possono attualmente godere le famiglie. Ma le alternative ci sarebbero. leggi...  
     
Nasce la Fondazione "Nilde Iotti"
Si occuperà di cultura, formazione e politica dal punto di vista delle donne
 
  Nasce la Fondazione Nilde Iotti. L'annuncio in occasione di una cena per la raccolta dei fondi, promossa dal Comitato per la costituzione della Fondazione, che ha visto la partecipazione di volti noti della politica, dell'informazione, della cultura e dell’economia. A partire dal Presidente Giorgio Napolitano. leggi...  
     
DIVENTARE CITTADINE: LE DONNE NELLA COSTRUZIONE DELLA NAZIONE
Roma, 15 aprile 2011 - Sala Protomoteca, Campidoglio
ore 9.30-19.00
 
  Il convegno, promosso dalla Fondazione Nilde Iotti sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, presenterà diverse testimonianze e contributi del mondo della cultura e della politica finalizzati a mettere a fuoco il ruolo avuto dalle donne nella costruzione dell’Italia di ieri e di oggi. leggi...  
     
La memoria e i progetti delle donne.
Un ciclo di conferenze di Grazia Labate
 
  Si è concluso a Genova un ciclo di conferenze promosso dal circolo Pd di Sampierdarena dedicato alla memoria e ai progetti per il futuro delle donne italiane. Protagonista Grazia Labate, membro del comitato organizzativo della Fondazione Nilde Iotti, che offerto una bella e ampia panoramica storico-sociale della storia del movimento femminile tra passato, presente e futuro. In esclusiva sul nostro sito la sintesi delle tre conferenze. leggi...  
     
Diventare cittadine: le donne nella costruzione della Nazione  
  Convegno promosso dalla Fondazione Nilde Iotti nell’ambito delle iniziative del Comitato delle celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia. leggi...  
     
Rassegna stampa
   
Contatti
 

Fondazione Nilde Iotti
Via Asmara 26 00199 -  Roma
email: info@fondazionenildeiotti.it
IBAN: IT24A0335901600100000106337
Segreteria organizzativa:
lunedì, mercoledì, venerdì dalle 10.00 alle 14.30
telefono: +39.06.86.20.57.85
Cell. +39.366.41.37.546

   
 
   
  La Fondazione
Pubblicazioni
Iniziative
Formazione
Rassegna stampa Fondazione Nilde Iotti

www.fondazionenildeiotti.it
info@fondazionenildeiotti.it